Come prevenire l'influenza nei bambini

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'influenza è un'infezione virale che colpisce sopratutto le alte vie respiratorie ed in molti casi si può confondere con il raffreddore. In realtà le due malattie sono diverse perché presentano sostanziali differenze, il raffreddore scompare da solo dopo qualche giorno a differenza dell'influenza che se non curata può portare a delle conseguenze più o meno gravi. I bambini sono la classe più a rischio avendo le difese immunitarie non forti come gli adulti. I sintomi possono essere i seguenti: mal di testa, stanchezza, dolori articolari e tosse. Ora vedremo dei piccoli accorgimenti che potrebbero prevenire il contagio dell'influenza sopratutto nei bambini.

24

Il contagio può avvenire o per via diretta (inalando goccioline che un soggetto espelle con la tosse) o per via indiretta (toccando superfici contaminate). Per prevenire il contagio nei bambini è fondamentale seguire semplici regole di comportamento per esempio è molto utile vestirsi a strati. Vestendosi a strati si è in grado di controllare la sudorazione sopratutto negli ambienti più caldi ed evitare bruschi sbalzi di temperatura fra un ambiente e l'altro. Un'altra regola comportamentale estremamente utile è la pulizia delle mani che sono spesso a contatto con naso e bocca, lavaggi frequenti con acqua calda e sapone puliscono ed eliminano eventuali microbi presenti sulle mani sopratutto se sono entrate in contatto con giochi condivisi con altri bambini.

34

Assicurarsi che i propri bambini abbiano un'alimentazione completa sopratutto basata su frutta e verdura garantirebbe un apporto costante di vitamine e sali minerali, principi nutritivi necessari per consolidare le difese immunitarie. Incentivare la pratica sportiva sin da piccoli rafforza il sistema immunitario e favorisce il corretto funzionamento del sistema linfatico.

Continua la lettura
44

Dormire e garantire il giusto riposo al nostro corpo combatte stress e stanchezza che abbassano le difese immunitarie aumentando il rischio di contagio. Mantenere puliti gli ambienti che ci circondano è importante per non permettere ai microbi di annidarsi nelle nostre case causando tosse e difficoltà respiratorie che potrebbero peggiorare sfociando in virus influenzali. Tutti questi accorgimenti molto utili e per nulla difficili dovrebbero far parte della quotidianità dei bambini per permettergli di vivere in maniera sana e civile ancor prima di prevenire il contagio influenzale.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come gestire il raffreddore nei neonati

I classici sintomi del raffreddore per grandi e piccoli sono il naso chiuso, il muco, gli starnuti e gli occhi arrossati. Bisogna sempre prestare molta attenzione nel proteggere il bimbo dagli eventuali colpi d'aria indesiderati o dall'opportunità di...
Bambino

I migliori consigli per la prevenzione dei pidocchi

I pidocchi sono parassiti davvero fastidiosi e molto difficili da eliminare. Una delle migliori armi contro di essi è sicuramente la prevenzione. Spesso si sente parlare di teste di bambini infestate dai pidocchi ma, se non si fa molta attenzione, il...
Bambino

Cosa fare se un bimbo viene punto da una siringa

Questo argomento è uno dei più delicati che merita di esser trattato in maniera approfondita e in modo corretto affinché possa dar luce e far capire a dei genitori come si devono comportare se un bimbo viene punto da una siringa abbandonata. In questa...
Bambino

Come identificare la malattia mani, piedi, bocca

Le malattie esantematiche sono caratterizzate da esantemi, ovvero eruzioni cutanee che compaiono durante il corso di svariate malattie infettive. Alla malattia esantematica descritta in questa guida è stato ormai attribuito un nome popolare identificativo:...
Bambino

Come affrontare il primo giorno da mamma

Diventare mamma è un'esperienza che cambia la vita. Ogni donna ha un modo diverso di diventare mamma ed è noto che il post parto sia uno dei momenti più difficili della vita di una donna. Emotività e fisicità si intrecciano vorticosamente dal momento...
Bambino

Cosa fare quando il bambino ha la varicella

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i genitori, che sono alle prese con una delle varie malattie esantematiche che possono colpire i propri figli.Nello specifico, vogliamo far capire come e cosa fare quando il bambino ha preso la varicella. La varicella,...
Bambino

Come interpretare la svogliatezza del bambino

A volte capita di vedere bambini svogliati, che tendono a chiudersi nel loro mondo e, ad utilizzare la pigrizia come una difesa, da una situazione familiare, o esterna alla famiglia, che essi vivono come frustrante. Ma generalmente il bambino svogliato...
Bambino

Come liberare il naso chiuso ai bambini

Il naso chiuso (o congestione nasale) è tipico dell'influenza, allergia o raffreddore. Il fastidio apparentemente di poco conto, rappresenta una preoccupazione per un genitore, specie quando i bambini sono troppo piccoli e non sanno spiegare i disturbi....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.