Come medicare l'ombelico del neonato

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Durante i nove mesi di gestazione, il feto vive nell'utero, unito alla sua mamma dal cordone ombelicale. Si tratta di un tessuto gelatinoso, attraversato da vasi sanguigni; è lungo circa 50 centimetri e tramite esso, il bambino riceve tutto il nutrimento e l'ossigeno di cui necessita. Quando il bimbo viene alla luce, viene subito reciso e per il nascituro, questo momento rappresenta la fine della dipendenza dal corpo materno. Tra le tante cure, che i genitori devono donare al neonato, quella di medicare l'ombelico è una di quelle che preoccupa maggiormente le neomamme.

27

Occorrente

  • Garze sterili
  • alcool denaturato
  • retina elastica tubolare
37

Infatti, dopo il taglio, resta un residuo chiamato comunemente "moncone", che cadrà spontaneamente tra il 7° e il 14°giorno dalla nascita. Esso va curato per stimolarne il processo di "mummificazione"; il tipo di medicazione da effettuare, viene impartito ai novelli genitori, dal personale sanitario della clinica o dell'ospedale in cui è nato il piccolo.

47

Prima medicarlo, innanzitutto, lavatevi accuratamente le mani e controllate, con una garza sterile, se la ferita presenta secrezioni o sangue (niente di preoccupante! È solamente dovuto al distacco). Pulite bene la parte con dell'acqua ossigenata e tamponate delicatamente, asciugandola completamente;

Continua la lettura
57

Imbevete una benda pulita con un poco di alcool e adagiatela sopra il moncone, tenendola ferma con una fascia o una reticella. Evitate di usare talco e sapone, i quali potrebbero provocare infiammazioni fastidiose, almeno fino alla completa cicatrizzazione. Lavate il neonato quotidianamente con una spugna inumidita, mentre per immergerlo dentro il bagnetto, aspettate che la sua ferita si sia cicatrizzata.

67

Per i maschietti, che rischiano di bagnare la medicazione con le urine, usate un accorgimento particolare, e cioè, quello di posizionare la parte di ombelico restante, fuori dal pannolino, ripiegando la parte superiore (se lo desiderate, ora sono in commercio quelli adatti per questo periodo); se questo dovesse accadere, pulite bene la zona interessata con acqua e sapone, asciugatela e cambiate la fasciatura.

77

Se notate alcuni segni sospetti, quali arrossamenti, presenza di febbre, dolore nella zona inerente alla ferita e secrezioni gialle che emanano cattivo odore, chiamate subito il vostro pediatra di fiducia e prenotate una visita di controllo; di solito, dopo aver fatto la loro diagnosi, è possibile che prescrivano una cura a base di antibiotici.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come far cicatrizzare l'ombelico del neonato

Avere un bambino è una delle gioie più grandi e destabilizzanti che ci troviamo ad affrontare nel corso della nostra vita. Pochi altri eventi riescono a scombussolare la vita come una nuova nascita. Assieme alle tante emozioni che si provano arrivano...
Bambino

Il neonato nel primo mese di vita

Quando si diventa genitori, ci si trova difronte a mille nuove situazioni e sensazioni che, soprattutto all'inizio, in qualche modo possono stordirci. Anche il neonato, di contro, avendo passato la sua prima fase di sviluppo (nello stato embrionale) protetto...
Bambino

Come cambiare pannolino ad un neonato

Chi di voi sin da bambina ha custodito il sogno di poter diventare un giorno mamma e poi invece una volta diventate mamme non sapete come comportarvi con la vostra creatura. Essere mamma è un dono prezioso e unico ma quando ti ci trovi nella situazione...
Bambino

Come prepararsi per il primo bagnetto del tuo bambino

Il primo bagnetto del tuo bambino è un momento speciale sia per voi genitori, in quanto rappresenta una sorta di rituale, degno di essere immortalato in mille fotografie, sia per il bimbo stesso che, dopo lo shock del parto e dei primi giorni di vita,...
Bambino

Coliche neonatali: come affrontarle e prevenirle

La nascita di un bambino all'interno di una famiglia, è sempre un esperienza unica e di grande gioia. Molto spesso però, i primissimi mesi di vita del neonato, rappresentano per i genitori un periodo veramente stressante. Specialmente con il primo figlio...
Bambino

Come gestire il raffreddore nei neonati

I classici sintomi del raffreddore per grandi e piccoli sono il naso chiuso, il muco, gli starnuti e gli occhi arrossati. Bisogna sempre prestare molta attenzione nel proteggere il bimbo dagli eventuali colpi d'aria indesiderati o dall'opportunità di...
Bambino

Neonati: come pulire le parti intime

L'igiene intima del neonato ricopre un'importanza notevole: una detersione giusta, fatta nella maniera corretta avvalendosi di delicati detergenti ed usando le manovre giuste di lavaggio, vi aiuteranno a combattere infezioni ed anche irritazioni alla...
Bambino

Errori da evitare nel taglio delle unghie al neonato

Per molte mamme, si sa, può diventare un momento da vivere con ansia, una sorta di tortura che si ripresenta a intervalli regolari. Ma, che piaccia o meno, il taglio delle unghie al neonato è un'operazione necessaria per evitare che il piccolo possa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.