Come medicare l'ombelico del neonato

Difficoltà: facile
Come medicare l'ombelico del neonato
quimamme.it
17

Introduzione

Durante i nove mesi di gestazione, il feto vive nell'utero, unito alla sua mamma dal cordone ombelicale. Si tratta di un tessuto gelatinoso, attraversato da vasi sanguigni; è lungo circa 50 centimetri e tramite esso, il bambino riceve tutto il nutrimento e l'ossigeno di cui necessita. Quando il bimbo viene alla luce, viene subito reciso e per il nascituro, questo momento rappresenta la fine della dipendenza dal corpo materno. Tra le tante cure, che i genitori devono donare al neonato, quella di medicare l'ombelico è una di quelle che preoccupa maggiormente le neomamme.

27

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Garze sterili
  • alcool denaturato
  • retina elastica tubolare
37

Infatti, dopo il taglio, resta un residuo chiamato comunemente "moncone", che cadrà spontaneamente tra il 7° e il 14°giorno dalla nascita. Esso va curato per stimolarne il processo di "mummificazione"; il tipo di medicazione da effettuare, viene impartito ai novelli genitori, dal personale sanitario della clinica o dell'ospedale in cui è nato il piccolo.

47

Prima medicarlo, innanzitutto, lavatevi accuratamente le mani e controllate, con una garza sterile, se la ferita presenta secrezioni o sangue (niente di preoccupante! È solamente dovuto al distacco). Pulite bene la parte con dell'acqua ossigenata e tamponate delicatamente, asciugandola completamente;

57

Imbevete una benda pulita con un poco di alcool e adagiatela sopra il moncone, tenendola ferma con una fascia o una reticella. Evitate di usare talco e sapone, i quali potrebbero provocare infiammazioni fastidiose, almeno fino alla completa cicatrizzazione. Lavate il neonato quotidianamente con una spugna inumidita, mentre per immergerlo dentro il bagnetto, aspettate che la sua ferita si sia cicatrizzata.

67

Per i maschietti, che rischiano di bagnare la medicazione con le urine, usate un accorgimento particolare, e cioè, quello di posizionare la parte di ombelico restante, fuori dal pannolino, ripiegando la parte superiore (se lo desiderate, ora sono in commercio quelli adatti per questo periodo); se questo dovesse accadere, pulite bene la zona interessata con acqua e sapone, asciugatela e cambiate la fasciatura.

77

Se notate alcuni segni sospetti, quali arrossamenti, presenza di febbre, dolore nella zona inerente alla ferita e secrezioni gialle che emanano cattivo odore, chiamate subito il vostro pediatra di fiducia e prenotate una visita di controllo; di solito, dopo aver fatto la loro diagnosi, è possibile che prescrivano una cura a base di antibiotici.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità delle nostre guide