Come insegnare ai bambini a riciclare

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Oggi più che mai è di fondamentale importanza imparare a riciclare e a dare una nuova vita a degli oggetti vecchi o danneggiati; occorre farlo prestando la massima attenzione, in quanto la terra è sempre più inquinata ed è difficile riuscire a smaltire le migliaia di rifiuti che ogni giorno produciamo. L'uomo, infatti, non fa abbastanza per alleggerire l'ambiente della massa di rifiuti non indispensabili. Un ruolo importante in questo settore spetta ai bambini, che sono il futuro del nostro pianeta: occorre quindi insegnare loro a prendersi cura della propria terra, partendo da piccoli gesti quotidiani, che vanno dall'evitare il consumo eccessivo di acqua e corrente elettrica all'imparare a riutilizzare e riciclare dei vecchi oggetti. Questo tutorial si pone proprio l'obiettivo di dare dei consigli utili ai genitori su come insegnare ai propri figli a riciclare, così da poter fare in modo che i nostri piccoli crescano come adulti consapevoli e rispettosi dell'ambiente.

24

Insegnare tramite il gioco

Il modo più semplice ed efficace per far comprendere le cose importanti ai bambini e portare loro ad adottare dei comportamenti corretti: questo è possibile semplicemente utilizzando il gioco come mezzo di insegnamento. Spesso essi non vogliono o non possono capire determinate cose; questo è il motivo per cui i bambini si oppongono agli insegnamenti dei genitori, pertanto, se riusciamo a coinvolgerli in un gioco che comprende anche una piccola gratificazione per ciò che fanno, essi saranno sicuramente più propensi ad imparare e contemporaneamente si divertiranno.

34

Dare il buon esempio

Se il bambino è molto piccolo il metodo più efficace per insegnargli qualunque cosa è senza dubbio quello ludico; partendo da un gioco ideato dai genitori, infatti, si ottengono risultati migliori in tempi rapidi. Il bambino è invogliato ad apprendere dal desiderio di ricevere il premio o la ricompensa promessa, oltre che dall'idea di fare un gioco divertente. Si può dire al bambino che ogni volta che finisce la merendina deve chiedere alla mamma dove buttare la carta. Dopo averla messa nel contenitore giusto riceve in premio una faccina sorridente e che 10 di esse gli garantiscono un dolce o un piccolo giocattolo. Dopo questo primo passo, che può durare qualche settimana o mese, il bimbo si abitua alla nuova modalità. In seguito, quando il bambino ha preso dimestichezza gli si può chiedere di assolvere autonomamente il suo compito. In questo processo non va sottovalutato lo spirito dei genitori; essi sono l'esempio e la guida del bambino, quindi devono mostrare entusiasmo per la raccolta differenziata e svolgerla sempre coscienziosamente anche davanti al piccolo, in modo tale che possa apprendere dall'esempio dei genitori stessi.

Continua la lettura
44

Riciclare gli oggetti

Quando il bambino ha un'età superiore ai 6 anni circa, si può scegliere dia applicare un metodo educativo più diretto: per esempio, è possibile mostrare loro delle immagini della terra inquinata e spiegare con termini semplici e comprensibili gli effetti negativi che l'inquinamento ha sulle piante, gli animali e l'essere umano. A questo metodo si può affiancare un metodo ludico in modo che il bambino passa dall'aspetto teorico a quello pratico. È ovvio che i premi attribuiti al bambino devono essere idonei alla sua età, altrimenti c'è il rischio che non si sente più invogliato a portare a termine il suo compito. Inoltre, pian piano che cresce, è indispensabile cercare di togliere il premio, facendo capire al piccolo che il dono più grande lo riceverà dall'ambiente stesso. Un altro metodo per avvicinarlo al mondo del riciclo e fargli prendere conoscenza dei diversi materiali, creando, assieme a lui, dei giocattoli con materiale di scarto, come il cartone o le lattine, con cui si possono creare diversi oggetti. Avvicinare il bambino alla realtà del riciclo e della raccolta differenziata è fondamentale per farlo crescere consapevole del mondo che lo circonda e per cercare di salvaguardare il mondo in cui viviamo.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

10 giochi all'aperto da insegnare ai propri figli

Quando la giornata lo consente, è sempre bello dedicarsi ai propri figli e farli giocare all'aria aperta. Passare alcune ore all'interno di un parco o di un giardino può infatti rappresentare un passatempo davvero utile per accrescere le capacità motorie...
Bambino

Come insegnare l'arte del riciclo ai bambini

Con il trascorrere degli anni, l'essere umano acquista una maggiore sensibilità per la tutela ambientale e, quindi, il riciclo rappresenta un ottimo mezzo per prendersi cura dell'intero pianeta Terra: in numerosi centri, esso è ormai una pratica obbligatoria,...
Bambino

Modi divertenti per insegnare ad un bambino l'alfabeto

Il passaggio dall'età del gioco a quella dell'apprendimento rappresenta una fase molto delicata per lo sviluppo dei più piccoli. Tuttavia, è importante cercare di far capire ai bambini che imparare qualcosa di nuovo non è solo utile, ma anche divertente,...
Bambino

Come insegnare ai bambini a riporre i giochi

Il compito dei genitori è sicuramente quello più difficile da svolgere. Educare un bambino comporta sacrificio, costanza, pazienza ed impegno. Soprattutto quando si tratta di insegnargli l'ordine e a riporre le cose al proprio posto.Il più delle volte...
Bambino

Come Insegnare A Camminare Al Proprio Figlio

Se avete un bambino molto piccolo e desiderate avere dei consigli su come insegnare a camminare al proprio figlio, questa guida fa proprio al caso vostro. Leggete con attenzione e vedrete che insegnare a camminare al vostro bambino sarà una tra le esperienze...
Bambino

Come insegnare ai bambini a non sprecare l'acqua

Risorsa importantissima e vitale, l'acqua è un bene estremamente prezioso. Sprecare l'acqua, equivale a dimostrare una totale mancanza di amore e rispetto. Per questo motivo è di vitale importanza insegnare ai bambini a non sprecare l'acqua, ma ad averne...
Bambino

Come insegnare ai bambini a scrivere

Negli anni passati, per insegnare ai bambini a scrivere, si faceva disegnare loro i "bastoncini". In questo modo i bambini acquisivano dimestichezza nel tenere in mano una penna. Oggi non si utilizza più questo tipo di metodo perché antiquato, ripetitivo...
Bambino

Come insegnare a un bambino a lavarsi la faccia

Insegnare ad un bambino a lavarsi la faccia non rappresenta affatto un'impresa complicata, sopratutto se si riesce a porre il gesto come un'attività ludica. È molto importante se non fondamentale, rispettare assolutamente i suoi tempi e cogliere prontamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.