Come insegnare ai bambini a gestire il loro tempo

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Per i più piccoli il tempo rappresenta un concetto del tutto astratto, difficile da intuire e maneggiare: il prima e il dopo, ovvero l'ordine cronologico degli eventi, così come la quantità di tempo che si dedica alle varie attività sono acquisizioni che arrivano gradualmente nel corso dello sviluppo. Si può tuttavia, provare a fornire qualche strategia per dare l'opportunità di nutrire una crescente consapevolezza nei confronti del tempo. Ecco allora una guida che vi propone come insegnare ai vostri bambini a gestire bene il loro tempo, in modo semplice ed originale.

24

Per i bambini durante i periodi di crescita è molto importante avere delle routine, ovvero delle abitudini quotidiane che, nella necessaria flessibilità, possano permettere di scandire il tempo. Sebbene la consapevolezza dello scorrere delle ore possa essere una conquista che avviene più in là, i bambini hanno un notevole bisogno di trovare dei riferimenti cronologici che segnino i loro momenti di vita.

34

Per tale motivo, si può insegnare ai piccoli, fin dalla tenera età, a prevedere quello che avverrà nel corso della giornata e a sviluppare una certa cognizione dello scorrere del tempo. La costanza e la abitudinarietà delle attività svolte giorno per giorno consentiranno al bambino di sentirsi al sicuro e di imparare fin da subito a organizzare e gestire il proprio tempo. Oltre ai momenti dei pasti, pertanto. Sarà opportuno istituire momenti dedicati allo svago, poi allo studio e, ovviamente, al riposo.

Continua la lettura
44

D'altra parte è bene anche che il tempo dei bambini non sia così saturo e strutturato come quello degli adulti; oltre alla frequenza scolastica, allo svolgimento di compiti e di eventuali mansioni domestiche (nel caso ovviamente in cui si parli di bambini in età scolare), i piccoli hanno diritto a godersi un tempo libero che sia effettivamente tale. Non occorre, quindi, organizzare a tutti i costi ogni minuto dei propri figli o dei bambini che si hanno intorno ma si può anche offrire loro la possibilità di dare libero sfogo alla creatività, trasformando eventuali momenti di noia in occasioni di svago originale. Per chi ne ha la possibilità con l'arrivo della bella stagione sarebbe ideale anche permettere di trascorrere il proprio tempo libero a contatto con la natura: giochi da fare all'aperto o esplorazioni dell'ambiente saranno situazioni molte ricche e intense sia dal punto di vista di nuovi apprendimenti che nell'ambito delle relazioni.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

5 modi per insegnare a leggere al tuo bambino

Avviare i bambini in età prescolare alla lettura implica un processo educativo impegnativo. I genitori che intendono insegnare a leggere al proprio figlio dovranno munirsi di una buona dose di pazienza, nella consapevolezza che ciascun bimbo necessita...
Bambino

Come insegnare le lettere ai bambini in età prescolare

I bambini in età prescolare, indicativamente dai 4 ai 5 anni, hanno raggiunto una maturità sufficiente per iniziare a riconoscere le lettere dell'alfabeto e i numeri da 1 a 10 (e oltre). Se vogliamo che nostro figlio inizi a familiarizzare con le lettere...
Bambino

Come insegnare danza ai bambini

In questo tutorial di oggi vi spiegheremo come insegnare danza ai bambini. L'insegnamento di questa disciplina dovrà essere eseguita da mani maggiormente esperte, in quanto è formata da esercizi che dovranno essere imparati gradatamente, seguendo un...
Bambino

Come insegnare yoga ai bambini

Nella società attuale ormai quasi ogni momento della vita, è vissuto in modo frenetico alla ricerca di uno pseudo benessere da raggiungere, che molto spesso si concretizza in nulla più che benessere economico. Questa nostra corsa confusionaria coinvolge...
Bambino

Come insegnare ai bambini a riconoscere le forme geometriche

La geometria, al pari della matematica, è forse la materia più ostica sia per gli alunni delle scuole elementari, sia per coloro che la studiano a livello universitario. Questa difficoltà sta soprattutto nel fatto che ogni concetto è strettamente...
Bambino

Come insegnare ai bambini a scrivere

Negli anni passati, per insegnare ai bambini a scrivere, si faceva disegnare loro i "bastoncini". In questo modo i bambini acquisivano dimestichezza nel tenere in mano una penna. Oggi non si utilizza più questo tipo di metodo perché antiquato, ripetitivo...
Bambino

Come insegnare a un bambino a lavarsi la faccia

Insegnare ad un bambino a lavarsi la faccia non rappresenta affatto un'impresa complicata, sopratutto se si riesce a porre il gesto come un'attività ludica. È molto importante se non fondamentale, rispettare assolutamente i suoi tempi e cogliere prontamente...
Bambino

Come insegnare ai bambini a gestire il loro tempo libero

Per tempo libero s'intende quel momento in cui non si hanno più impegni lavorativi. Quindi, non è altro che un tempo da dedicare a se stessi. Oppure ad attività piacevoli e rilassanti. Tuttavia, a volte si finisce per far diventare routine anche questo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.