Come insegnare ad un bambino il rispetto delle regole

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Tutti quanti abbiamo dovuto sottostare a delle regole sociali impartite dai nostri genitori, nonostante le abbiamo trasgredite regolarmente. Quando si tende a diventare adulti e genitori, ovviamente, si comprende che insegnare il rispetto ad un bambino rappresenta un qualcosa di particolarmente complicato, sebbene debba essere considerata l'età. Il rispetto degli altri, compresi gli animali, è il fondamento di tutti quanti gli insegnamenti, che deve essere impartito armati di tanta pazienza e di una buona dose di severità. Si dovrebbero escludere le punizioni corporali, dal momento che è più facile farsi ubbidire guardandolo direttamente negli occhi e spiegandogli con voce ferma e decisa il perché del divieto. Ecco, pertanto, come insegnare ad un bambino il rispetto delle regole.

25

Come comportarsi al supermercato in compagnia dei bimbi

Quasi sempre il fine settimana è riservato alla spesa settimanale nei vari supermercati, ma se ci sono ragazzini al seguito, il tutto potrebbe rilevarsi un vero e proprio inferno. Tutto questo perché potrebbero fare dei capricci, gettandosi a terra ed agitandosi mettendo veramente a disagio i genitori. Allora può tornare utile prenderli strettamente tra le braccia, ed in tono molto duro spiegargli che non si possono fare delle scenate nei luoghi pubblici, per poi pretendere un giocattolo oppure delle caramelle. Tante coppie, per ovviare a questo genere di inconveniente, preferiscono lasciare i "sabotatori" dalle nonne oppure in compagnia delle tate.

35

Come punire i bambini che dicono bugie, rubano o sputano

Uno dei capricci maggiormente frequenti consiste nel dire le bugie, dal momento che il bambino di 3 o 4 anni non distingue la realtà dalla fantasia, e per questo motivo potrebbe aver mentito senza accorgersene. Solitamente il bambino piccolo mente per coprire una sua marachella, a cui deve assolutamente fare seguito un chiarimento. Nel caso in cui il genitore dovesse ritenere di avere ragione, è necessario punirlo con molta fermezza, mostrandosi delusi nei loro confronti. Invece se il bambino ruba oppure prende degli oggetti dagli scaffali dei negozi, è consigliabile spiegargli che non si può avere sempre quello che si desidera, in quanto esiste anche la distinzione tra il mio ed il tuo. L'orrenda abitudine di sputare alle persone deve essere tolta sul nascere, mettendoli in castigo. In ogni caso, non si devono prendere a schiaffi i bambini, oppure rinchiuderli in una stanza al buio o chiusa a chiave. In questa maniera, infatti, diventerebbero ancora più ribelli del solito. Allora sarebbe opportuno fargli comprendere che questo orrendo gesto è ripugnante e che offende profondamente i genitori. Pertanto educare il bambino non significa farlo vivere in un clima di terrore, bensì guidarlo senza soffocarlo. Le regole servono per crescere bene con se stessi e con gli altri. Purtroppo i figli nati dopo tanti anni di tentativi e da madri non più giovani, tendono a prendere il sopravvento, sostituendo l'autorevolezza alla totale affettività.

Continua la lettura
45

Come fare con bimbi che si comportano male a mangiare fuori casa

A volte capita di andare a mangiare oppure di essere invitati al ristorante o in pizzeria, e di rifiutare proprio per il pericolo di urli e strepiti. I bambini che mostrano questi vizi devono essere portati fuori dal locale ed obbligati a farsi rispettare dai loro genitori, dal momento che non sono in casa propria, in cui tutto è quasi concesso come allontanarsi da tavola prima che tutti abbiano terminato.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Tanta pazienza e tanto amore.
  • Escludete le punizioni corporali.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come insegnare a un bambino il valore del denaro

I bambini tendono a voler ottenere, sin dalla prima età, tutto quello che li circonda e le armi che utilizzano sono i capricci ed i pianti esasperati. I genitori, molto spesso, per non assistere a delle sceneggiate, tendono ad accontentarli, acquistando...
Bambino

Come insegnare a un bambino a mangiare le verdure

Una buona alimentazione è la base della crescita di ogni bambino. Introdurre frutta e verdura nel quotidiano garantisce uno sviluppo equilibrato e graduale. Tuttavia, da sempre, i bambini si mostrano restii agli ortaggi e a qualche frutto. Probabilmente...
Bambino

Come insegnare al tuo bambino ad essere autonomo

Il bambino ormai è cresciuto, ha superato, con successo e con l'aiuto degli attenti genitori, importantissime tappe della crescita: non è più il neonato indifeso che dipende totalmente dalla mamma per soddisfare ogni sua esigenza e certamente a questo...
Bambino

Come gestire un bambino che non rispetta gli oggetti

In questa guida, passo dopo passo, provvederò a dare tutte le spiegazioni utili su come gestire nel migliore dei modi un bambino che non rispetta gli oggetti. Un figlio, di solito verso l'età di due o tre anni, tende a trasformarsi inesorabilmente in...
Bambino

Come spiegare i 5 sensi ai bambini

Man mano che i bambini crescono, hanno la necessità di imparare cose nuove. I genitori devono affrontare l'arduo compito di insegnare ai loro figli tutti e 5 i sensi. Molte volte questo si può fare entrando in contatto con il bambino mettendosi dalla...
Bambino

Come far riordinare i giocattoli al bambino

Avere figli, si sa, non è un compito facile. Superata la fase della prima infanzia, infatti, bisogna insegnare ai bambini alcune regole, per fare in modo che apprendano come comportarsi, in casa e a scuola. Un'abitudine che è importante insegnare è...
Bambino

Come insegnare ai bambini a scrivere

Negli anni passati, per insegnare ai bambini a scrivere, si faceva disegnare loro i "bastoncini". In questo modo i bambini acquisivano dimestichezza nel tenere in mano una penna. Oggi non si utilizza più questo tipo di metodo perché antiquato, ripetitivo...
Bambino

Come insegnare a un bambino a lavarsi la faccia

Insegnare ad un bambino a lavarsi la faccia non rappresenta affatto un'impresa complicata, sopratutto se si riesce a porre il gesto come un'attività ludica. È molto importante se non fondamentale, rispettare assolutamente i suoi tempi e cogliere prontamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.