Come insegnare a un bambino il valore del denaro

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I bambini tendono a voler ottenere, sin dalla prima età, tutto quello che li circonda e le armi che utilizzano sono i capricci ed i pianti esasperati. I genitori, molto spesso, per non assistere a delle sceneggiate, tendono ad accontentarli, acquistando loro giochi più o meno costosi. Tuttavia è doveroso affermare che tutto questo non è affatto educativo. Insegnare ai piccoli il valore del denaro rappresenta un passo importante che ciascun genitore, prima o poi, dovrebbe compiere. Questo fondamentale momento dal punto di vista pedagogico, non soltanto consiste in un passaggio educativo fondamentale per la crescita di ciascun bambino, ma rappresenta anche l'avvio ad un processo di responsabilità che formerà gradualmente il carattere di coloro che diventeranno gli uomini e le donne del domani. Nel momento in cui ci si trova in situazioni del genere, e tenendo in considerazione il consumismo e la crisi economica che stanno prendendo piede, è necessario comportarsi in una certa maniera. Bisogna far crescere i propri figli, chiarendo quale sia il valore del denaro e come utilizzarlo in maniera corretta. In buona sostanza, questo passo consiste nel far crescere degli individui che, nel futuro, saranno ben coscienti del suo potere di acquisto. Seguendo i passi di questa guida, vi spiegheremo come riuscire ad insegnare il valore del denaro ad un bambino.

25

Spiegare ai bimbi che il denaro non va sperperato

Non è fondamentale utilizzare della terminologia eccessivamente complicata, per potersi far comprendere dai bimbi piccoli. Invece è logico parlare con loro, utilizzando un linguaggio adeguato alla loro età. Ciascun bambino deve avere presente che i propri genitori, quotidianamente, vanno al lavoro per guadagnare i soldi necessari che permettono a lui ed alla sua famiglia di vivere bene. Per questa ragione è fondamentale spiegare ai propri figli che il denaro non deve essere sperperato ma utilizzato con parsimonia, dal momento che rappresenta il risultato di sacrifici e di impegni quotidiani. Per chiarire questo concetto nel migliore dei modi, dovrebbe essere educativo sottolineare che la priorità, nell'ambito di un bilancio familiare, va sempre attribuita agli acquisti indispensabili e, soltanto in secondo luogo, a quelli superflui.

35

Far capire ai figli che è importante aiutare il prossimo

Un altro passaggio importante è quello di far comprendere, ai bambini, il concetto di "uomo come parte integrante di una comunità", in cui è fondamentale aiutare il prossimo. In pratica, se questa tematica viene affrontata correttamente favorirà lo sviluppo di un'etica della responsabilità sociale, molto rara in periodi particolarmente difficili come il nostro. È consigliabile, in quest'ottica, mostrare ai propri bambini che il denaro non serve solamente per effettuare degli acquisti, ma anche per aiutare le persone meno fortunate. Pertanto, una buona idea è quella di donare gli oggetti che non vengono più utilizzati, a persone che presentano problemi economici. Ad esempio, sarebbe efficace donare giocattoli oppure vestiti, senza ricevere alcun bene in cambio. Pertanto, possiamo affermare che è particolarmente importante insegnare la generosità ai figli, trasmettendogli il principio che non sempre si deve compiere qualcosa per ottenere qualcos'altro.

Continua la lettura
45

L'utilità di utilizzare una paghetta settimanale

Quando le varie lezioni monetarie saranno state comprese a livello teorico, non rimarrà altro da fare che passare alla fase pratica, utilizzando l'ausilio di una paghetta che può diventare un ottimo strumento per responsabilizzare i futuri uomini e donne di domani ad un corretto utilizzo del denaro. Diventa molto importante stabilire una cifra che rimanga invariata, e che non deve essere aumentata per alcun motivo. In pratica, il bambino deve avere ben chiaro il fatto che quei soldini, che gli sono stati concessi, devono essere sufficienti per tutta la settimana. Inoltre, una volta che il bambino avrà speso quel denaro, non avrà altri soldi prima dello scadere del tempo stabilito. Questo tipo di operazione consentirà al bimbo di effettuare le sue prime scelte importanti, dal momento che dovrà iniziare a prendere coscienza che con il denaro in suo possesso non può acquistare tutto quello che desidera, ma potrà scegliere l'oggetto che per lui è maggiormente importante. Ovviamente tutto questo dovrebbe portare a delle rinunce e dei sacrifici. Effettuare questa serie di operazioni necessita di molto tempo e di una dose di pazienza non indifferente, ma non c'è assolutamente fretta. Infatti quello che conta è porre le basi per permettere ai propri figli di crescere con dei valori sani, facendo capirgli che un capriccio ogni tanto è ben accetto, mentre lo sperpero quotidiano non è affatto ammissibile. Naturalmente il valore della paghetta deve essere determinato a seconda dell'età del bambino, in base al suo comportamento ed al suo rendimento scolastico.

55

Non sono indispensabili paghe elevate

Per concludere, è necessario ricordarsi che per responsabilizzarlo al valore del denaro, non serve dargli delle cifre settimanali elevate, ma sono più che sufficienti una decina di euro. La decisione di accantonarli oppure di utilizzarli per acquistare un oggetto che a lui sta a cuore, spetta esclusivamente a lui. In questa maniera, pertanto, il bambino sarà obbligato a pensarci bene prima di decidere se acquistare oppure mettere da parte il denaro della paghetta a lui concessa. Tutto questo aiuta il suo processo di crescita.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come insegnare al proprio figlio ad essere responsabile

La principale causa di incomprensione tra genitori e figli viene solitamente dovuta a le continue insistenze di responsabilizzarsi. È davvero fondamentale insegnare al proprio figlio ad essere responsabile. Infatti, dando il buon esempio, questo si...
Bambino

Come organizzare il salvadanaio dei bambini

Come abbiamo accennato lungo il titolo che accompagna questa guida, ora andremo a occuparci di bambini, e lo faremo in modo molto particolare, in quando proveremo a fornirvi qualche idea su Come organizzare il salvadanaio dei bambini. Questo è un aspetto...
Bambino

Come insegnare a un bambino a lavarsi i denti

Lungo i passi che andranno a comporre questa breve guida, andremo a occuparci di igiene personale, collegata anche all'educazione. Infatti, i protagonisti di questa guida saranno i bambini. Proveremo a spiegarvi in pochi passi Come insegnare a un bambino...
Bambino

Come insegnare ai bambini il rispetto per gli altri

In questa guida cercherò di spiegare come insegnare ai bambini il rispetto per gli altri. Si tratta di un sentimento base quasi innato che con una giusta guida dovrebbe scaturire la consapevolezza dei diritti delle singole persone. Il tutto fa parte...
Bambino

5 modi per insegnare a leggere al tuo bambino

Avviare i bambini in età prescolare alla lettura implica un processo educativo impegnativo. I genitori che intendono insegnare a leggere al proprio figlio dovranno munirsi di una buona dose di pazienza, nella consapevolezza che ciascun bimbo necessita...
Bambino

Come insegnare ai bambini a riciclare

Oggi più che mai è di fondamentale importanza imparare a riciclare e a dare una nuova vita a degli oggetti vecchi o danneggiati; occorre farlo prestando la massima attenzione, in quanto la terra è sempre più inquinata ed è difficile riuscire a smaltire...
Bambino

Come insegnare i bambini a mangiare da soli

Il momento del pasto significa condivisione, scambio di idee, racconti di vita quotidiana. Durante i pasti si prendono decisioni importanti ed è il momento migliore per i genitori per trasmettere la loro conoscenza e il loro modello educativo. Al giorno...
Bambino

Come insegnare ad usare le posate al vostro bimbo

Un visino impistricciato, un bavaglino macchiato, una tazza rovesciata, pappa dappertutto sono le scene classiche alle quali tutti i genitori, presto o tardi, assistono, dinanzi ai maldestri tentativi del proprio bambino di nutrirsi da solo. Si tratta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.