Come insegnare a parlare ad un bambino

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'acquisizione del linguaggio è una delle tappe fondamentali nella vita di un bambino. Alcuni genitori possono essere disorientati o addirittura spaventati temendo di non essere in grado di insegnare a parlare ai propri figli. In questa guida illustrerò alcuni semplici consigli per capire come facilitare il linguaggio del bambino in modo semplice e naturale.

25

L'acquisizione di questa abilità nei bambini avviene gradualmente, di solito intorno al secondo anno di vita. Tuttavia già nei mesi precedenti, il bambino trova il modo di esprimersi e comunicare con i propri genitori. Questi momenti di condivisione sono molto importanti, perché è proprio nei continui scambi con chi gli sta accanto che i bambini imparano a parlare.

35

Il primo esercizio da fare per favorire la comparsa della prime parole è parlare al bambino. I genitori nei primi mesi costituiscono infatti il principale esempio linguistico. Utilizzate frasi brevi, composte da due o tre parole. Durante questa attività è importante riuscire a catturare l'attenzione del bambino, ponendosi di fronte a lui e guardandolo negli occhi. Pronunciate alcune parole, in maniera lenta, scandendo le sillabe e ripetendole più volte. Non scoraggiatevi se il piccolo non sembra interessato. Con un po' di pazienza, i risultati si vedranno.

Continua la lettura
45

La stimolazione è quindi il principale strumento a disposizione dei genitori. Oltre al canale uditivo, cioè parlare al bambino, un ruolo importante è rivestito anche da quello visivo. Un utile esercizio infatti è quello di mostrare al bambino un'immagine, magari tratta da un colorato libro illustrato, o più semplicemente un comune oggetto del quotidiano e ripetergli il suo nome. Quando il piccolo avrà raggiunto un maggior grado di dimestichezza e comincia già a ripetere le parole, si può passare allo step successivo e cioè, stimolare il bambino mostrandogli diverse immagini o oggetti e porgli delle domande del tipo "qual è il cane?". All'inizio il piccolo probabilmente si limiterà ad indicare, ma gradualmente, sotto la guida costante dei genitori imparerà a nominare l'oggetto.

55

La lettura delle storie aiuta i bambini ad ampliare il vocabolario oltre che favorire la concentrazione e stimolare l'attenzione. La musicalità delle filastrocche stimola il bambino e lo sprona a ripetere. In ultimo i genitori devono tener presente che ogni bambino è diverso dagli altri e dunque può avere bisogno di più o meno tempo per cominciare a parlare.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come insegnare a leggere al bambino

Come ben sappiamo, quello dei bambini è un universo davvero particolare che si compone di mille e più sfaccettature. I più piccoli si trovano a scoprire il mondo e ne prendono ufficialmente parte quando cominciano la scuola.Un ambiente come quello...
Bambino

Come insegnare ai bambini a giocare da soli

Il gioco è un'attività importante, nello sviluppo del bambino, sin dai primi giorni di vita. Serve a stimolare le capacità motorie e intellettive. Il bambino, giocando, impara a socializzare e a comunicare. Un'altra finalità è la condivisione e il...
Bambino

Come insegnare i versi degli animali ai bambini

Quando nasce un bambino, porta sempre una grande gioia nella sua famiglia. Tutti accolgono il principino con amore, pregustando in anticipo l'indimenticabile momento in cui farà i primi passi e pronuncerà la sua prima parola. I genitori sono le persone...
Bambino

Come insegnare a parlare ai bambini

A partire dai primi mesi di vita dei bambini, uno dei momenti più attesi, per ogni genitore, è quello di sentir pronunciare le prime parole al proprio figlio. Perché ciò avvenga è molto importante stimolare i bimbi nel modo giusto, affinché sviluppino...
Bambino

Come insegnare ai bambini a riconoscere le forme geometriche

La geometria, al pari della matematica, è forse la materia più ostica sia per gli alunni delle scuole elementari, sia per coloro che la studiano a livello universitario. Questa difficoltà sta soprattutto nel fatto che ogni concetto è strettamente...
Bambino

Come insegnare al bambino a parlare bene

Per i figli imparare a parlare bene è una delle prime tappe cruciali della loro vita, così come lo è, ad esempio, imparare a camminare. Questa prima grande conquista del bambino ha bisogno però di tanta costanza e pazienza da parte dei genitori, senza...
Bambino

Come insegnare ai bambini a scrivere

Negli anni passati, per insegnare ai bambini a scrivere, si faceva disegnare loro i "bastoncini". In questo modo i bambini acquisivano dimestichezza nel tenere in mano una penna. Oggi non si utilizza più questo tipo di metodo perché antiquato, ripetitivo...
Bambino

Come insegnare a un bambino a lavarsi la faccia

Insegnare ad un bambino a lavarsi la faccia non rappresenta affatto un'impresa complicata, sopratutto se si riesce a porre il gesto come un'attività ludica. È molto importante se non fondamentale, rispettare assolutamente i suoi tempi e cogliere prontamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.