Come Insegnare A Camminare Al Proprio Figlio

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se avete un bambino molto piccolo e desiderate avere dei consigli su come insegnare a camminare al proprio figlio, questa guida fa proprio al caso vostro. Leggete con attenzione e vedrete che insegnare a camminare al vostro bambino sarà una tra le esperienze indimenticabili della vostra vita. Buona lettura e tanti auguri!

26

Prima di tutto, per insegnare a tuo figlio a fare i suoi primi passi, devi assicurarti che avvenga in uno spazio chiuso, e che sopratutto, la stanza sia stata sgombrata da oggetti potenzialmente pericolosi, come ad esempio, tavolino o sgabelli a spigoli vivi, i quali potrebbero ferirlo mentre muove i suoi primissimi passi. Una volta che ha sgombrato la stanza, la prima cosa che devi fare è quella di aiutare tuo figlio ad alzarsi, e cercare di fargli mantenere la posizione eretta per parecchio tempo.

36

Successivamente, cerca di fargli fare dei piccoli passi, in maniera tale che le sue gambe si abituino alla coordinazione: per far questo, reggigli le manine, e fargli muovere le gambe piano piano, facendogli fare dei piccoli passetti, in maniera tale che la schiena e che le gambe inizino ad abituarsi allo sforzo che dovranno sostenere, e che quindi, il bambino si abitui al movimento.

Continua la lettura
46

Il livello successivo dell'allenamento, consiste nel cercare di far sì che sia tuo figlio a mettersi in posizione eretta e muovere i suoi primi passi in maniera autonoma. Per far questo, posizionati sempre dietro il bambino e seguilo in tutti i suoi movimenti, tenendoti pronto ad intervenire quando sta per cadere, reggendolo immediatamente. In questo modo eviteresti, in primo luogo che possa farsi male, e che per lo spavento, il bambino possa rifiutarsi di camminare nuovamente.

56

Il passo successivo e finale che devi insegnare a tuo figlio, consiste nel farlo camminare senza reggerlo, e quindi, abituarlo a fargli percorrere diversi metri senza che si tenga da qualche parte. Per fare questo esercizio, come prima cosa devi aspettare che il bimbo si metta in posizione eretta in maniera autonoma e una volta che raggiunge questa postura, il tuo compito è quello di stargli di fronte e chiamarlo. In questa maniera inizierà a muovere i suoi passi da solo, senza che ci sia bisogno del tuo sostegno fisico.

66

Se tuo figlio dovesse cadere, cerca subito di consolarlo e tranquillizzarlo, in maniera tale che il suo spavento possa essere placato immediatamente. Successivamente, cerca di farlo allenare di nuovo evitando così piccoli traumi e che quindi si rifiuti di camminare, vanificando ogni singolo allenamento effettuato fino quel momento. Quando avrà acquisito tali capacità primarie, ti accorgerai che la tua soddisfazione più grande, sarà quella di vederlo correre per casa.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come insegnare al bambino a parlare bene

Per i figli imparare a parlare bene è una delle prime tappe cruciali della loro vita, così come lo è, ad esempio, imparare a camminare. Questa prima grande conquista del bambino ha bisogno però di tanta costanza e pazienza da parte dei genitori, senza...
Bambino

Come insegnare al bambino a gattonare

L’atto del gattonare è un momento di svolta nel bambino, in quanto rappresenta il suo primo traguardo che lo porterà al completo movimento autonomo, cioè al camminare. Quando un bambino inizia la fase carponi, è di fondamentale importanza che venga...
Bambino

5 consigli per insegnare ai bambini a vestirsi da soli

Un attimo prima sono bambini, un attimo dopo sono già piccoli adulti in cerca della loro autonomia: imparare a parlare, a camminare e correre sono sicuramente dei traguardi importanti, ma non gli unici. Per un bambino indipendenza significa anche sapersi...
Bambino

Imparare a camminare con le bretelle

La maggior parte dei bambini inizia a camminare tra i 10 e i 14 mesi. Solitamente si inizia con il gattonamento o trascinando il sedere a terra spostandosi con le mani, il saltello da seduto o in ginocchio, oppure gli spostamenti incerti sorretti dall'adulto,...
Bambino

Primi passi: come affrontare questo momento

I primi passi di un bambino rappresentano sempre un momento molto emozionante sia per i genitori che per il bambino stesso. Cerchiamo di ricordare che il bambino non va mai forzato, inutile, ed anzi controproducente, cercare a tutti i costi di farlo stare...
Bambino

Come educare un bambino sin da piccolo

Quando si diventa genitori, si hanno delle grandi responsabilità si perché bisognerà essere sempre in grado di proteggere e curare il proprio figlio e sia perché bisognerà educarlo correttamente. Purtroppo non esiste un vero e proprio manuale che...
Bambino

Come farsi aiutare in casa dai figli

Educare un figlio non è mai un compito semplice, infatti la bravura del genitore sta proprio nel far crescere il proprio bambino come una persona educata e rispettosa che sappia svolgere svariate mansioni e cavarsela da solo quando sarà grande e vivrà...
Bambino

Consigli per migliorare la motricità di un bambino

La cosa principale da sapere è che i bambini dipendono nel loro apprendimento e crescita dai loro genitori, quindi non solo per quanto riguarda l'apprendimento psicologico ma anche per la motricità è importante che gli adulti che sono con loro sappiano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.