Come identificare la malattia mani, piedi, bocca

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Le malattie esantematiche sono caratterizzate da esantemi, ovvero eruzioni cutanee che compaiono durante il corso di svariate malattie infettive. Alla malattia esantematica descritta in questa guida è stato ormai attribuito un nome popolare identificativo: "Mani, piedi, bocca". Questa malattia colpisce maggiormente i bambini, soprattutto fino ai dieci anni, ma ciò non esclude che possa manifestarsi negli anni successivi. Il virus si diffonde facilmente attraverso tosse e starnuti. Può anche diffondersi attraverso feci infette, come ad esempio quando si cambia un pannolino o quando un bambino riceve feci sulle sue mani e poi tocca gli oggetti che gli altri bambini mettono in bocca. Spesso la malattia si scatena all'interno di una comunità. Di solito ci vogliono dai 3 ai 6 giorni per apparire i sintomi della malattia mano-piedi-bocca; dopo essere stati esposti al virus. Questo è chiamato il periodo di incubazione. Ecco dunque come identificare nello specifico la malattia mani, piedi, bocca.

24

Questo tipo di malattia è comune nei bambini, ma può verificarsi anche negli adulti; può verificarsi in qualsiasi periodo dell'anno, ma è più comune in estate e in autunno. La causa di questa malattia è il virus Coxsackie A16 e più raramente può essere provocata da altri virus appartenenti al genere Enterovirus. I sintomi della malattia esantematica "Mani, piedi, bocca" si presentano dopo un periodo di incubazione che varia dai 3 ai 7 giorni dopo l'esposizione all'agente virale. Il primo sintomo è rappresentato dalla febbre, che varia intorno ai 38.3°C.

34

Questa malattia esantematica è molto contagiosa. Infatti il contagio può avvenire attraverso il contatto diretto mediante saliva o secrezioni nasali. Un altro modo in cui diventa possibile la trasmissione del virus è la rottura di una o più vescicole, permettendo così la sua diffusione. Questa malattia può rivelarsi molto pericolosa nel momento in cui venga contratta durante una gravidanza, in quanto può determinare una condizione di liquido in eccesso a livello del corpo del feto e un aumento del liquido amniotico.

Continua la lettura
44

In generale questa sindrome non è facilmente contagiosa se si adottano le adeguate norme sull'igiene, come: lavarsi bene le mani, portare la mano vicino alla bocca durante tosse e starnuti, non avvicinarsi troppo ad un interlocutore mentre si parla. La malattia esantematica "Mani, piedi, bocca" non richiede l'utilizzo di cure particolari in quanto tende a guarire spontaneamente entro circa 10 giorni, con una completa guarigione delle vescicole, senza che lascino segni di cicatrici.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come comportarsi in caso di tic nervosi nei bimbi

I tic nei bimbi sono le prime preoccupazioni che hanno i genitori. Molti di questi vengono attribuiti a movimenti che si ripetono continuamente. Tuttavia, i tic sono gesti, movimenti ed espressioni improvvisi. Questi con il passare del tempo possono...
Bambino

Come capire se il neonato non digerisce il latte

Tutte le neomamme cercano di capire se il loro piccolo digerisce o meno il latte, molte si preoccupano se il neonato dopo la poppata non fa il ruttino, oppure se rigurgita o addirittura si allarmano se notano che è un po' agitato o ha il singhiozzo....
Bambino

Come aumentare le difese immunitarie nei bambini

La guida che andremo a impostare nei quattro passi che seguiranno alla breve introduzione che state leggendo, avrà il suo focus incentrato principalmente sulle difese immunitarie. Come noterete anche leggendovi il titolo stesso che accompagna la nostra...
Bambino

Come aiutare un figlio dislessico

La dislessia è un disturbo specifico nell'apprendimento che si riscontra solamente nell'ambito scolastico, non è una malattia perché i bambini dislessici hanno normali funzioni delle aree intellettive. Si tratta solo di un semplice disturbo nella capacità...
Bambino

Come gestire un bambino che piange dal dottore

Lattanti e bambini più o meno grandi possono piangere per svariati motivi. Il pianto, infatti, è uno dei primi mezzi di comunicazione che un bambino adotta per comunicare con il mondo circostante. I bambini, soprattutto i più piccoli, sanno bene, infatti,...
Bambino

Come riconoscere la scoliosi nei bambini

La scoliosi è una deformazione della colonna vertebrale che colpisce soprattutto i bambini intorno ai 10-15 anni e quindi è consigliabile riconoscere la sua presenza nel minor tempo possibile. Questa malattia viene spesso associata alle errate posture...
Bambino

Trattamento e prevenzione della pediculosi

La pediculosi è una malattia molto comune, dovuta all'infestazione di pidocchi di colore bianco-grigi che attaccano esclusivamente l'uomo e ne succhiano il sangue. Epidemie di questa malattia sono molto frequenti, sia nei paesi ricchi che in quelli poveri...
Bambino

Acetone nei bambini: cosa mangiare

L'acetone è un momentaneo disturbo del metabolismo in cui dopo aver bruciato gli zuccheri, il corpo brucerà i grassi. Dalla digestione dei grassi si formerà acetone. L'acetone è molto frequente nei bambini che mangiano male, essi infatti assumeranno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.