Come giocare con un neonato al primo nascondino

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Prendersi cura dei propri bambini non è sempre facile. Oltre alle cure che essi richiedono ogni giorno è importante anche farli divertire, spesso con giochi piuttosto semplici, come il classico nascondino ad esempio. I neonati durante i primi mesi della loro vita, non capiscono ancora che se una persona o un oggetto sparisce dalla loro vista esiste comunque. Per questo molto spesso si disperano e cominciano a piangere quando vengono lasciati soli. A riguardo esistono diversi metodi per insegnarli che non c'è nulla di cui aver timore, tra cui il primo nascondino. Esso non è altro che un gioco semplice semplice che farà acquistare ai bambini il pieno dominio di loro stessi e della realtà che li circonda. Infatti giocando otterranno un stato di piacere psico-fisico ed accresceranno il loro patrimonio di conoscenze. All'interno di questa guida vi spiegherò come giocare attuando tale metodo senza traumatizzare il neonato, ma abituandolo nel frattempo all'idea che non necessariamente tutti gli oggetti che non rientrano nel suo campo visivo sono persi per sempre. In questa guida vedremo come fare attraverso pochi e semplici passaggi. Mettiamoci in gioco quindi.

24

Innanzitutto scegliete uno dei suoi giocattoli preferiti, come ad esempio un peluche, una bambola, una copertina e giocateci assieme per un lasso di tempo medio-lungo. Dopodiché prendete l'oggetto in questione e nascondetelo dalla sua vista coprendolo con una stoffa, oppure semplicemente nascondendolo dietro di voi. Ovviamente tale procedimento lo dovrete fare senza farvi vedere.

34

Successivamente aspettate qualche secondo e notate pazientemente la sua reazione, in seguito esclamate "cucù" o "bubu settete" e fate ricomparire il giocattolo. A questo punto vi accorgerete come vostro figlio inizialmente presenti un'espressione stranita nei confronti vostri e della situazione (dato che è nuova per lui), ma come al contempo sia sorpreso e felice nel vedere che il suo giochino in realtà in quei secondi trascorsi, sia sempre rimasto lì con lui nella stanza.

Continua la lettura
44

Continuate a fare lo stesso movimento riproponendolo ogni volta in una maniera differente. Per cui una volta abituato il neonato potrete: nascondervi il viso con le mani oppure posizionarvi dietro una tenda e ricomparire dopo qualche secondo con un bel sorriso. Infine dopo un paio di giorni, quando finalmente il bimbo avrà appreso per associazione che le cose o le persone che non vede non scompaiono misteriosamente, potrete provare addirittura a cambiar stanza. L'importante è procedere con calma senza accelerare i tempi. Infatti cambiare radicalmente ed improvvisamente la situazione a vostro figlio, non farà altro che accrescere in lui questa fobia dell'abbandono.
Anche quando si gioca con il proprio figlio bisogna prestare molta attenzione a diversi fattori. Farlo crescere sano e forte è una delle priorità di ogni genitore, e affinché cresca senza fobie e paure bisogna educarlo nella maniera corretta. Seguire le istruzioni di questa guida potrebbe essere utile per tutti i genitori che ancora non sanno come muoversi e che necessitano di utili consigli. Non mi resta quindi che augurare buona fortuna e buon divertimento a tutti.
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

5 idee per festeggiare un sesto compleanno

Sei alla ricerca di un'idea su come festeggiare i 6 anni di età che prossimamente compirà tuo figlio? Niente paura, sei probabilmente sul sito giusto per avere qualche suggerimento, per l'appunto ben cinque idee per festeggiare un sesto compleanno....
Bambino

I 10 giochi da fare in casa con i tuoi figli

Essere genitore è probabilmente una delle cose migliori che possano capitare nella vita. Dicono che l'amore che si prova per un figlio non sia equiparabile a nessun altro sentimento vissuto prima. Ogni giorno si cresce insieme ed è il gioco uno dei...
Bambino

Lo sviluppo del neonato nel sesto mese di vita

Contrariamente a quanto si possa pensare, un neonato non è affatto un piccolo essere privo di capacità e competenze. In realtà, il neonato è un essere che impara davvero molto in fretta e che compie grandissimi progressi in un breve e limitato arco...
Bambino

Come stimolare un neonato pigro

L'allattamento al seno di un piccolo neonato è, di certo, una bellissima esperienza per una giovane mamma. Allattare un bambino è una perfetta occasione di intesa, magica ed irripetibile, tra il neonato e la sua preziosa mamma. Alcuni neonati, però,...
Bambino

5 trucchi per calmare il neonato che piange spesso

Ogni neonato è diverso dall'altro. C'è il bimbo che non piange quasi mai, e quello che, invece, lo fa spesso! Ciò che accomuna tutti, però, è lo scopo del pianto, ovvero: comunicare. Il neonato, infatti, non ha altro modo per far capire che qualcosa...
Bambino

Neonato: le tappe del sorriso

Per qualsiasi genitore al mondo, l'esperienza di avere un figlio nella vita, è quella più bella e indimenticabile. Infatti nel periodo che va dalla fecondazione alla scoperta dell'essere incinta, dall'evolversi dei mesi al parto, multiple sono le sensazioni...
Famiglia

Cosa mettere nella valigia delle vacanze per il neonato

Partire per le vacanze quando si ha un neonato, che ha bisogno di una sorprendente quantità di roba, non è una cosa molto semplice, soprattutto per i genitori alle prime armi. In questo caso, è consigliabile preparare una lista diversi giorni prima...
Bambino

Come intrattenere un neonato

Quando nasce un bambino porta tanta gioia nella sua famiglia: ogni nascita viene salutata con entusiasmo ed allegria, e di solito genitori, parenti ed amici acquistano giocattoli e pupazzi per il nuovo nato. Potrebbe sembrare prematuro, invece è importante...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.