Come gestire la gelosia del figlio adolescente verso il fratello

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La gelosia tra fratelli è naturale, c'è sempre stata, e ci sarà sempre perché fa parte del processo di crescita. Ogni bambino o adolescente che sia avverte spesso questo sentimento nei confronti del proprio fratello. In modo particolare, l'adolescenza rappresenta una fase molto particolare e alquanto delicata per ogni ragazzo. Ci si sente grandi, si vorrebbero fare le cose dei grandi, ma spesso si ha bisogno di conferme e di aiuto. Spesso nell'età adolescenziale non si è mai felici di quello che si ha, e proprio in questa età basta davvero poco per avvertire una sensazione di gelosia nei confronti del proprio fratello. Nei passi successivi di questa guida, a tal proposito, ci occuperemo di vedere alcuni consigli su come è possibile gestire la gelosia del figlio adolescente verso il proprio fratello.

25

Prima di tutto, quello che non bisogna mai fare è estraniare il figlio adolescente dalla quotidianità del fratello, specialmente del fratello più piccolo. Piuttosto, invece, è essenziale coinvolgerlo in molte delle attività che svolge, in maniera tale da creare un rapporto che sia di confronto e di aiuto reciproco. È importante instaurare con il figlio adolescente un rapporto di complicità verso il fratello più piccolo. Sarà quindi opportuno giocare tutti insieme, andare al parco giochi insieme, chiedere dei consigli nella scelta dei vestiti da acquistare per il fratellino.

35

La cosa che, invece, è assolutamente da evitare, è quella fare dei paragoni tra i figli, in particolar modo in presenza di terze persone. Non bisogna mai usare espressioni "tu da piccolo eri troppo monello" , " tuo fratello è più ordinato", o comunque fare degli apprezzamenti eccessivi nei confronti del bambino più piccolo in presenza del ragazzo. Bisogna, invece, cercare di valorizzare le doti e le qualità di entrambi, senza metterli a confronto. L'adolescenza, infatti, è una fase molto critica per ogni ragazzo e, per questo motivo, eventuali attenzioni e apprezzamenti particolari verso il fratello potrebbero farlo sentire non amato, non rispettato, quasi estraniato dalla propria famiglia.

Continua la lettura
45

L'elemento che risulta essere più importante è il dialogo tra il genitore e il figlio adolescente. È di fondamentale importanza cercare di capire quali sono le sue ansie, ascoltarlo e rassicurarlo, capire la motivazione della gelosia nei confronti del fratello, capire quali sono i suoi bisogni e cercare di far capire al ragazzo che ogni figlio è speciale, che si è orgogliosi di lui qualunque cosa faccia e qualunque decisione prenda sul suo futuro. Mai fargli mancare un abbraccio, una carezza, perché le coccole fanno bene a tutti, soprattutto nelle fasi di crescita. Infine, ma non per ordine di importanza, un elemento che risulta essere fondamentale è aiutare entrambi i figli a costruire tra di loro un rapporto di complicità, già da piccoli, cercando quindi si coinvolgere entrambi anche per le piccole cose, dalle preparazione di un dolce, all'acquisto del regalo per il papà o per la mamma. Le piccole liti e le gelosie ci saranno sempre e sono anch'esse importanti per la crescita, ma con pazienza e cercando di contemperare le diverse esigenze di entrambi i figli di diversa età, si può cercare di gestire e lenire la gelosia che può nascere tra di loro. Ad ogni modo, con la crescita e la maturità, nella maggior parte dei casi, si placheranno tutte le forme di gelosia tra fratelli: la cosa importante è quella di valorizzare entrambi e insegnare loro il rispetto e la complicità.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Valorizzare entrambi i figli
  • Non fare confronti tra il figlio adolescente e il fratello
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Consigli per spiegare ad un bambino l'arrivo di un fratellino

Appena usciti dallo studio medico con la prima ecografia del figlio in arrivo siete il ritratto della gioia pura. Ecco dopo qualche minuto di commozione ed euforia che si presenta la domanda: "come glielo spieghiamo?" A casa vi aspetta il vostro amato...
Famiglia

5 motivi per aspettare prima di avere un secondo figlio

Quante di voi mamme desiderano un secondo figlio? E quante di voi mamme siete insicure sul da farsi e siete in dubbio se aspettare, magari perché siete usciti da poco da un parto cesareo, o impazienti, perché il vostro primogenito si sente solo e vuole...
Bambino

10 regole per comunicare meglio con i figli adolescenti

Ogni genitore si trova a sperimentare, negli anni, le varie fasi della crescita di un figlio. Ogni genitore è più portato a fronteggiare determinate situazioni, mentre si sente maggiormente in difficoltà di fronte ad altre. Ma tutti sono concordi nel...
Bambino

Come dire ai propri figli che si aspetta un bambino dal compagno

Tra le coppie odierne ci sono sempre più separazioni e divorzi. Molto spesso le coppie separate hanno già figli che si ritrovano coinvolti nelle storie dei genitori e nei loro nuovi rapporti di coppia. Quando poi, ci si mette di mezzo una nuova gravidanza,...
Famiglia

Come migliorare il dialogo con una figlia adolescente

Tutti noi abbiamo attraversato il difficile periodo dell'adolescenza. Si tratta di un momento molto delicato e particolare della vita, in cui avvengono dei grandi cambiamenti sia fisici che psicologici. Chi ha dei figli, prima o poi dovrà affrontare...
Famiglia

Mamma single: 10 consigli per crescere un adolescente

Al giorno d'oggi è importante crescere al meglio i propri figli, ricorrendo a metodi educativi abbastanza semplici. Se siete delle mamme single, in questa lista troverete 10 utili consigli pratici per crescere al meglio un adolescente. Questi consigli...
Parto

Come affrontare la nascita del secondo figlio

Scoprirsi in attesa del secondogenito può essere un evento programmato o del tutto inaspettato, ma di certo non è meno emozionante della prima gravidanza. Alla stessa maniera, però, questo avvenimento può essere accompagnato da paure e tensioni, vissute...
Bambino

Fratellino in arrivo: 10 consigli utili

La cicogna è in arrivo. 10 consigli che sono stati utili per me e mio figlio alla preparazione e all'arrivo del mio secondogenito. Nove mesi sembrano lunghi, ma le cose da fare sono tante e soprattutto preparare e spiegare al primogenito che il fratellino...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.