Come farsi rispettare dai bambini

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Come ben sappiamo, i bambini non sono poi così facili da gestire. Molti di noi non ci riescono sempre, né come genitori, né in veste di educatori. Questo piccolo grande insuccesso può generare un forte stress in alcune persone, il quale va a minare il nostro equilibrio emotivo e mette in discussione la nostra autostima. Per non avvertire questo senso di impotenza, possiamo ricorrere ad alcune semplici regole comportamentali. In questa piccola guida, che si compone di passaggi molto chiari e utili, scopriremo come farsi rispettare dai bambini nel migliore dei modi. Non dobbiamo abbatterci per alcun motivo, invece è importante restare lucidi e agire con tutta calma.

27

Occorrente

  • Tanta pazienza
  • Regole comportamentali
  • Autorevolezza e fermezza nelle decisioni
  • Amorevolezza e rigidità
37

Creare un equilibrio tra permissivismo e autoritarismo con una serie di regole comportamentali

Secondo quanto affermano gli studiosi dell'età evolutiva, il rapporto che intercorre tra adulti e bambini non si basa sul permissivismo, né sull'autoritarismo. Bisogna invece dosare entrambi gli atteggiamenti e trovare un giusto compromesso. Quest'ultimo si incarna nell'autorevolezza. In altre parole, è fondamentale lasciare delle regole ai bambini. Queste verranno assimilate e osservate soltanto se l'adulto spiegherà in modo chiaro al bambino come ci si deve comportare. In questo frangente, è opportuno adottare una gestualità che non smentisca ciò che viene detto. Naturalmente le regole dovranno essere al passo con la fascia d'età del bambino, altrimenti non verranno comprese appieno.

47

Essere coerenti con fatti e parole e dare l'esempio con il giusto grado di severità

Quando si cerca di farsi rispettare dai bambini, bisogna essere molto chiari e soprattutto coerenti. È necessario che vi sia una corrispondenza tra ciò che si dice e ciò che si fa. L'incoerenza è assolutamente controproducente e genera confusione nel bambino. Oltretutto, nel momento in cui una regola viene espressa, non si può rettificare. Essere permissivi e comprensivi aiuta fino ad un certo punto, infatti è consigliabile mantenere un po' di severità. In questo modo i più piccoli capiranno che devono assumersi le proprie responsabilità. La trasgressione delle regole prevede una punizione, o comunque ha delle conseguenze. Insegniamo questo ai nostri bambini e sicuramente otterremo maggior rispetto da loro.

Continua la lettura
57

Optare per una giusta punizione in caso di trasgressione e per una gratificazione in caso di osservanza delle regole

L'infrazione delle regole, come abbiamo detto poc'anzi, conduce a provvedimenti correttivi. La prima cosa che ci viene in mente è il castigo quando si tratta di bambini. Ebbene, in questi casi sarebbe meglio adottare una soluzione meno intimidatoria. Lasciamo per un po' il bambino da solo a pensare a quello che ha fatto. In questo modo favoriremo un processo di autodisciplina. Quando il bambino rispetta una regola è invece utile gratificarlo. Il premio sarà una sorta di rassicurazone e il bambino sarà entusiasta di agire nuovamente in maniera positiva. Per ottenere il rispetto dei bambini, è infine buona cosa dimostrare loro il nostro amore. Far capire il senso di una regola è importante per far sentire amati i più piccoli.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Quando insegniamo delle regole ai bambini, evitiamo di sgridarli, altrimenti non capiranno dove sbagliano.
  • Cerchiamo di venire incontro alle esigenze dei più piccoli senza però lasciar prendere il sopravvento a loro.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.