Come farsi aiutare in casa dai figli

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Educare un figlio non è mai un compito semplice, infatti la bravura del genitore sta proprio nel far crescere il proprio bambino come una persona educata e rispettosa che sappia svolgere svariate mansioni e cavarsela da solo quando sarà grande e vivrà per conto suo. In un ambiente domestico i compiti quotidiani sono molti e proprio perché sono quotidiani vanno fatti ogni giorno, sia che i genitori lavorino entrambi sia che uno dei due sia casalingo, è opportuno insegnare ai figli già da subito a farsi aiutare a fare i lavori domestici partendo da piccoli gesti, da grandi saranno in grado di cavarsela sapendo fare un po' di tutto. Vediamo quindi qualche consiglio su come farsi aiutare in casa dai figli.

26

Occorrente

  • pazienza e costanza
36

Rendere ogni compito divertente e stimolante

È ben risaputo che da giovani sono come le spugne ed apprendono moltissimo, basta pensare a quante nozioni apprendono nel giro di poco tempo, infatti un neonato dal momento della nascita fino ai trentadue mesi impara a parlare, camminare, giocare. Farsi dare una mano non è poi così difficile, importante è rendere ogni compito che si fa divertente e stimolante per il vostro pargolo.

46

Dare l'esempio

L'importante è trasformare qualsiasi azione in spassosa addirittura trasformandola in svago. All'età di 18 mesi e mezzo sono già molto attirati da tutto quello che fa un genitore e si può cominciare con le mollette da stendere. Normalmente le mollette sono colorate ed attraggono un pargolo, sarà sufficiente farvele passare quando state stendendo la biancheria sul balcone. Chiedete la pinza di un colore e poi di un altro così impara a conoscere i colori e ad aiutare.

Continua la lettura
56

Rivalità positiva

I gesti come ritirare i giocattoli si possono fare insieme, il bimbo capisce che ogni cosa va riposta al suo posto, partendo dall'età di uno o due anni vedrete che verrà naturale man mano che cresce fare un po' di tutto, addirittura se avete due o più bambini noterete un pizzico di "rivalità" positiva che nasce tra di loro.

66

Ricordarsi di lodare il bambino

Naturalmente sarà compito dell'adulto lodare ed insegnare bene ai bambini, perché capiranno che facendo adeguatamente la mamma ed il papà sono contenti. Importante è che l'approccio ad ogni azione sia positivo e stimolante come per i giochi: i più divertenti verranno eseguiti più volte ed i più noiosi presto abbandonati. L'impegno costante di un adulto può stimolare a fare i lavori rendendoli cosa spontanea come bere o mangiare e dimostrando così al proprio figlio che se ognuno si impegna nel suo piccolo a fare qualche lavoro rimarrà più tempo in seguito per fare altro come giocare, uscire ecc..

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come gestire i capricci dei bimbi quando sei fuori casa

Spesso i bimbi fanno delle sceneggiate, per attirare l'attenzione dei genitori. Altre volte sono dei veri e propri bisogni che dobbiamo soddisfare. Un neonato ha la necessità del latte materno. Non riesce a esprimersi. Perciò piange e urla per farsi...
Bambino

10 regole per comunicare meglio con i figli adolescenti

Ogni genitore si trova a sperimentare, negli anni, le varie fasi della crescita di un figlio. Ogni genitore è più portato a fronteggiare determinate situazioni, mentre si sente maggiormente in difficoltà di fronte ad altre. Ma tutti sono concordi nel...
Bambino

Come gestire dei bambini impertinenti

In questa guida andremo ad analizzare come poter gestire quei bambini che si dimostrano impertinenti, ovvero, con doti caratteriali quali l'aggressività, la maleducazione e la disobbedienza.Piccoli atteggiamenti, alcuni gesti,comportamenti singolari...
Bambino

5 modi per avvicinare i bambini al mare

L'estate sta arrivando e per molte famiglie è finalmente tempo di mare! Ma per tanti bambini che si avvicinano spontaneamente alle onde, magari anche con qualche spavalderia di troppo, ce ne sono altrettanti che manifestano paura e proprio di affrontare...
Famiglia

Come instaurare un rapporto di fiducia con i propri figli

Essere genitore è un'esperienza molto stimolante che può riempire la vita di felicità, ma è anche un'impresa molto impegnativa. Infatti non è semplice riuscire a crescere i propri figli in modo sereno, consigliandoli sempre al meglio e fornendo loro...
Bambino

Come consolare un bambino che piange

Il pianto è un'espressione naturale adottata da ogni essere vivente tramite il quale si riesce ad esprimere determinate sensazioni. Per il bambino, soprattutto durante i primi mesi di vita, rappresenta l'unico modo per esternare un malessere. Infatti,...
Famiglia

5 errori da non fare al momento della nanna

Tutte i genitori, prima o poi, si trovano, o si sono trovati almeno una volta nella vita, a dover fare i conti con il problema della nanna. Infatti, la speranza di ogni genitore, è che il proprio bimbo una volta addormentatosi, non si risvegli almeno...
Bambino

BIcicletta senza rotelle: come imparare

Andare in bicicletta è sicuramente una delle esperienze che ci dona una sensazione di libertà in modo semplice, non dispendioso e sempre nel rispetto della natura. Chi non ricorda la sua prima biciclettina con le altrettanto utilissime, ma odiatissime,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.