Come fare accettare la propria disabilità ad un bambino

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La diversità rappresenta un problema serio, è inutile negarlo. Essa infatti compromette quelle che sono le normali attività, causando una sensazione di alienazione dal mondo, di inadeguatezza, di “mancata accettazione reciproca”. Il problema di gestione e di accettazione aumenta quando l’interessato è un bambino. In questa guida cercheremo di capire come fare accettare la propria disabilità ad un bambino. Sia chiaro che non è un processo semplice ma che bisogna affrontare facendo delle piccole azioni mirate e facendosi aiutare, cosa molto consigliata, da uno psicologo infantile che conosca quindi bene le dinamiche della mente di un bambino disabile.

24

Capire in cosa consista la disabilità

Il primo passo è capire in cosa questa diversità consiste. Che si tratti di un malfunzionamento di qualche organo, della assenza di uno di questo, che il problema sia visibile o noto solo all’interessato, bisogna per prima cosa comprendere cosa questo problema comporti, quali difficoltà siano da affrontare nella vita quotidiana, quali sfide quotidiane il bambino si trovi a superare. Bisogna aiutare il bambino a comprendere in cosa consista la sua difficoltà, in modo che possa prevedere eventuali pericoli e evitare situazioni di rischio.

34

Spingere il bambino a sviluppare degli interessi

Affermazioni generali del tipo “sei così, ma sei speciale” non sono sufficienti. Bisogna infatti, soprattutto con i bambini, lavorare in maniera più mirata. Se ad esempio il bambino non è in grado di vedere, bisognerà fargli capire che comunque lui stesso potrà contare su uno sviluppo maggiore degli altri sensi. Occorre spingere il bimbo a sviluppare degli interessi, spingendolo a giocare e “sfidare” gli altri bambini in campi che mettono alla prova proprio i sensi che lui stesso ha più sviluppati. In questo modo la sensazione di superiorità in un campo colmerà seppur parzialmente l’inferiorità in un altro. È fondamentale poi non negare la diversità.

Continua la lettura
44

Accettare la diversità dei propri figli

Un’ultima annotazione: per aiutare i bambini a convivere con la loro diversità, è fondamentale per prima cosa che siano i genitori ad accettarla. In molti casi infatti il rifiuto e la negazione della situazione, di cui uno o entrambi i genitori si rendono protagonisti, fa in modo che nel bambino si sviluppi una sorta di senso di colpa che non potrà che rendere ancora più problematica la situazione emotivo-psicologica del bambino. Il primo passo è quindi l'autocoscienza dei genitori che devono avere la forza di accettare la situazione e trasmettere soluzioni e serenità al bambino.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come educare i bambini alla diversità

Il concetto di diversità è molto complesso e tiene conto di innumerevoli fattori. La diversità tra gli esseri umani nasce dall'idea di aggregazioni o tipi di società che potrebbero però rivelarsi pericolose realizzando situazioni di disagi sociali....
Bambino

Sport per bambini timidi

Da sempre lo sport è considerato il miglior modo per mantenere uno stile di vita salutare; è per questo che sin dalla tenera età è consigliato approcciarsi ad una qualsiasi attività motoria. Introdurre i bambini allo sport non risulta sempre semplice,...
Bambino

Sport per bambini disabili

Per i bambini disabili lo sport è di fondamentale importanza. Oltre ad avere valore riabilitativo e terapeutico, ha una grande valenza sociale e affettiva. Sotto il profilo educativo il concetto di disabilità non investe solo la sfera psico-motoria....
Bambino

10 libri della buonanotte da leggere ai bambini

Quando i bambini non sono ancora capaci di leggere o quando trovano scarso interesse nella lettura, è opportuno che ci sia qualcuno ad avvicinarli al mondo dei libri. La lettura di storie ai più piccoli è funzionale a fargli sviluppare una buona capacità...
Bambino

10 suggerimenti per crescere bimbi felici

Allevare i bambini in un ambiente sano e felice è essenziale per far si che crescano bene. All'interno di questa guida elencheremo per la precisione i dieci suggerimenti per far crescere dei bimbi felici. Se siete dei genitori apprensivi, siete al posto...
Bambino

Come spiegare la povertà ai bambini

La povertà è un tema di toccante attualità che, direttamente o indirettamente, interessa tutti noi. Ci imbattiamo quotidianamente in persone che per necessità sono costrette a mendicare qualche moneta per poter acquistare un tozzo di pane per sfamarsi...
Bambino

Come vestire i gemelli

Avere dei gemelli monozigoti, può presentare alcune problematiche nell'abbigliamento. Al riguardo, esistono due diversi pensieri. Alcuni sostengono sia meglio vestirli con gli stessi colori e gli stessi modelli. Altri invece, ritengono più opportuno...
Bambino

Come spiegare l'omosessualità ad un bambino

L'essere genitori, comporta insieme a innumerevoli gioie altrettante responsabilità. Significa rappresentare il fulcro affettivo e il riferimento educativo del bambino. Ogni spiegazione, regola o insegnamento avrà future ripercussioni sulla sua vita...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.