Come far viaggiare i bambini in auto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Andare in vacanza è bello, piace a tutti, specie i bambini, ma quello che davvero non piace e che il più delle volte si rivela lungo e noioso è il viaggio. Portare i bambini in auto è sempre una tragedia, e per molti genitori è la parte più difficile della vacanza. Se è vero che i più piccoli si addormentano cullati dai movimenti dell'auto, i bambini un po' più grandicelli tendono ad annoiarsi, rendendo impossibile il viaggio. Se avete anche voi di questi problemi non vi resta che continuare nella lettura per capire come far viaggiare i bambini in auto.

28

Occorrente

  • Medicinali per il mal di auto
  • Giochi vari
38

Norme di sicurezza

Prima di pensare alla comodità e al comfort dobbiamo necessariamente provvedere alla sicurezza. Spesso capita di vedere bambini liberi di muoversi tra i sedili, inginocchiati per guardare il panorama dal vetro posteriore, sdraiati nei sedili o in braccio ai genitori. Questi comportamenti vanno assolutamente evitati in quanto possono essere molto pericolosi per il bambino stesso. Per la loro sicurezza, i bambini, vanno messi negli appositi seggiolini e allacciati sempre, anche per brevi tragitti. Se il bambino è molto piccolo avrà bisogno di un seggiolino omologato per lattanti. In questo caso, gli eventuali airbag laterali devono essere disattivati poiché, anche in caso di un piccolo incidente, si potrebbe andare incontro a gravi conseguenze. Da non sottovalutare è l'esempio che dobbiamo dare ai nostri figli mostrandogli fin da subito che anche i genitori devono mettere sempre la cintura di sicurezza, in modo che essi percepiscano il gesto come naturale e che siano incoraggiati a farlo da soli.

48

Evitare gli orari caldi

È meglio evitare, sia per i bambini che per i genitori, la guida durante gli orari più caldi, e se necessario è meglio riparare la macchina con tendine parasole in modo tale che il bambino sia esposto il meno possibile al sole. Infatti i bambini soffrono molto il caldo rendendoli quindi irrequieti: allo stesso modo è meglio evitare l'area condizionata in quanto dannosa e usufruire dell'aria naturale dai finestrini.

Continua la lettura
58

Organizzare dei passatempi

Nel momento in cui il bambino inizia ad essere stanco e a lamentarsi è utile fermarsi non appena sia possibile: bisogna farlo scendere dalla macchina e farlo camminare per muovere un po le gambe. Farlo organizzare comunque con qualche gioco prima di partire può essere utile in quanto lo aiuterebbe a distrarsi. Molteplici sono i passatempi che possono essere fatti in macchina: cantare, fare giochi di parole, contare le automobili di un determinato colore etc.

68

Usare medicinali per il mal di auto

Capita che i bambini soffrano il mal d'auto quindi il viaggio diventa più complesso: per evitare spiacevoli malori è meglio informarsi in farmacia per dei prodotti adatti. Ovviamente in questi casi suggerire al bambino di guardare avanti ed evitare delle distrazioni o di farlo mangiare; per far fronte al problema, se dovesse persistere, farlo sedere nel sedile passeggero che lo aiuterà a superare il malore.

78

Guarda il video

88

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come intrattenere i bambini in aereo

Al giorno d'oggi il mezzo di trasporto più utilizzato, quantomeno per i lunghi spostamenti, è l’aereo. Le difficoltà possono nascere nel momento in cui non viaggiamo da soli ma portiamo con noi i bambini piccoli. Tra le valigie, le attese aeroportuali,...
Bambino

Animali e allergie nei bambini

I cani e i gatti sono tra gli animali domestici che potenzialmente sono più responsabilii delle varie forme allergiche. Non dimentichiamo che anche coniglietti, criceti e piccoli roditori in genere (tanto di moda negli ultimi anni) possono causare allergie.I...
Bambino

5 consigli per proteggere i bambini in auto d'estate

Viaggiare in auto con bambini piccoli durante il periodo estivo richiede numerose accortezze per evitare problemi. Oltre al fastidio che i bambini possono provare durante lunghi tragitti in auto con il caldo, è importante tener conto di disturbi seri,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.