Come eliminare la crosta lattea

Difficoltà: facile
Come eliminare la crosta lattea
16

Introduzione

La crosta lattea è detta anche dermatite seborroica, ed è un disturbo che colpisce facilmente i bambini già a partire dalle prime settimane di vita. È così chiamata proprio per il fatto che riguarda i bambini nell'età in cui si nutrono esclusivamente di latte, ed è caratterizzata da una desquamazione molto simile alla forfora. Non è assolutamente nulla di preoccupante, benché le sue cause non siano ancora del tutto chiare. Solitamente si risolve spontaneamente entro la fine del terzo mese di vita; ecco comunque alcuni accorgimenti utili per contribuire ad eliminare la crosta lattea.

26

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • uno shampoo apposito, olio extravergine di oliva (o di mandorle dolci, o vaselina), olio di borragine, un pettinino a denti fitti
36

Come prima cosa, lava la testa del bimbo ogni due giorni: farlo più spesso diventerebbe controproducente, perché rischierebbe di aumentare ulteriormente la produzione di sebo, peggiorando la situazione. Per il lavaggio è preferibile utilizzare uno shampoo allo zolfo, al solfuro di selenio o all'acido salicilico.

46

Con un batuffolo di cotone, tampona delicatamente la cute con olio extravergine di oliva, oppure di mandorle dolci o vaselina: tutti prodotti che permettono di fluidificare il sebo e di ammorbidire le croste, che si potranno così rimuovere più facilmente. È consigliabile svolgere questa operazione la sera, prima di mettere a letto il bambino. In alternativa al batuffolo di cotone, puoi spalmare il prodotto scelto sulle mani e massaggiare la cute per circa dieci minuti: per il tuo bimbo sarà molto rilassante!

56

Il prodotto va lasciato agire per qualche ora, per questo ti consigliavo di compiere l'operazione prima della nanna. A questo punto puoi applicare sulla testa del bimbo un foulard di cotone (ovviamente morbido e pulito) oppure, se non lo gradisce, puoi ricoprire il cuscino con una vecchia federa, dato che si sporcherà di olio. La mattina dopo le crosticine si saranno sollevate e potrai rimuoverle facilmente utilizzando un pettinino a denti fitti (attenzione a non graffiare il cuoio capelluto!). Al termine dell'operazione puoi applicare dell'olio di borragine (lo trovi in farmacia) che permette di ristabilire l'equilibrio delle ghiandole sebacee.

66

Ricorda sempre che la pelle del bimbo è delicatissima, quindi non cercare di rimuovere le crosticine secche e soprattutto non usare le unghie per farlo! I bimbi così piccoli, tra l'altro, hanno la cosiddetta "fontanella", una piccola "finestra" costituita da una membrana tra le ossa ancora non saldate del cranio: è una zona molto delicata e rappresenta un altro motivo per cui tutte le operazioni sopra descritte devono essere effettuate con attenzione e senza esercitare eccessiva pressione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti