Come decidere di avere un bambino

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Avere un bambino rappresenta un cambiamento radicale nella vita di ogni coppia. Decidere, in modo consapevole, di diventare dei genitori non è sempre una scelta facile: ci sono molte cose di cui tenere conto e moltissimi cambiamenti da affrontare. Ogni persona è un mondo a sé e ha una sua storia personale diversa dalle altre, non esiste una regola valida per tutti... Tuttavia ci sono alcuni elementi importanti su cui basare la propria scelta, questi possono essere uno spunto utile per chiunque... Ecco alcuni consiglio su come decidere se è il momento di avere un bambino:.

26

Occorrente

  • Dialogo di coppia
36

Rifletti sulle tue motivazioni

Sembra banale, ma poche persone si concedono davvero il lusso di meditare sui motivi che le spingono ad avere dei figli. Il rischio più grande è che si prenda questa decisione per convenzione o per dare un senso di chiusura e compiutezza ad una storia d'amore o alla propria vita: convenzionalmente ci si aspetta che una coppia allarghi la famiglia dopo un certo periodo, oppure una donna può sentirsi spinta dall'orologio biologico e dalla paura di rimpiangere la maternità in futuro. In realtà è fondamentale ricordarsi che siete persone libere e adulte, e potete tranquillamente ammettere con voi stessi che la genitorialità non fa per voi. Oppure potete scoprirvi genitori perfetti: in entrambi i casi, meditate a lungo e con sincerità assoluta, perché un figlio è una scelta senza ritorno.

46

Rifletti sulla tua situazione lavorativa e familiare

Il desiderio di avere un figlio da solo non è un motivo valido per averne uno, perché questa scelta abbia un risultato positivo è necessario che ci siano alcune condizioni. Analizzate attentamente il vostro stile di vita: potete permettervi un figlio? Avrete qualcuno che vi aiuterà o dovrete ricorrere a dei professionisti? Avete una casa adatta o i mezzi per renderla sicura? Un bambino piccolo ha bisogno di essere circondato da un mondo che sia alla sua misura, e voi avrete bisogno di inserircelo e di provvedere a creare per lui un ambiente favorevole. Se avete un lavoro dinamico che vi porta a viaggiare molto, o uno estremamente impegnativo che richiede tutto il vostro tempo per vincere la competizione, forse non siete nella situazione migliore per accogliere una nuova vita.

Continua la lettura
56

Rifletti sulla tua situazione sentimentale

Un figlio, quando nasce, va a stravolgere completamente la nostra emotività, riempiendoci di amore per lui. Questo senso di soddisfazione e compiutezza può essere per molte persone una vera tentazione: il partner è poco presente o magari la famiglia è poco coesa, gli amici latitano... Quindi un figlio può diventare una specie di passaporto per una terra promessa fatta di calore e consolazione. Un simile meccanismo può essere pericoloso: potreste non essere in grado di celare questo vostro bisogno così grande, e il bambino potrebbe sentirsi soffocato dal peso della responsabilità di rendervi felici. E, non c'è neanche bisogno di dirlo, un figlio non serve a riparare una matrimonio o una convivenza traballante: se il partner ha smesso di amarvi, non sarà il nuovo venuto a fargli cambiare idea.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Essere certi che a volerlo siate entrambi

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.