Come dare regole ai bambini

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Una delle fasi più delicate per un genitore è senza ombra di dubbio quella relativa all'educazione del proprio figlio. Questa fase è di estrema e fondamentale importanza poiché determina la maggior parte degli aspetti futuri della crescita del bambino. Educare i bambini significa anche sapergli dare delle regole di comportamento. Cioè delle direttive che consentano loro di comprendere il ruolo e la posizione che occupano in famiglia e nella società. La famiglia, infatti, è il primo nucleo relazionale in cui il bambino si rapporta con gli altri. Dare le giuste regole comportamentali ad un figlio vuol dire, quindi, farne un adulto responsabile e ben inserito nel tessuto sociale. Vediamo, quindi, più nel dettaglio, come dare le regole ai propri bambini.

27

Occorrente

  • Forza di volontà
  • Coerenza
  • Intelligenza
  • Semplicità
  • Collaborazione
37

Regole e divieti

Innanzitutto è bene conoscere per sommi capi il funzionamento della psiche infantile. I più piccoli non comprendono la necessità dei divieti e dei no. Questi individuano nell'adulto censore una figura di ostacolo alla felicità individuale. Le imposizioni date senza una spiegazione corretta e convincente non sono utili allo sviluppo comportamentale: il senso del dovere e le rispettive circostanze che portano il bambino ad accettare una situazione per lui sgradevole si compongono di regole che abbiano un senso logico e che possano essere interiorizzate dal bambino stesso. Ad esempio, la regola di non sporcare l'ambiente in cui gioca presuppone il comportamento futuro di rispetto nei confronti della casa e delle aree pubbliche che contribuisce alla formazione di un senso civico ma anche morale. Diventa quindi necessario dare delle regole che il bambino possa rispettare ma anche soprattutto accettare.

47

Coerenza e rispetto

Quindi è fondamentale concordare una linea educativa con il coniuge, i nonni e qualsiasi individuo che entri a contatto con il bambino. Se ciascun adulto desse al bambino regole incoerenti con quelle degli altri educatori questi non soltanto non apprenderebbe mai un corretto comportamento ma entrerebbe in un perenne stato di confusione. La soluzione che adotterebbe sarebbe quindi quella di comportarsi in maniera diversa in funzione della persona che gli sta vicino. In presenza di estranei poi agirebbe spontaneamente, preferibilmente non seguendo alcuna regola. In ogni caso imparerebbe a sfruttare eventuali dissidi tra gli adulti per il proprio tornaconto divenendo un piccolo tiranno. Per questo motivo è fondamentale rispettare la psiche del bambino, prefissando poche e semplici regole che vengano sempre rispettate al presentarsi di situazioni in cui il piccolo si rapporta con la società.

Continua la lettura
57

Chiarezza e semplicità

Come detto prima, dato il naturale rifiuto psichico del bambino per le regole, la soluzione migliore è darne poche per volta da esprimere in maniera chiara ed inequivocabile. Piuttosto che utilizzare metafore o locuzioni vaghe. Diversamente si rischierebbe di disorientare il piccolo che, in molti casi, si comporterebbe male non per sua volontà. Spesso la confusione è la principale causa di disorientamento: il bambino deve comprendere fin da subito il senso di ogni regola. Per motivare il piccolo al rispetto del codice comportamentale è bene coinvolgerlo direttamente nella formulazione di un modello di comportamento. Ad esempio se da una parte si tenterà di responsabilizzarlo nei confronti della scuola, dall'altra gli si farà scegliere una ricompensa attuabile. Magari da elargirgli puntualmente a fine settimana. Ovviamente soltanto nel caso in cui il bambino abbia rispettato le regole. Se lo schema comportamentale prefissato dai genitori non viene seguito il bambino deve subito esserne messo a conoscenza: dapprima gli si fa presente l'errore, in secondo luogo lo si accompagna verso il giusto atteggiamento. Se questo non viene rispettato è bene negare la ricompensa, ricordando di premiarlo nel caso in cui si comportasse correttamente. La semplicità delle regole deve essere sempre demarcata; le imposizioni insensate non porteranno ad un buon risultato.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Si consiglia di non fare diretto riferimento agli sbagli comportamentali del bambino in sua presenza.
  • Evitare di cedere facilmente ai capricci, ma valutare di volta in volta se sia necessario ed educativo ammettere un'eccezione.
  • Evitare i rimproveri insensati
  • Prestare sempre la massima attenzione alla spiegazione di un bambino per un suo determinato comportamento, prima di decidere se è il caso di punirlo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

10 regole per comunicare meglio con i figli adolescenti

Ogni genitore si trova a sperimentare, negli anni, le varie fasi della crescita di un figlio. Ogni genitore è più portato a fronteggiare determinate situazioni, mentre si sente maggiormente in difficoltà di fronte ad altre. Ma tutti sono concordi nel...
Bambino

Problemi di comportamento nei bambini: come affrontarli

Gestire i bambini non è cosa facile! Capiamo come distinguere i problemi di comportamento nei bambini: come affrontarli.Alcune ricerche hanno dimostrato come in età evolutiva si sviluppano maggiormente i problemi comportamentali e relazionali nei bimbi....
Bambino

Bambini iperattivi: come gestirli

Avere a che fare con i bambini è sempre molto bello, ma anche piuttosto complicato in certe circostanze. Stare dietro a queste piccole creature richiede molto impegno e pazienza, soprattutto quando ci si deve confrontare con i diversi disturbi di cui...
Famiglia

Come educare i figli alla tolleranza

La diffidenza e la differenza di carattere, sesso, nazionalità, cultura vengono vissute sin da piccoli con timore. Con gli anni, si caricano di elementi culturali tali da sfociare in certi casi nel bullismo o nel razzismo. I due atteggiamenti risultano...
Bambino

Come insegnare a un bambino a lavarsi i denti

Lungo i passi che andranno a comporre questa breve guida, andremo a occuparci di igiene personale, collegata anche all'educazione. Infatti, i protagonisti di questa guida saranno i bambini. Proveremo a spiegarvi in pochi passi Come insegnare a un bambino...
Bambino

Come educare un bambino ribelle

I bambini sono delle creature davvero meravigliose che danno gioia e serenità ai loro genitori e ad ogni famiglia. Talvolta però, alcuni di essi possono manifestare qualche piccolo problema comportamentale, normale durante il processo di crescita, che...
Bambino

Giocattoli: quali scegliere per i bambini da 0 a 3 anni

I primi tre anni di vita di un bambino sono fondamentali per la sua crescita e il suo sviluppo, non solo fisico ma anche comportamentale ed emotivo. Per un bambino piccolo ogni giorno è una nuova scoperta e sicuramente con l'aiuto dei giocattoli giusti...
Bambino

Come gestire un bambino che fa a botte con i coetanei

Ci sono bambini calmi e altri dall'indole più focosa, sempre pronti alla rissa e a scatenare putiferio tra gli altri bambini, talvolta imponendo il loro volere con la violenza. Alcune volte gli atteggiamenti aggressivi da parte dei figli sono da reperire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.