Come controllare i figli su Facebook

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Ormai la moda di questo periodo è avere un profilo su Facebook che è il più grande social network attuale. Gli utenti che navigano su tale "portale" sono sia giovani ma anche adulti, ma soprattutto giovani che possono far sorgere una grossa problematica, e cioè la paura che i nostri figli non siano abbastanza protetti anche se negli ultimi giorni sono stati inseriti programmi per la protezione di noi tutti.
Proprio per tutelare i propri bimbi molti adulti controllano l'attività dei loro ragazzi su Facebook, spesso delle volte spiandoli così da poter intervenire nel momento in cui nasce un problema come la conoscenza di cattive persone o pedofili. Nelle impostazioni della privacy è stato introdotto la funziona controllo genitori che, per chi è ancora bambino, potrebbe salvare da certe situazioni i nostri bambini che sono ancora piccoli. Su internet potrete trovare dei programmi che possono controllare vostro figlio in autonomia completa. Vi presenteremo successivamente due programmi che li potrete trovare gratuitamente! Avete capito bene, è tutto gratis! In questa guida, vi andremo a proporre come poter controllare i figli su Facebook. Buona lettura e buon lavoro!

26

Occorrente

  • Internet
  • account facebook
36

GoGoStar

Il primo servizio che vi vogliamo spiegare si chiama GoGoStat. Una cosa molto positiva di GoGoStat è la possibilità di accedere ai report anche attraverso un’applicazione per smartphone, così ogni genitore può controllare il figlio in qualsiasi luogo e riservatezza. E’ un portale piuttosto conosciuto in rete che permette, una volta creato un account, di ricevere le notifiche su ciò che si scrivono i propri figli in bacheca altrui o degli amici oppure sui i messaggi che ricevano o sulle foto che pubblicano. Insomma si può controllare ogni minima cosa. Però state attenti! Abbiate anche un po' di riservatezza per vostro figlio, intervenite soltanto nel momento che capite che ha effettivamente bisogno, non oltre.

46

MinorMonitor

Un'altra alternativa è MinorMonitor, ed è sempre gratuita. Anche questo programma permette di avere ciascun movimento del controllo del proprio figlio mediante delle notifiche, proprio come il programma che abbiamo descritto precedentemente. Gli avvisi possono essere ricevuti anche via email dando la possibilità a chi non è molto pratico di tecnologia di seguire il figlio ugualmente. La differenza tra i due programmi e che questo portale offre un servizio più mirato, in quanto è possibile scegliere cosa monitorare e con che livello di attenzione.

Continua la lettura
56

Conclusioni

Intervenite soltanto nel caso del bisogno. Inoltre non dovrete fare domande a loro che potrebbero capire che li state sorvegliando. In tutti e due i programmi abbiate riservatezza per il vostro bambino, seguitelo con attenzione ma non siate ossessivi. Spero che questa guida sia pratica e sia comprensibile.
Ed ecco che come potrete visionare, grazie ai nostri consigli, che abbiamo deciso di sintetizzare in tale guida, potremo essere in grado di controllare, nel modo perfett, i nostri figli, anche su Facebook, facendo in modo che non incappino in problemi ed errori, a volte anche veramente molto pericolosi e molto seri!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ci vuole riservatezza per il proprio figlio
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

5 cose da fare quando la tua amica diventa mamma

Quando un'amica diventa mamma, bisogna convincersi che per un certo periodo, sarà presa dal suo bambino. Ma questo non significa, come si trova scritto in molti blog, che le amicizie si perdono. Se il vostro legame è vero e sincero, avrete a cuore le...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.