Come comunicare meglio con il proprio figlio

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Una comunicazione efficace e coinvolgente rappresenta un elemento fondamentale per una più salda relazione affettiva tra genitori e figli, contribuendo ad instaurare un clima di benessere e serenità familiare. I genitori, investiti della responsabilità di aiutare i figli nel loro percorso di crescita, si trovano spesso ad interrogarsi su quali siano le modalità di comunicazione migliori per avviare un dialogo aperto, costruttivo e stimolante. Un'espressione verbale chiara e diretta, ispirata dall'amore che nutrite verso i vostri figli, deve basarsi sul rispetto dell'individualità e sulla reciprocità. In questa guida verranno forniti pratici suggerimenti su come comunicare al meglio con il proprio figlio, contribuendo a instaurare un legame più forte e profondo.

24

La comprensione

La comprensione è una componente fondamentale per una comunicazione di qualità tra genitori e figli. Impegnatevi, quindi, a cambiare il vostro punto di osservazione e lasciare da parte una prospettiva di pensiero adulta. Interessatevi su cosa entusiasmi vostro figlio, su quali siano i suoi sogni, le sue aspettative e le sue paure senza ritenerle sciocche o banali. Assumendo la singolare visione del mondo del bambino, lo incoraggerete a ricorrere a voi in caso di bisogno e a considerarvi un punto di riferimento.

34

Un rapporto di fiducia e complicità

Continuando, non dimenticate che una comunicazione soddisfacente si basa anche su un rapporto di fiducia e complicità con vostro figlio. Ricordate di non basare la comunicazione su allettanti promesse che siete certi di non poter mantenere solo per ottenere un comportamento in linea con la vostra volontà, poiché in questo modo la vostra immagine perderà di credibilità agli occhi del bambino. In un dialogo costruttivo è importante, inoltre, mantenere la vostra autorevolezza di genitori per guidare vostro figlio nel suo percorso di crescita.

Continua la lettura
44

La disponibilità all'ascolto

Un'ultima regola d'oro per avviare una comunicazione efficace e positiva è indubbiamente la disponibilità all'ascolto. Trasmettete il vostro coinvolgimento e manifestate un vivo interesse a quanto vi viene detto da vostro figlio. Potenziate la vostra capacità empatica verso i suoi stati emotivi senza mortificarlo nel caso del mancato raggiungimento di un traguardo o dell'assunzione di un atteggiamento negativo. Se vostro figlio decide di aprirsi con voi, siate pronti ad accogliere le sue confidenze senza pregiudizi ed evitando di lasciarvi andare a rimproveri o critiche. Ciascun bambino ha il bisogno di sapere che la sua mamma e il suo papà nutrono stima e apprezzamento nei suoi riguardi.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Come coinvolgere il papà nella cura del neonato

Tantissimi auguri Mamma e Papà da oggi avrete una bocca in più da sfamare, no non si tratta certamente della mia, ma quella di vostro figlio. Non preoccupatevi perché grazie a questa semplicissima guida riuscirete a diventare dei super genitori e riuscirete...
Famiglia

Cosa regalare per un 40esimo compleanno

I compleanni sono sempre dei momenti un po' magici. Celebrano la nascita e gli anni che trascorrono e senza dubbio, festeggiare un compleanno è sempre una cosa piacevole, sia quando si è giovanissimi che in età più avanzata. Ovviamente cambia il modo...
Famiglia

Come gestire un conflitto tra fratelli

Generalmente, i fratelli vivono un rapporto unico di amore e conflittualità. Risultano complici ed alleati in numerose occasioni, anche se l'affetto dei genitori scatenano in loro una forte competitività. Questi atteggiamenti determinano spesso un litigio...
Famiglia

10 passatempi per non far annoiare i figli d'estate

L'estate è un periodo dell'anno meraviglioso in cui anche i bambini hanno l'occasione di dimenticare lo stress e la fatica degli impegni quotidiani e dedicarsi al divertimento. Se non sapete come organizzare l'estate dei vostri bambini troverete sicuramente...
Bambino

Come motivare bambini nello sport

Lo sport è di fondamentale importanza per la salute di un individuo, soprattutto se viene praticato in tenera età; i bambini infatti, iniziando da piccoli ad allenarsi, irrobustiscono i loro muscoli e riescono a mantenere lo sforzo fisico, poiché riescono...
Bambino

Come spiegare al proprio bambino la disabilità di una persona

Molto spesso si sente affermare che fare il genitore rappresenta il mestiere più difficile del mondo. Naturalmente chi è genitore può tranquillamente avere la propria idea, ed essere d'accordo con questo tipo di affermazione. Un bambino che cresce,...
Bambino

Come gestire la paura del buio nei bambini

Una delle fobie più diffuse e più grosse dei bambini è ovviamente la paura del buio. Tutti i bambini ne soffrono o ne hanno sofferto e se non tutti un buon 90% si, tutti per motivi eterogenei. I bambini, il buio, lo vedono come qualcosa di sconosciuto,...
Bambino

Bambini iperattivi: come gestirli

Avere a che fare con i bambini è sempre molto bello, ma anche piuttosto complicato in certe circostanze. Stare dietro a queste piccole creature richiede molto impegno e pazienza, soprattutto quando ci si deve confrontare con i diversi disturbi di cui...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.