Come comportarsi se il bambino non vuole andare a scuola

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Educare un bambino non è mai semplice, soprattutto per un novello genitore. Per questo alle volte dei buoni consigli potrebbe aiutare a fare le scelte giuste che vi permetteranno di compiere delle scelte ponderate. Solo così potrete riuscire a crescere il vostro bambino nel migliore dei modi.
Un problema che prima o poi tutti i genitori devono affrontare è quando i propri figli non vogliono andare a scuola. Mentre quelli più grandi potrebbero temere un compito in classe o un interrogazione, i bambini dalla scuola materna o elementare potrebbero essere affetti da ansia da separazione dai genitori, disagio causato talvolta dalla mancanza di qualcosa di familiare. Una certa quantità di ansia è normale, ma se i genitori non riescono a migliorare le cose, potrebbe presentarsi la necessità di richiedere l'aiuto di un assistente sociale. Ecco come comportarsi se il bambino non vuole andare a scuola. Attraverso pochi e semplici passaggi vi daremo alcuni consigli che vi aiuteranno a risolvere il problema.

24

Non cedere

Non cedere. Riconoscere i sentimenti del proprio bambino, ma nello stesso tempo non assecondarlo tenendolo lontano dalla scuola. Parlare al bambino dicendogli che è normale sentirsi nervoso ed assicurarlo che la mamma o il papà saranno a scuola ad attenderlo alla fine della giornata scolastica. Anche se può risultare straziante per un genitore, rifiutare la richiesta di un bambino di rimanere a casa, serve come lezione per affrontare poi i problemi in futuro.

34

Mantenere la calma

Mantenere la calma. Non bisogna mai perdere la calma se, per causa di un figlio che si rifiuta di andare a scuola, si può fare tardi al lavoro o rovinare i programmi della giornata. Ricordarsi che il bambino non sta cercando di rendere la vita difficile ai genitori, ma è solo spaventato e quindi agisce di conseguenza. Una certa quantità di ansia è normale, ma i segni estremi suggeriscono un problema di fondo che richiede uno psicologo infantile. I sintomi di ansia da separazione possono includere: timore di essere in una stanza da soli, disturbi del sonno ed incubi prima della scuola. Questi comportamenti possono causare gravi problemi sociali ed educativi, e possono trasformarsi in un disturbo di panico quando il bambino diventerà adulto.

Continua la lettura
44

Chiedere aiuto agli insegnanti

In conclusione se l'ansia del bambino dura più di un paio di giorni, si può provare a chiedere aiuto al suo insegnante. I docenti sono esperti nel trattare con i bambini, soprattutto dopo anni di esperienza e diversi bambini alle spalle. Il loro supporto sarà sicuramente un valido aiuto per poter superare nel migliore dei modi questo momento, e ben presto vostro figlio acquisterà una curiosità ed una voglia di andare a scuola grandissima.
Abituare un bambino ad andare a scuola è un processo che richiede molta pazienza ma anche un buon metodo per poter ottenere risultati in poco tempo e senza traumi, attraverso i suggerimenti di questa guida potrete avere qualche aiuto in più per scongiurare questa piccola crisi e far vedere a vostro figlio quanto sia bello andare a scuola.
Vi auguro quindi buona fortuna.
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

10 regole per educare i bambini

Educare i bambini non è mai un compito facile. I neogenitori si ritrovano a fare i conti con un bambino che cresce e ha bisogno di una guida. I figli necessitano anche di alcune attenzioni che li facciano crescere bene. In particolare ci sono delle regole...
Bambino

Come comportarsi se un bambino ingerisce detersivi

Quando si ha in casa un bambino piccolo, bisogna prestare molta attenzione, perché sono moltissimi i pericoli presenti.Se ci troviamo a dover badare per la prima volta ad un bambino piccolo, è molto importante informasi prima su quali siano i possibili...
Bambino

Come comportarsi se il tuo bambino non vuole mangiare le verdure

Le verdure, sono un alimento fondamentale per la crescita dei figli e per la salute in generale di tutta la famiglia. Spesso i bambini si rifiutano di mangiarle, esistono però alcuni trucchi e tanta pazienza per ovviare a questo problema, con un po'...
Bambino

Come comportarsi quando il figlio fa i capricci

Spesso il comportamento dei bambini, quando sono piccoli, sono ingestibili e fuori controllo, i loro capricci possono far impazzire anche i genitori più virtuosi. Purtroppo, i capricci sono un percorso naturale della vita, per chi ha bambini piccoli....
Bambino

Come comportarsi se il neonato piange la notte

Uno degli eventi più gioiosi del percorso della nostra vita, è sicuramente la nascita di un figlio. Ma adeguarsi al nuovo arrivato non è così facile come sembra. Il suo arrivo, infatti, cambia o sconvolge del tutto i ritmi familiari. Insieme alle...
Bambino

Come comportarsi quando un neonato piange

Piccoli, indifesi e teneramente meravigliosi! Eppure i piccoli appena nati non sono solamente dei teneri "cuccioli" d'uomo da vezzeggiare, ma hanno specifiche necessità che vanno rispettate. Il pianto nei neonati è il primissimo contatto utilizzato...
Bambino

Come comportarsi con i bambini che rifiutano le regole

Quante volte capita di vedere un bimbo che strilla perché non vuole rispettare una regola?Le regole per alcuni bambini possono essere insopportabili, ma per la loro educazione risultano essere fondamentali.Vediamo allora come comportarsi con i bambini...
Bambino

Come rimproverare i bambini senza traumi

Quante volte è capitato che il tuo bambino facesse i capricci, urlando a squarciagola, sbattendo i piedi o addirittura rotolandosi per terra? Quante volte abbiamo cercato, utilizzando le buone maniere, di calmarlo senza riuscirci? E quante volte siamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.