Come comportarsi in caso di litigio tra bambini

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I bambini giocano e si divertono insieme, ma a volte può succedere che litigano tra di loro. Questo è da considerare una reazione normale, che non va però assecondata ma ripresa, facendogli capire che non è un comportamento corretto. Tuttavia i motivi che scatenano i litigi provengono sempre dal gioco e incomprensioni varie. A questo proposito sta al genitore occuparsi di queste piccole faccende e riportare la pace tra di loro, eventualmente cercando di farli arrivare a dei compromessi essenziali per continuare a socializzare in modo tranquillo e pacifico. Vediamo a tal proposito, nella guida che segue, come comportarsi in caso di litigio tra bambini.

26

Occorrente

  • Serenità
  • Calma
  • Pazienza
36

Sdrammatizzate la situazione

Occorre intervenire per chiudere il litigio solo se indispensabile. I bambini si dovrebbero lasciare liberi di esprimere i propri sentimenti e risolvere tra di loro i piccoli momenti di tensione. Il compito del genitore o dell'educatore dovrebbe essere quello di osservare il comportamento del gruppo. In questo caso, senza intervenire e farlo solo per evitare che i litigi degenerano. Se si decide di intervenire, è importante sdrammatizzare, quindi cercare di distrarre i litiganti leggendogli un racconto o inventando un gioco. Affrontare nel modo giusto il litigio tra i bambini servirà a trasformare un momento negativo in un piccolo insegnamento.

46

Mettetevi sullo stesso piano

Comportarsi in una certa maniera aiuta a smorzare il litigio tra bambini. Bisogna evitare di prendere le parti di uno o dell'altro. I litigi dei piccoli nascono da motivi futili, dal possesso verso un giocattolo, dalla scelta di un gioco piuttosto che un altro. In tal modo aiuterete il bimbo a diventare più forte ed autonomo, guidandolo verso una scelta consapevole. Mettetevi sullo stesso piano. Se un bambino è particolarmente nervoso, prendetegli dolcemente la mano, stabilendo un contatto rassicurante. Mantenete la calma: il tono della voce dovrà essere pacato, le urla distraggono e non risolvono la situazione.

Continua la lettura
56

Non sgridate i bambini

Usare frasi brevi e semplici è meglio che perdersi in spiegazioni troppo complesse. Se deciderete di dire dei no, devono essere pochi, fermi e decisi, in modo da non creare confusione tra i bambini. Per concludere lodate i comportamenti positivi dei bambini, evitando così di sgridarli e rimarcare l'atteggiamento negativo. Infine ricordatevi di dare il buon esempio. I bambini ci guardano e imparano da noi. Se in famiglia tutti urlano o dicono parolacce, i figli tenderanno a replicare questi comportamenti con gli altri.

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come aiutare un bambino a non essere aggressivo

Durante la fase di formazione del carattere, alcuni bambini tendono ad assumere diversi atteggiamenti che possono risultare amplificati. Ciò è normale, in quanto il bambino impara e sperimenta comportamenti diversi per riuscire a trovare i tratti caratteriali...
Bambino

Come comportarsi se il bambino non vuole andare a scuola

Educare un bambino non è mai semplice, soprattutto per un novello genitore. Per questo alle volte dei buoni consigli potrebbe aiutare a fare le scelte giuste che vi permetteranno di compiere delle scelte ponderate. Solo così potrete riuscire a crescere...
Bambino

10 consigli se il bimbo non vuole mangiare

Quante mamme si sono ritrovate alle prese con l'inappetenza dei propri figli. Il fatto che il proprio bambino non voglia mangiare può diventare un vero incubo per la mamma che è terrorizzata all'idea che se il bambino non mangia, allora non crescerà,...
Bambino

Come affrontare i risvegli notturni

Nei primi mesi di vita tutti i bambini sono soggetti a frequenti passaggi tra le fasi di sonno leggero e di sonno pesante. Questa situazione può provocare una diminuzione della qualità del sonno, con possibili manifestazioni di pianto o momenti di lamento...
Famiglia

10 consigli per migliorare il rapporto tra mamma e figlia

Il rapporto tra madre e figlia, si sa, è un rapporto piuttosto complicato, fatto di momenti alternati di intesa e di incomprensioni, nel quale entrano in gioco numerosi fattori ed agenti esterni, capaci di destabilizzare gli equilibri faticosamente creati....
Famiglia

Come evitare la dipendenza televisiva del bambino

"Cattiva maestra televisione": sono passati 20 anni dall'edizione del celebre libro di Karl Popper. Eppure le sue teorie sono più attuali che mai. La televisione è oggi, come ieri, un'arma a doppio taglio: strumento di stimolo per il fanciullo, ma anche...
Bambino

Come comportarsi in caso di tic nervosi nei bimbi

I tic nei bimbi sono le prime preoccupazioni che hanno i genitori. Molti di questi vengono attribuiti a movimenti che si ripetono continuamente. Tuttavia, i tic sono gesti, movimenti ed espressioni improvvisi. Questi con il passare del tempo possono...
Bambino

10 regole per educare i bambini

Educare i bambini non è mai un compito facile. I neogenitori si ritrovano a fare i conti con un bambino che cresce e ha bisogno di una guida. I figli necessitano anche di alcune attenzioni che li facciano crescere bene. In particolare ci sono delle regole...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.