Come capire se il bimbo ha fame

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La giornata di un bambino molto piccolo è scandita da tre momenti fondamentali per la sua crescita. La nanna, la pappa e i bisogni fisiologici, importanti indicatori della salute del piccolo. Si capisce facilmente se il bambino ha sonno o se deve essere cambiato. È più difficile, invece capire se il bimbo ha fame, soprattutto nei primi tempi di vita. Leggete questa guida e capirete come scoprirlo.

26

Primi indizi

Quando il bimbo piange per fame è già troppo tardi. Infatti, non si dà pace e si contorce spasmodicamente. Ci sono dei primi indizi che indicano il momento imminente della pappa. Si tratta di alcuni segnali del corpo che i genitori devono imparare a coglierli subito.

36

Allattamento artificiale e naturale

In caso di allattamento artificiale, si consiglia di dare il latte al bimbo in orari prestabiliti. Evitare di cambiarli spesso. La regolarità aiuta a capire quando il bimbo ha fame. Se si ha la possibilità di allattare al seno, si consiglia invece di non rispettare tassativamente gli orari della poppata. Il calore materno trasmesso dal seno, tranquillizza il piccolo e rafforza il legame madre-figlio. Non è il capezzolo che sostituisce il ciuccio, ma viceversa!

Continua la lettura
46

Segnali con la bocca

Si può capire se il bimbo ha fame guardando la sua bocca. Ai primi cenni di appetito il piccolo schioccherà la lingua sul palato come ad imitare il movimento della suzione. Potrebbe anche leccarsi le labbra. È un buon momento per allattarlo, perché la fame è solo all'inizio. Il bimbo si dimostra molto tranquillo. Appena lo stimolo aumenta, il bimbo si agiterà tra le nostre braccia e respirerà velocemente. Potrebbe anche dare dei colpetti sul nostro braccio o sul petto, senza piangere.

56

Segnali con il capo

Un altro segnale che indica che il bimbo ha fame è il movimento della testolina a destra e a sinistra, alla ricerca del seno materno. Contemporaneamente la sua bocca si apre e si chiude, simulando la suzione. Se lo stimolo della fame non si soddisfa, il bimbo succhierà la sua manina o qualsiasi cosa a disposizione. Infine, trascorsi circa trenta minuti il piccolino piangerà disperatamente. A questo punto ogni genitore avrà capito che deve soddisfare l'appetito del proprio bambino. Si attaccherà al seno o al biberon con avidità, per poi pia piano calmarsi.

66

Segnali personali

I segnali appena elencati, sono molto comuni. Ricordiamo, però, che ogni bimbo è unico. Alcuni vogliono saziarsi tanto, altri si accontentano di piccole quantità di latte ogni tanto. Il genitore attento col tempo e l'osservazione, riuscirà a capire quando il suo bimbo ha fame.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Metodi per placare il pianto isterico del bimbo

il pianto è l'unico strumento a disposizione che un neonato ha per poter comunicare con i suoi genitori. Ogni volta che necessita di qualcosa il bambino piange per segnalare che non sta bene oppure per far capire a chi gli sta intorno che ha bisogno...
Bambino

Come calmare un bimbo che piange

Ciò che contraddistingue un buon genitore e la sua presunta bontà nel saper crescere i propri figli è sopratutto la capacità di comprendere questi ultimi e i segnali che mandano in modo tacito durante le diverse fasi della loro crescita, fino alla...
Bambino

Allattamento al seno: 10 cose da sapere

Diventare madre è il dono più bello che la vita possa regalare ad una donna. È la più alta espressione della femminilità che non eguaglia nulla al mondo. Una madre instaura un rapporto di amore col proprio figlio che va oltre qualsiasi immaginazione....
Bambino

Come capire se si ha abbastanza latte materno

Prima della nascita del bebè e durante gli ultimi tre mesi di gravidanza, il seno della futura mamma si prepara alla produzione del latte materno che costituirà il principale nutrimento per il nuovo nato. L'allattamento al seno è particolarmente importante,...
Bambino

5 trucchi per calmare il neonato che piange spesso

Ogni neonato è diverso dall'altro. C'è il bimbo che non piange quasi mai, e quello che, invece, lo fa spesso! Ciò che accomuna tutti, però, è lo scopo del pianto, ovvero: comunicare. Il neonato, infatti, non ha altro modo per far capire che qualcosa...
Bambino

10 consigli se il bimbo non vuole mangiare

Quante mamme si sono ritrovate alle prese con l'inappetenza dei propri figli. Il fatto che il proprio bambino non voglia mangiare può diventare un vero incubo per la mamma che è terrorizzata all'idea che se il bambino non mangia, allora non crescerà,...
Bambino

Pianto del neonato: 5 consigli per calmarlo

Tutti i neonati piangono, chi più chi meno, ma la maggior parte dei genitori ha, spesso, numerose difficoltà nel calmarli, soprattutto se alla prima esperienza. Calmare il pianto di un bambino, infatti, può rivelarsi un'impresa molto ardua. Per risolvere...
Bambino

Come capire se il latte materno è sufficiente

Essere mamma rappresenta indubbiamente uno dei fenomeni più belli ed entusiasmanti che ci possano mai attraversare la vita di una donna. Si tratta infatti di un'esperienza unica, fatta di gioie ma anche di tantissime preoccupazioni verso il proprio bambino....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.