Come calmare singhiozzo nei neonati

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Tutti sanno che i bambini hanno bisogno di molte cure ed attenzioni per vivere bene ed in salute. Quando si tratta però di bambini appena nati bisogna stare sicuramente ancora più attenti in quanto ogni piccolo problema potrebbe nascondere qualcosa di più importante. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, come fare per poter calmare il singhiozzo nei neonati.

25

Occorrente

  • Acqua tiepida
  • Piccoli pasti frequenti, da consumare lentamente
  • Biberon appositi con valvola anti-singhiozzo
  • Riposo tra una poppata e l'altra
35

L'ingestione troppo veloce

Il singhiozzo può essere causato da fattori differenti come ad esempio l'ingestione troppo veloce del cibo sia solido che liquido. Pertanto è necessario prestare la massima attenzione durante il pasto del neonato. Quando quest'ultimo beve il latte infatti bisogna impedirgli di inghiottire troppo rapidamente. Bisogna dunque effettuare alcune brevi ma costanti pause affinché il bambino possa ingerire lentamente. Per questo scopo in commercio esistono alcuni biberon particolarmente adatti.

45

Una contrazione naturale

Il singhiozzo ad esempio è un fastidio piuttosto comune che colpisce anche gli adulti e che si può risolvere abbastanza facilmente, ma nel caso dei neonati la situazione diventa più complessa. Durante il singhiozzo, starnutire può aiutare a dare una brusca frenata al fastidio. Uno starnuto può infatti riportare il diaframma ad una contrazione naturale. Provocarlo però non è sempre semplice. Si può tentare di innescare lo starnuto solleticando le narici con qualcosa di soffice, come ad esempio una piuma. In natura vi è poi il limone, anch'esso capace di calmare il singhiozzo, che però è meglio evitare a causa della sua forte acidità. Alcuni problemi più profondi, come la malattia da reflusso, possono provocare il singhiozzo anche per lunghi periodi. Consultare il pediatra è senza dubbio la soluzione migliore in questi casi.

Continua la lettura
55

Il ruttino

Un classico gesto che bisogna fare verso i neonati dopo la poppata è la leggera pacca sulla schiena. Far fare "il ruttino" al bimbo lo aiuta ad espellere l'aria in eccesso. Questa può infatti depositarsi tra lo stomaco e l'esofago. Un'altra abitudine importante per limitare la comparsa del singhiozzo è quella di dosare i pasti. È consigliabile far mangiare il piccolo più volte nell'arco della giornata. Una pappa troppo abbondante oppure una troppo povera aumenta il rischio di disagio, di pesantezza e aria. Tutto ciò può provocare il fastidioso singhiozzo. Nel caso compaia comunque il problema, si può dare qualche cucchiaino di acqua tiepida per fare in modo che il diaframma possa distendersi.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come capire se il neonato non digerisce il latte

Tutte le neomamme cercano di capire se il loro piccolo digerisce o meno il latte, molte si preoccupano se il neonato dopo la poppata non fa il ruttino, oppure se rigurgita o addirittura si allarmano se notano che è un po' agitato o ha il singhiozzo....
Bambino

Metodi efficaci per calmare un bimbo che piange

I neonati sono sempre una grande gioia per tutti, coccolarli e farli sentire protetti è la priorità per tutte le mamme del mondo, ma cosa fare per calmare il bambino che non ne vuole sapere di smettere di piangere? Le cause per il quale il piccolo piange...
Bambino

5 modi per provare a calmare un neonato che piange

Il pianto di un neonato può essere provocato da diversi fattori quali ad esempio stanchezza, fame, coliche, pannolino sporco, sete, temperatura troppo bassa oppure eccessivamente elevata e molti altri ancora. Il compito, non sempre facile, di chi si...
Bambino

Come calmare il pianto di un neonato

Capita spesso, quando ci si prende cura di un neonato, che il piccolo pianga, ma senza che noi sappiamo il perché. Essendo il pianto l'unico modo che hanno i neonati per esprimersi, diventa importante, soprattutto per i neogenitori, riuscire a interpretare...
Bambino

Consigli per gestire il pianto del bebè durante la notte

Le prime settimane di vita di un neonato sono un periodo piuttosto difficile da affrontare, in particolare quando si tratta del primo figlio ed i genitori non sono del tutto preparati a questo grande cambiamento. Un neonato non ha orari, può dormire...
Bambino

Come capire e calmare la colica del tuo bimbo

Le coliche del lattante sono un fenomeno abbastanza comune durante i primi tre mesi di vita. Spesso, tuttavia, i neo-genitori non sono preparati a questo evento. Per tale ragione, è indispensabile capire come si manifestano le coliche e come intervenire....
Bambino

Pianto del neonato: 5 consigli per calmarlo

Tutti i neonati piangono, chi più chi meno, ma la maggior parte dei genitori ha, spesso, numerose difficoltà nel calmarli, soprattutto se alla prima esperienza. Calmare il pianto di un bambino, infatti, può rivelarsi un'impresa molto ardua. Per risolvere...
Bambino

Gesti del neonato: come interpretarli

I neonati, essendo particolarmente fragili, hanno bisogno di cure e di attenzioni. Allo stesso tempo, i neonati hanno la capacità di riuscire a creare una situazione di gioia e di felicità nel cuore dei suoi genitori. All'inizio, è particolarmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.