Come calmare la collera del tuo bimbo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Iniziamo col dire che tutti siamo stati dei bambini, e che adesso in età adulta, ripensando con i nostri genitori ai non pochi "problemi"che qualche volta gli abbiamo arrecato, un sorriso ci scappa sempre, attimi di collera non mancano nemmeno per noi "grandi" figuriamoci se possono mancare nei bambini. Detto questo, cerchiamo di capire come affrontare la nostra nemica "collera". Si potrebbe considerare la collera come la valvola naturale di sfogo del bambino alle frustrazioni quotidiane che tal volta è costretto a subire (litigi con i compagni, una proibizione, una incapacità personale ad agire in un certo modo). La collera potrebbe condurre il bambino al capriccio, molto più difficilmente controllabile. Dobbiamo cercare in svariati modi di calmare il nostro bimbo.

25

Anzitutto puoi capire che il tuo bambino è in collera dai suoi pianti improvvisi, negazioni decise, reazioni fisiche come calci e pugni verso le persone o gli oggetti causa della frustrazione. Se il tuo bambino è grandicello allora lo vedrai nervoso, con il broncio e spesso in silenzio, pronto a sfoghi ricchi di espressioni rivendicative e perché no, anche ad insolenze che tendono a scandalizzare gli adulti.

35

A questo punto devi impegnarti a non proibire gli sfoghi di collera e nè contrastarli troppo decisamente, anzi un'azione repressiva induce spesso il bambino a cercare altre valvole meno visibili. Dunque, detto questo, i genitori devono individuare innanzitutto i motivi della collera, legati spesso ad una maggiore ricerca di autonomia, di sicurezza, in sostanza alla voglia di crescere.

Continua la lettura
45

Tali motivi vanno esaminati con il bambino con calma e chiarezza. Naturalmente l'esempio dei genitori deve essere in prima linea. Adulti irosi, nervosi, pronti alla sfuriata a casa o a lavoro, difficilmente riusciranno nei loro intenti educativi. È invece opportuno far notare al bambino che arrabbiarsi è un fatto abbastanza comune e che è preferibile fermare per un attimo le proprie attività e rilassarsi in attesa che il momento sfavorevole svanisca. Quindi prima di pensare a cosa dire al bambino è importante mantenere il buon esempio.

55

Il metodo migliore per risolvere il problema della loro collera, sicuramente non è attraverso una repressione violenta e aggressiva, ma bisogna ricorrere all'utilizzo di altri metodi. Dopo aver compreso l'origine della collera, bisogna capire se il bambino può avere o no quello che desidera. Nel caso in cui può averla, bisogna spiegargli che lamentandosi non la otterrà e che quindi deve agire in un altro modo, che il genitore deve illustrargli. Nel caso in cui non può averla, bisogna far capire al bambino il perché non può averla, spiegando per bene la motivazione, se il bambino non vuole ascoltare, o anzi sfocia in una collera maggiore, uno dei metodi più efficaci è ignorarlo e punendo gli eccessi di questa collera, questo atteggiamento lo si deve mantenere finché il bambino non si sarà calmato, dopodiché si riprova a spiegargli meglio la motivazione del no. Spero che questa guida posso essere utili a tutti i genitori e non, importante però è assumere l'atteggiamento che riteniamo più corretto, provando a rimanere coerenti in modo da non confondere il bambino.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come calmare il nervosismo nei bambini

Spesso i nostri figli manifestano reazioni a cui non riusciamo a rispondere adeguatamente, perché ci colgono impreparati ad affrontare comportamenti così estremi. Anche bambini molto piccoli possono esprimere rabbia e nervosismo con atteggiamenti di...
Bambino

Come capire e calmare la colica del tuo bimbo

Le coliche del lattante sono un fenomeno abbastanza comune durante i primi tre mesi di vita. Spesso, tuttavia, i neo-genitori non sono preparati a questo evento. Per tale ragione, è indispensabile capire come si manifestano le coliche e come intervenire....
Bambino

Come calmare un bimbo che piange

Ciò che contraddistingue un buon genitore e la sua presunta bontà nel saper crescere i propri figli è sopratutto la capacità di comprendere questi ultimi e i segnali che mandano in modo tacito durante le diverse fasi della loro crescita, fino alla...
Bambino

Metodi efficaci per calmare un bimbo che piange

I neonati sono sempre una grande gioia per tutti, coccolarli e farli sentire protetti è la priorità per tutte le mamme del mondo, ma cosa fare per calmare il bambino che non ne vuole sapere di smettere di piangere? Le cause per il quale il piccolo piange...
Bambino

Come calmare bambini iperattivi

I bambini che definiamo "iperattivi" presentano delle particolari caratteristiche. Hanno infatti difficoltà a stare fermi o seduti. Inoltre si mostrano quasi sempre agitati e vivaci. Un bambino iperattivo incontra qualche difficoltà evidente anche nello...
Bambino

Pianto del neonato: 5 consigli per calmarlo

Tutti i neonati piangono, chi più chi meno, ma la maggior parte dei genitori ha, spesso, numerose difficoltà nel calmarli, soprattutto se alla prima esperienza. Calmare il pianto di un bambino, infatti, può rivelarsi un'impresa molto ardua. Per risolvere...
Bambino

5 trucchi per calmare il neonato che piange spesso

Ogni neonato è diverso dall'altro. C'è il bimbo che non piange quasi mai, e quello che, invece, lo fa spesso! Ciò che accomuna tutti, però, è lo scopo del pianto, ovvero: comunicare. Il neonato, infatti, non ha altro modo per far capire che qualcosa...
Bambino

Come calmare un neonato che piange

Avere a che fare con un neonato è una delle gioie più grandi che una mamma possa desiderare di provare, anche perché si tratta di un periodo relativamente breve. Molto spesso, però, questa felicità si può trasformare in un incubo anche per i genitori...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.