Come aiutare un figlio dislessico

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

La dislessia è un disturbo specifico nell'apprendimento che si riscontra solamente nell'ambito scolastico, non è una malattia perché i bambini dislessici hanno normali funzioni delle aree intellettive. Si tratta solo di un semplice disturbo nella capacità di apprendimento della lettura e della scrittura, a tal proposito con questa guida vedremo alcune indicazioni idonee per sapere come aiutare un figlio dislessico.

28

Occorrente

  • Amore, pazienza, spirito di osservazione, calma.
38

Come capire se è dislessia

Potreste avere qualche perplessità sul fatto che vostro figlio possa essere dislessico o meno, in tal caso consultatevi con l'insegnante, e poi se è davvero il caso, rivolgetevi ad uno specialista che eseguirà degli esami approfonditi, stilando la sua valutazione professionale. La dislessia si manifesta di solito nei primi anni scolastici, durante le fasi dell'apprendimento sia della scrittura che della lettura, si rileva che i soggetti interessati commettono tantissimi errori, hanno bisogno di molta concentrazione.

48

Cosa non fare

Tenete presente che ogni bambino dislessico è un soggetto unico, con problematiche proprie e quindi con risoluzioni del tutto personali. Infatti l'errore che non bisogna assolutamente commettere è quello di far sentire "diverso" il bambino. La prima cosa da fare è evitare di far leggere il piccolo ad alta voce deridendolo dei suoi errori. Il bambino dislessico ha dei tempi di apprendimento più lunghi e quindi è deleterio mettergli fretta o pretendere subito i risultati, perché non si farà altro che peggiorare la situazione.

Continua la lettura
58

Come aiutarlo

Il genitore può invece aiutare il bambino nella lettura a voce alta, correggendolo con garbo per fargli comprendere quando sbaglia. Il tutto condito da tanta calma e pazienza, ripetendo all'infinito, se è necessario. Possono rivelarsi utili anche gli esercizi di pregrafia, con i quali il bimbo si eserciterà meglio. È di grande importanza fornirgli anche un buon supporto presso un logopedista, che lo segua da vicino e lo aiuti nel difficile momento che sta vivendo.

68

Motivarlo sempre

Riepilogando, quindi, se la dislessia non è una malattia, non bisogna trattare come disabile il bambino al quale viene attribuita. Anzi bisogna farlo sentire uguale ai suoi compagni e mai inferiore, trasmettendogli fiducia, sicurezza e appoggio, ingredienti che se ben usati possono fare miracoli. Qunid, bisognerà motivarlo sempre senza però diventare pesanti per non avere l'effetto contrario, con calma e tranquillità per aumentare la sua fiducia e capire di essere un bambino normale.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Rivolgersi ad uno specialista se è necessario.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come capire se il bambino ha problemi di apprendimento

Molte volte i problemi che ha un bambino per quanto riguarda lo studio riguarda l'apprendimento. Questa può essere la parte più dura che provoca la mancata voglia di studiare. Allora a questo punti bisogna adoperarsi e andare incontro a tale problema:...
Bambino

Come scoprire se il bambino ha problemi alla vista

I problemi alla vista sono molto frequenti specie nei primi anni di vita ma con una tempestiva diagnosi e una altrettanta tempestiva cura si possono rilevare guarigioni totali. In questa guida vedremo come scoprire se il bambino ha problemi di vista....
Bambino

Come insegnare ai bambini una poesia o una preghiera

Molti bambini avranno spesso ricevuto come compito per casa una poesia da imparare a memoria. Alle mamme sarà perciò capitato di trascorrere interi pomeriggi nel tentativo di aiutare i propri figli a memorizzarla. Il più delle volte la memorizzazione...
Bambino

Come stimolare l'apprendimento dei bambini

Ogni genitore va orgoglioso delle conquiste che, giorno dopo giorno, compie il proprio bambino, stupendosi e vantandosi con parenti e amici quando il piccolino utilizza il tablet - utilizzando funzioni di cui si ignorava l'esistenza - o si appropria del...
Bambino

Come intervenire sulla disgrafia del bambino

La disgrafia può compromettere il normale percorso di apprendimento del bambino. La Legge 170/2010 riconosce questa difficoltà e fornisce gli strumenti per diagnosticarla in età prescolastica. Se si interviene ai primi segnali, si può limitare il...
Bambino

I migliori giochi educativi per bambini

Il gioco, costituisce per i bambini una fonte di apprendimento e crescita sia fisica che psichica. Giocando, il bambino sperimenta lo spazio e gli oggetti, supera problemi di natura psicologica, tipici dell'età ed impara molto. Per questo motivo i giochi...
Bambino

Come migliorare le capacità cognitive nei bambini

Quando i bambini iniziano a crescere e sono pronti ad affrontare i primi anni di scuola, l'attenzione dei genitori è rivolta alle capacità di apprendimento del piccolo. Se alcuni bambini arrivano all'età scolastica già in grado di leggere e di scrivere,...
Bambino

Come insegnare ai bambini a lavarsi

L'igiene è una cosa molto importante, sia per gli adulti che per i bambini. Le prime nozioni di base per diventare degli adulti puliti, si imparano proprio da piccoli e spesso questa cosa non risulta essere scontata come dovrebbe. Far apprendere ai piccoli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.