Come aiutare un bambino ad esprimersi

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Ogni bambino è un mondo tutto da scoprire che racchiude in sé bisogni, sentimenti, emozioni, paure, angosce spesso per lui difficili da esprimere. Un adulto in grado di cogliere i suoi vissuti e di comprendere e soddisfare le sue richieste facilita molto la vita di un piccolo; disagevole è invece per un bambino avere difficoltà ad esprimersi o provare a farlo senza avere la certezza di essere compresi. In questa piccola guida proveremo a dare qualche piccolo suggerimento su come aiutare un bambino ad esprimersi.

24

La difficoltà ad associare

Nel caso di bambini che hanno difficoltà ad associare un nome a ogni oggetto si può provare a fare il cosiddetto "match", ovvero un "appaiamento" continuo e costante tra l'oggetto e il suo nome (o "etichetta") provando a stimolare il bambino, motivandolo, a ripetere la parola appena proferita. Il segreto è non consegnare l'oggetto richiesto finché il bambino non prova a dire quella stessa parola detta dall'adulto, anche se a suo modo; col tempo, se questa azione si farà sempre in questo modo, lui migliorerà. Ovviamente questa operazione ha successo se ha a che fare con oggetti desiderati dal bambino, cose da lui richieste o a cui lui è interessato.

34

Disfunzione neuropsicologica

Se escludiamo disfunzioni specifiche di natura neuropsicologica che richiedono interventi specifici o gravi psicopatologie legate a profondi traumi pregressi che però ostacolano il bambino solo da un punto di vista psicologico, possiamo circoscrivere una cerchia di bimbi con difficoltà alquanto "recuperabili" per cui può risultare utile solo un piccolo aiuto fornito da un adulto che si occupa di lui.

Continua la lettura
44

I bisogni quotidiani

Se la difficoltà riguarda invece la richiesta o la comunicazione di bisogni legati a esigenze quotidiane (come cibo, giochi, andare in bagno, uscire, ecc.) si possono predisporre delle carte con delle raffigurazioni ad hoc e aiutare il bambino ad associare una carta a ogni sua richiesta, non dimenticando mai di verbalizzare ad alta voce sia la richiesta del piccolo, dandole voce, sia la risposta dell'adulto. L'uso delle carte può essere un utile strumento, semplice e agevole per il piccolo, prima di passare all'uso appropriato della parola. Si consiglia di partire con nomi semplici di oggetti per lui tangibili e visibili, non con etichette verbali astratte (del tipo "sono felice", o "sei cattivo"). Dopo che il bambino ha provato alla sua maniera a esprimersi, rinforzarlo con lodi ed elogi verbali, enfatizzati con l'espressione emozionale positiva del nostro volto.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

5 motivi per portare i bambini alle mostre

Visitare una mostra è un momento straordinario. La passione per l'arte, la curiosità verso l'essere umano, la tensione alla bellezza sono estasi che chi è abituato a frequentare musei e luoghi d'arte con una certa regolarità conosce bene. Cosa accade,...
Bambino

10 consigli per stimolare il linguaggio del bambino

La capacità comunicativa verbale dei bambini comincia a prendere forma già nei primi mesi di vita con il pianto, ma è solo tra i 12 ed i 18 mesi che i piccoli cominciano ad articolare le prime frasi composte. Ogni bambino ha i suoi tempi, anche se...
Bambino

Come crescere un bimbo sicuro di sé

I bambini che crescono con poca autostima, da adolescenti fanno più fatica a relazionarsi in maniera giusta con gli adulti. Sono problemi e mancanze che lo scorrere del tempo non cancella. Accade esattamente il contrario. Condizionano il resto dell'esistenza....
Bambino

Come Favorire La Socializzazione In Un Bimbo

La socializzazione è uno degli obiettivi importantissimi, per noi educatori, che vogliamo favorire e formare la personalità del bimbo, spesso, sottovalutato dai genitori, che preferiscono lasciare giocare e fare esperienze al propri figli da soli, mentre...
Bambino

10 giochi teatrali da fare con il tuo bambino

Il gioco teatrale è lo strumento di crescita appositamente studiato per lo sviluppo psichico e sociologico dei bambini. I piccoli imparano a leggere e a parlare con maggiore espressività. Iniziano a lavorare in gruppo. Si abituano a stare davanti ad...
Bambino

Come gestire un bambino che dice parolacce

L'educazione di un bambino è una faccende sempre molto importante, e un buon genitore lo sa. Tutti lo sanno. Da come lo educhiamo, potremo deciderne che tipo di persona diverrà. Per questo bisogna premiare i comportamenti corretti e punire quelli sbagliati,...
Bambino

Come stimolare un bambino a parlare

Le mamme sono abituate ad avere tutto sotto controllo, ma se un bambino decide di non voler imparare a parlare è finita: non parlerà. E così le mamme di tutto il mondo si incontrano nei blog o nei forum per discutere di questo problema a prima vista...
Bambino

Come calmare bambini che piangono

La nascita di un figlio è un'esperienza meravigliosa. La vita di coppia si stravolge felicemente e inizia un percorso di vita ricco di emozioni. Ci si prepara tanto ad accogliere questo nuovo essere. Tuttavia, ci si accorge di non riuscire a capire tutti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.