Come aiutare un bambino a superare l'ansia da separazione

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Solitamente, attorno agli otto o ai nove mesi i neonati iniziano a rendersi conto di non essere un tutt'uno con la loro mamma e che possono essere separati da lei. In questi momenti possono essere colti da una serie di sensazioni del tutto negative, derivanti dalla paura di essere abbandonati oppure dal timore che possa accadere qualcosa di terribile all'oggetto del loro amore o a loro stessi. In questa semplice ed esauriente guida vi daremo qualche piccolo suggerimento su come aiutare un bambino a superare l'ansia da separazione.

26

Occorrente

  • pazienza
36

La routine quotidiana

Per prima cosa, è necessario tentare di comprendere da che cosa derivano le paure e chiedersi se a livello familiare esistono dei problemi che possono incoraggiare questo genere di atteggiamento. Alcuni cambiamenti che avvengono nella routine quotidiana, come la nascita di un fratellino oppure di una sorellina, ma anche l'inizio dell'asilo, possono influire notevolmente nel comportamento del bambino e nel suo stato d'animo. L'importante è che i genitori non si facciano prendere dal panico e vivano questo momento come una fase normale, da considerare come passeggera.

46

Il punto di riferimento temporale

L'abitudine a stare con gli altri si apprende sin dai primi mesi di vita del bambino. Per questo motivo possiamo affermare che è molto importante abituarlo a stare in compagnia dei nonni o di altri familiari, anche per brevi periodi della giornata. Quando è necessario allontanarsi dai propri bambini, è assolutamente sconsigliato defilarsi nel momento in cui è distratto oppure se è girato da un'altra parte. Invece, è buona regola parlagli, dargli un punto di riferimento temporale come "tornerò dopo il tuo pisolino". È consigliabile, inoltre, non indugiare al momento di salutarlo e soprattutto non rientrare se lo si sente piangere. Se un adulto si comporta in questa maniera, il proprio bambino imparerà che il pianto serve a riportarlo indietro e tutto sarà più difficile in futuro. Se i genitori assumeranno dei comportamenti decisi ed amorevoli i bambini, supereranno con il loro aiuto tutte le paure nel giro di pochissimi mesi.

Continua la lettura
56

L'oggetto transazionale

Giocare al gioco del cucù può apparire come un qualcosa di estremamente banale, ma si tratta di un'attività importantissima perché insegna e dimostra che, anche quando non si vede il proprio genitore, non è sparito. Questo tipo di gioco può essere praticato in tenera età, ed è molto divertente per i bambini. Si consiglia, pertanto, di utilizzare un oggetto come sostituto. Quando occorre allontanarsi dai propri bimbi, si può lasciare un orsetto di peluche, una bambola, il gioco preferito o semplicemente il loro ciuccio. Si chiama oggetto transazionale, e diventa un vero e proprio sostituto della madre quando lei non è insieme a lui. Praticamente, la sua funzione è quella di far sentire il piccolo al sicuro ed in una condizione di tranquillità.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • non vivetela come un problema...è una fase normale!

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Bimbi: come gestire la paura degli estranei

I bambini, è risaputo, hanno bisogno dell'appoggio e degli insegnamenti dei genitori per imparare cose nuove ma soprattutto per superare le proprie paure. Una di queste, tra le più diffuse nei bambini, è la paura degli estranei che mi manifesta spesso...
Bambino

Come gestire l'ansia dei bambini

Spesso può capitare che i bambini soffrano di ansia dovuta a motivi particolari che creano in loro spavento e paura. Quest'ansia generalmente va via dopo poco, ma se si prolunga o comincia a interferire con le normali attività quotidiane del bambino...
Bambino

Come adottare un bambino: procedure burocratiche

In Italia l'iter burocratico da percorrere per adottare un bambino è particolarmente lungo e laborioso, motivo per cui spesso molte persone, prima di rivolgersi ad un avvocato per far partire le varie procedure, consultano siti internet e forum specializzati...
Bambino

Come comportarsi se il bambino non vuole andare a scuola

Educare un bambino non è mai semplice, soprattutto per un novello genitore. Per questo alle volte dei buoni consigli potrebbe aiutare a fare le scelte giuste che vi permetteranno di compiere delle scelte ponderate. Solo così potrete riuscire a crescere...
Bambino

10 curiosità sui gemelli che non sapevate

I gemelli, specialmente quelli identici, sono delle persone che attirano sempre l'attenzione di tutti. Quando sono piccoli è divertente vestirli allo stesso modo e a loro piace prendere in giro gli adulti scambiando le loro identità. I gemelli hanno...
Famiglia

Le varie tipologie di famiglia

Da che mondo è mondo la famiglia ha costituito uno dei fondamenti delle società di ogni tempo, ma durante i secoli i concetto di famiglia ha subito delle leggere variazioni, ed anche il significato stesso di famiglia è variato, in base alle esigenze...
Bambino

Come aiutare un bambino a superare la perdita di un animale domestico

La presenza di un animale domestico in famiglia può essere molto importante per la crescita fisica e psichica dei figli. I bambini si rapportano con il proprio animale alla pari senza giudizi o condizionamenti ed è con lui che divide momenti di gioia...
Bambino

Primi passi: come affrontare questo momento

I primi passi di un bambino rappresentano sempre un momento molto emozionante sia per i genitori che per il bambino stesso. Cerchiamo di ricordare che il bambino non va mai forzato, inutile, ed anzi controproducente, cercare a tutti i costi di farlo stare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.