Come affrontare il problema dello strabismo nel bambino

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Prima di iniziare la trattazione dell'argomento, facciamo una breve parentesi spiegando che l'apparato visivo nel bambino si sviluppa nei suoi primi anni di vita e si dice completo solo quando giunge alla maturazione delle strutture che collegano l'occhio al cervello. Un sistema visivo buono, permetterà al bambino di vedere in maniera nitida e congiunta da entrambi gli occhi; di contro, una visione ostruita da ostacoli inciderà sullo sviluppo visivo ma anche su quello psicologico. Di solito, i "danni" visivi nel bambino si evidenziano nei primi 12 mesi di vita e quindi se si interviene in tempo sarà poi più facile giungere ad una completa guarigione. Tra i tanti deficit levati alla vista, abbiamo anche lo strabismo. Vediamo con questa guida come affrontare tale problema nel bambino.

24

Lo strabismo in generale

Lo strabismo non ha una regola fissa di intervento, ma ogni paziente è un caso a sé e poi va fatta sempre una distinzione fra gli adulti e i bambini. Per quest'ultimi, il metodo più semplice per aiutare l'occhio strabico a riacquistare la vista è quello di bendare l'altro occhio in maniera tale che sia solo l'occhio deviato ad inviare informazioni al cervello. Ciò può avvenire anche in età molto giovane e addirittura nei primi mesi di vita. In alcune forme di strabismo poi è necessario intervenire chirurgicamente per correggere il difetto; ma vi sono anche tante altre situazioni dove l'uso di lenti correttive può risolvere il problema o almeno rimandare l'intervento in età più adulta. Infine è bene ricordare che non sempre il non perfetto allineamento degli occhi del bambino è segno di strabismo; infatti nei primi mesi di vita i bambini non sono in grado di controllare i movimenti dei due occhi e nemmeno di usarli contemporaneamente.

34

Le due patologie

Esistono varie forme di strabismo ma per quanto riguarda le cause esse possono essere legate sia a difetti rifrattivi, quanto ad anomalie oculari, senza dimenticare il fattore ereditario. Di solito nel bambino la causa più frequente è il difetto rifrattivo non corretto, come per esempio l'ipermetropia (che provoca strabismo convergente) oppure l'ambliopia cioè una visione ridotta di un occhio rispetto all'altro.

Continua la lettura
44

Conclusioni

In sintesi, il mancato allineamento dei due occhi fa si che l'occhio deviato invii al cervello un'immagine diversa rispetto all'altro occhio; il cervello quindi per evitare "confusione" tenderà ad escludere l'immagine riportata dall'occhio strabico. Se ciò avviene per tanto tempo, l'occhio escluso potrà perdere parte della vista o non svilupparla correttamente. Ecco perché è importante osservare bene i bambini e intervenire in caso di manifestazioni evidenti di strabismo.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come scoprire se il bambino ha problemi alla vista

I problemi alla vista sono molto frequenti specie nei primi anni di vita ma con una tempestiva diagnosi e una altrettanta tempestiva cura si possono rilevare guarigioni totali. In questa guida vedremo come scoprire se il bambino ha problemi di vista....
Bambino

Come e quando controllare la vista ai bambini

La vista è uno dei cinque sensi e come tutti gli altri è importante per conoscere il mondo attorno a noi. È fondamentale dunque fare prevenzione per evitare lo sviluppo di patologie come il glaucoma che se preso in tempo può essere tenuto sotto controllo....
Bambino

Come sapere se un bambino è daltonico

Il daltonismo rende incapaci di distinguere i vari colori. Questo difetto prevalentemente genetico è un vero disturbo della percezione. A volte si manifesta durante il corso dell'esistenza, per dei danni agli occhi, ai nervi o al cervello. L'attenzione...
Bambino

Come stimolare l'intelligenza del tuo bambino

Nonostante si ritenga che l'intelligenza del bambino sia collegata esclusivamente a fattori di tipo genetico e non agli stimoli forniti giorno dopo giorno dai genitori, uno studio è riuscito a smentire questa ipotesi. Lo studio afferma, infatti, l'importanza...
Bambino

10 motivi per cui i bambini non dovrebbero abusare di tablet e smartphone

Viviamo in un'epoca in cui la tecnologia avanza giorno dopo giorno e coinvolge ogni aspetto della nostra quotidianità. Non possiamo più uscire di casa senza smartphone, è impensabile non avere almeno un computer o un tablet nella nostra abitazione,...
Famiglia

Come capire se tuo figlio è entrato nella pubertà

La pubertà è il processo di cambiamenti fisici con cui il corpo di un bambino matura nel corpo di un adulto, capace di riprodursi sessualmente. Inizia con segnali ormonali inviati dal cervello alle gonadi, ovvero le ovaie per le femmine e i testicoli...
Famiglia

5 errori da non fare al momento della nanna

Tutte i genitori, prima o poi, si trovano, o si sono trovati almeno una volta nella vita, a dover fare i conti con il problema della nanna. Infatti, la speranza di ogni genitore, è che il proprio bimbo una volta addormentatosi, non si risvegli almeno...
Bambino

Come scegliere il nome del bambino

Ognuno di noi porta il nome che i nostri genitori hanno scelto, per vari motivi. Perché gli piaceva, perché aveva un bel suono, perché era un nome insolito ecc... Insomma i motivi sono tanti. Anche noi prima o poi dovremo compiere questa scelta quando...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.