Come affrontare il primo giorno da mamma

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Diventare mamma è un'esperienza che cambia la vita. Ogni donna ha un modo diverso di diventare mamma ed è noto che il post parto sia uno dei momenti più difficili della vita di una donna. Emotività e fisicità si intrecciano vorticosamente dal momento del concepimento fino a quello della nascita, per poi esplodere in uno tzunami di emozioni quando il bambino viene alla luce. Diventare madri, anche se si hanno già avuti figli precedentemente, è sempre una grande emozione. In questa breve guida cercheremo di spiegare come affrontare il primo giorno da mamma, un momento ricco di entusiasmo e di premure.

25

Cosa mettere nella valigia per il parto

Dal settimo mese di gravidanza in poi, è opportuno tenere sempre a portata di mano una valigia pronta con tutto il necessario per il parto e per le prime ore di vita del bambino. Ma questa è una prassi ben nota che vi verrà suggerita dal pediatra, dal ginecologo, dall'ostetrica, senza contare amici e parenti. La regola d'oro è, quindi, non farsi cogliere impreparati. Sarà buona cosa riempire la valigia con almeno 3 pigiami o camicie da notte per la mamma che si possano facilmente aprire sul davanti, così da favorire l'allattamento. Dovrete portare con voi anche diversi cambi di biancheria, un paio di asciugamani almeno, tutto il necessario per le vostre cure quotidiane e una buona quantità di assorbenti. Per quanto riguarda il neonato, è opportuno mettere in valigia 2 o 3 tutine in cotone o in ciniglia a seconda della stagione, 2 o 3 body e delle calzine in cotone.

35

Consigli sull'epidurale

Se nel momento del travaglio vorrete richiedere l'epidurale, dovrete assicurarvi di aver effettuato prima la visita anestesiologica. In generale è sempre molto consigliato effettuare questa visita, a prescindere dal vostro punto di vista sull'epidurale, così che possiate avere un quadro completo della situazione e scegliere liberamente. Partorire non è cosa semplice né indolore, nonostante la possibilità di fare l’epidurale, ma quando finalmente si può stringere fra le braccia quel frugoletto che per tanto tempo ha scalciato a più non posso nella pancia, ci si dimentica di ogni fatica.

Continua la lettura
45

Il contatto con il neonato

Ultimamente gli ospedali tendono a far rimanere il più a lungo possibile il piccolo con la mamma, per stabilire fin da subito un contatto pelle a pelle che favorisca la montata del latte e crei un’intesa profonda tra mamma e figlio fin già dai primi giorni di vita; non appena il neonato viene appoggiato sul petto della mamma, i suoi vagiti cessano e inizia a cercare in automatico il seno. Dopo un po' si viene separati dal bimbo che verrà lavato, pesato, controllato e vestito, dopodiché tornerà fra le braccia accoglienti della madre.

55

Come gestire le visite di amici e parenti in ospedale

Un consiglio è quello di evitare quanto più possibile e sicuramente nelle prime ore che seguiranno il parto, di farvi invadere dalla una folla di amici e parenti impazienti di salutarvi e di vedere il pargolo appena nato. Questo non farà altro che aggiungere stress a quello che già avrete subito. Rilassatevi quanto più potete e recuperate le forze prima di ricevere gente. Se il parto è avvenuto nei mesi invernali state ben attente a non ricevere visite da persone affette da malanni stagionali quali tosse, raffreddore, bronchite specialmente se il piccolo si trova in stanza con voi; il neonato infatti, avendo le difese immunitarie molto basse, rischierebbe di ammalarsi.
Ultimamente è molto praticato il rooming in che consiste nel poter tenere il bambino nella propria stanza; qualora non ve la sentiste di esporre il bambino alla visita dei parenti potete portarlo al nido e coloro che lo vorranno vedere, potranno farlo dal vetro; in questo modo preserverete il vostro bimbo da germi e batteri portati dall'esterno.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Parto

Guida agli ospedali attrezzati per il parto in acqua

Negli ultimi 10 anni le ricerche hanno dimostrato che l'immersione in acqua calda può abbreviare il parto e renderlo meno doloroso. Partorendo in acqua, le donne hanno meno probabilità di richiedere l'uso di farmaci come petidina o epidurale, per diminuire...
Bambino

Come realizzare un sacchetto-corredino del neonato per l'ospedale

Diventare mamma rappresenta un'esperienza straordinaria e piena di emozioni. Quando la data relativa al parto si avvicina, è possibile cominciare la realizzazione di una sacca da portare in ospedale. Al suo interno si mette tutto il necessario per la...
Bambino

Neonati: come pulire le parti intime

L'igiene intima del neonato ricopre un'importanza notevole: una detersione giusta, fatta nella maniera corretta avvalendosi di delicati detergenti ed usando le manovre giuste di lavaggio, vi aiuteranno a combattere infezioni ed anche irritazioni alla...
Bambino

10 cose che non possono mancare in un corredino

L'arrivo di un figlio rappresenta un grande cambiamento ed una grande responsabilità per i genitori. Doversi prendere cura di un bimbo significa dover cambiare le proprie abitudini ciò nonostante è un sacrificio che viene sempre fatto volentieri poiché...
Bambino

10 frasi da non dire a una neomamma

L'arrivo di un bambino è sempre una gioia e tutti, amici e parenti, fanno a gara per tenerlo, vederlo, toccarlo e spupazzarlo per bene. Sin dalle prime ore dal parto iniziano tutti a parlare, dire la propria, tra i consigli dell'anziana di turno, o la...
Famiglia

Come fare l'iscrizione all'anagrafe per i nuovi nati

La nascita di un bambino è sempre un avvenimento importante sconvolgendo piacevolmente la vita di una famiglia, che per nove mesi ha atteso questo lieto evento. Per tutto questo tempo, tra le altre cose, non si è pensato che al nome da dare al neonato...
Bambino

Come capire se si ha abbastanza latte materno

Prima della nascita del bebè e durante gli ultimi tre mesi di gravidanza, il seno della futura mamma si prepara alla produzione del latte materno che costituirà il principale nutrimento per il nuovo nato. L'allattamento al seno è particolarmente importante,...
Bambino

5 modi per coccolare il neonato

Il contatto fisico per un neonato è estremamente importante e non bisogna pensare che un bambino appena nato voglia stare sempre in braccio semplicemente per un suo capriccio. Del resto, dopo nove mesi trascorsi nel grembo materno è normale che abbia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.