Come affrontare i viaggi con un bambino piccolo

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Quando si hanno bambini piccoli, è sempre preferibile evitare spostamenti troppo impegnativi e prolungati, ma, se organizzati con attenzione, i viaggi insieme possono costituire un'esperienza piacevole per tutta la famiglia. Valutando e programmando la destinazione e l'occorrente da portare con sè, possiamo affrontare i viaggi con un bambino piccolo senza problemi ed ansie. Vediamo insieme come fare.

24

Innanzitutto un marsupio può risultare molto comodo in caso di tragitti da percorrersi anche a piedi, se il bimbo è più grande possiamo pensare allo zaino porta bambini, soprattutto in caso di escursioni in mezzo alla natura. Ricordiamo che ogni cambiamento per un bambino piccolo può portare a disagi nel sonno, nell'alimentazione o in generale creare del nervosismo, non spaventiamoci se il bimbo manifesta segni di irritazione, dopo un periodo di ambientamento, riprendendo i normali ritmi a cui è abituato tutto tornerà nella norma.

34

Anche la meta del viaggio (ovviamente se non obbligata), dovrebbe essere scelta in funzione del piccolo viaggiatore: con bimbi di pochi anni sono sconsigliabili viaggi in zone in cui è necessario vaccinarsi, oppure luoghi in cui i tempi di riposo, di poppate o del gioco non possono essere rispettate. Scegliamo per quanto possibile un posto di vacanza adatto alle esigenze del bambino, in cui non sorgano problemi se piange o dove non ci siano imposti ritmi troppo serrati di attività.

Continua la lettura
44

Infine ricordiamo: che si tratti di un tragitto breve o piuttosto lungo, è bene prevere soste frequenti per soddisfare le necessità del piccolo, di alimentazione, per i bisogni fisiologici o semplicemente per prendere una boccata d'aria; l'automobile può creare fastidio ai più piccoli, può aiutare organizzare la partenza nel momento in cui di solito nostro figlio fa il pisolino, sfruttando il fatto che la macchina agevola la sonnolenza, evitando così il disagio dello spostamento. Valutiamo, a seconda della distanza, il mezzo da utilizzare, auto, treno o aereo, considerando i pro e contro di ogni soluzione. In ogni caso, portiamo sempre dietro: il giocattolo o la copertina preferita di nostro figlio, gli ingredienti che usiamo abitualmente per il bambino, se già svezzato, se in allattamento la nutrizione è più semplice, se prende il latte artificiale portiamone una buona scorta, i medicinali abituali, il telefono del medico pediatra. Durante il viaggio teniamo con noi un thermos con acqua o tisana rilassante.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Cosa fare se il bambino non parla

Gentili lettori, la guida che seguirà tratterà il tema dei bambini. Nello specifico, ci occuperemo del loro sviluppo, della loro crescita, concentrandoci su cosa fare se il bambino non parla.Cosa dobbiamo fare se il bambino non parla? Lo scopriremo...
Bambino

Come regolare le poppate di un neonato

Avere un neonato nella propria abitazione rappresenta la gioia più immensa per un genitore, ma al tempo stesso, ci sono svariati dubbi che assalgono questi ultimi. Uno di questi riguarda, sicuramente, l'allattamento. Avviare per bene la fase di allattamento...
Bambino

Come fare se un bambino non dorme

Le cause per cui un bambino si sveglia spesso, possono essere diverse e ciò fa preoccupare non poco i genitori poiché pensano che il neonato sia malato o, peggio, che non siano all'altezza di svolgere il loro compito. Tutto ciò non fa altro che accrescere...
Bambino

Come gestire un bambino difficile

In questa guida verranno dati utili consigli su come gestire un bambino difficile. Come ben saprete, un bimbo di pochi anni nella fase della crescita, ha un temperamento e un modo di fare difficile da controllare. Questo è dovuto da diversi fattori ma,...
Bambino

Come superare i risvegli notturni

Nei primi tre anni di vita, il bambino attraversa una fase comune a tutti gli infanti: i risvegli notturni. In genere, i piccoli si svegliano notte dopo notte con un pianto inconsolabile. Si tratta di una situazione passeggera, non allarmante. Tuttavia,...
Bambino

Sonno agitato nei bambini: come affrontarlo

In Italia, secondo le stime, circa il 25% dei bambini tra 0 ed 8 anni dorme male oppure non riesce ad addormentarsi: tutto si riversa anche sulla qualità del riposo dei genitori, i quali divengono sempre più nervosi e assonnati. Vi siete mai chiesti...
Bambino

Come organizzarsi per uscire con un neonato

L'arrivo di un bambino è sempre un evento molto importante e che produce significativi cambiamenti nella vita di ogni famiglia. Spesso porta a modificare le proprie abitudini e i propri comportamenti per riuscire a dedicare del tempo al nuovo piccolo...
Parto

Guida agli ospedali attrezzati per il parto in acqua

Negli ultimi 10 anni le ricerche hanno dimostrato che l'immersione in acqua calda può abbreviare il parto e renderlo meno doloroso. Partorendo in acqua, le donne hanno meno probabilità di richiedere l'uso di farmaci come petidina o epidurale, per diminuire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.