Come adottare un bambino: procedure burocratiche

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

In Italia l'iter burocratico da percorrere per adottare un bambino è particolarmente lungo e laborioso, motivo per cui spesso molte persone, prima di rivolgersi ad un avvocato per far partire le varie procedure, consultano siti internet e forum specializzati per ottenere informazioni e dettagli da chi, prima di loro, si è impegnato per ottenere un'adozione. Questa guida ne è un esempio. Attraverso i vari passaggi illustrati qui di seguito avrete modo di consultare alcune informazioni fondamentali utili per intraprendere la strada dell'adozione, così da imparare a districarsi al meglio nelle complesse procedure burocratiche inerenti ad un argomento così delicato. In ogni caso, si consiglia l'assunzione di un avvocato specializzato in adozioni in modo che vi possa aiutare ad orientarvi all'interno dell'intero itero burocratico, sostenendo inoltre la vostra richiesta di affidamento. Entriamo più nello specifico e vediamo come adottare un bambino analizzando le varie procedure burocratiche da seguire.

211

Occorrente

  • Consulenza presso esperti e specialisti in materia (avvocati, psicologi, insegnanti, educatori)
  • Domanda di adozione (in formato cartaceo)
  • Certificato di nascita dei richiedenti
  • Stato di famiglia
  • Dichiarazione di assenso all'adozione (nella forma di dichiarazione sostitutiva dell'atto notorio)
  • Certificato medico (rilasciato dal medico curante)
  • Certificati economici (modulo 101 o modulo 740) o busta paga
  • Certificato del casellario giudiziale
  • Atto notorio o dichiarazione sostitutiva con l'attestazione di assenza di separazione personale o di fatto tra i coniugi adottanti
311

La legge sulle adozioni

A livello legislativo, il riferimento normativo in materia è fornito dall'art. 6 della Legge n. 184/83, il quale stabilisce che l'adozione è consentita ai coniugi uniti in matrimonio da almeno tre anni o da meno, qualora abbiano convissuto in modo stabile e continuativo prima del matrimonio per un periodo di tre anni. Tale circostanza andrà accertata dal Tribunale per i minorenni. Inoltre, è necessario che tra i coniugi non sussista una separazione personale o di fatto, e che questa non sia avvenuta negli ultimi tre anni; in poche parole, la coppia deve dimostrare di avere un rapporto sano, stabile e senza squilibri.

411

L'età degli adottanti

Un altro requisito necessario per ottenere l'affidamento di un bambino riguarda l'età degli adottanti, i quali dovranno avere obbligatoriamente diciotto anni più dell'adottando e non superare i quarantacinque anni, con la possibilità di eventuale deroga nel caso ricorra un danno grave per il minore. In ogni caso, non è preclusa l'adozione quando il limite massimo di età degli adottanti venga superato da uno solo di essi in maniera da non superare comunque i dieci anni. È chiaro dunque che oltre ad avere un rapporto stabile bisogna disporre anche di caratteristiche specifiche dal punto di vista dell'età.

Continua la lettura
511

La presentazione della domanda di adozione

In presenza dei requisiti richiesta, a questo punto la domanda va rivolta al Tribunale per i minorenni evidenziando l'eventuale disponibilità ad adottare più fratello: in questo modo ci si rende disponibili ad adottare coppie di fratelli senza doverli dividere. Inoltre, è possibile presentare più domande per l'adozione (anche successive) a più tribunali, purché ciò venga sempre comunicato a tutti i tribunali presso cui la domanda è già stata inoltrata.

611

La validità della domanda di adozione

La domanda di disponibilità all'adozione, predisposta in carta semplice, ha una validità di tre anni, al termine dei quali potrà essere rinnovata allegando nuovamente la documentazione necessaria per comprovare la permanenza dei requisiti richiesti. All'avvicinarsi della scadenza, la domanda va rinnovata presso tutti i tribunali a cui la domanda era stata inoltrata in precedenza.

711

La documentazione da fornire con la domanda

Per quanto riguarda la documentazione da fornire, è necessario produrre unitamente alla domanda il certificato di nascita dei richiedenti, lo stato di famiglia, la dichiarazione di assenso all'adozione, resa nella forma della dichiarazione sostitutiva di atto notorio, il certificato rilasciato dal medico curante, i certificati economici (modulo 101 o modulo 740) o busta paga, il certificato del casellario giudiziale, un atto notorio o una dichiarazione sostitutiva con l'attestazione che tra i coniugi adottanti non sussista separazione personale o di fatto. Senza i dati e i documenti appena elencati non sarà possibile presentare la domanda di adozione.

811

Gli accertamenti della situazione famigliare

Dopo la presentazione della domanda, il Tribunale per i minorenni provvederà ad effettuare una serie di accertamenti in modo da valutare la capacità degli adottanti di educare il minore. Tra i requisiti che verranno accertati durante i controlli vi è la situazione personale ed economica, le condizioni di salute, l'ambiente familiare e le motivazioni poste alla base della domanda. Le indagini potranno essere svolte dai servizi socio-assistenziali operanti presso gli enti locali o dalle figure professionali competenti delle aziende sanitarie locali ed ospedaliere.

911

L'ordinanza di adozione

Superata la fase burocratica precedente, il Tribunale per i minorenni valuterà se la coppia richiedente risulti essere idonea all'adozione di un bambino. Se il giudizio sarà positivo, alla coppia verrà affidato un minore attraverso un'ordinanza; durante questa fase la coppia sarà monitorata da assistenti socio sanitari, mediante visite organizzate e non, per valutare l'andamento della convivenza con il bambino, così da verificare le condizioni del bambino in qualsiasi situazione possibile all'interno della nuova abitazione. Trascorso un anno dall'affidamento, con possibilità di proroga di un altro anno, il tribunale, verificata la sussistenza di tutte le condizioni richieste, pronuncia l'adozione. A questo punto il minore diventerà a tutti gli effetti figlio legittimo della coppia, prendendo definitivamente anche il cognome del padre o della madre adottiva. Nel caso in cui aveste ulteriori dubbi a proposito di procedimenti burocratici per affrontare l'adozione di un bambino consultate il link: http://www.leradicieleali.com/html/adottare.html.

1011

Guarda il video

1111

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Agite sempre con coscienza. Adottare un bambino non è come recarsi in canile per portare in casa propria un animale, per cui consultate le opinioni di più persone (possibilmente esperte in questo campo) in modo da farvi un'idea generale delle grandi responsabilità che comporta l'adozione.
  • Rivolgetevi ad un avvocato specializzato in adozioni, in modo da affiancarvi durante tutta la procedura di presentazione della domanda presso il Tribunale per i minorenni e per far sì che egli sostenga la vostra richiesta di affidamento.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Affidamento familiare: cos'è e come funziona

In questa guida, vogliamo offrire un aiuto concreto a tutte quelle coppie, single e famiglie, che hanno intenzione di donare un po' del loro amore ad altri bambini, che non siano i loro figli. Sono veramente in tante le famiglie e non solo, che decidono...
Famiglia

Come decidere di adottare un bambino

La maggioranza delle coppie sposate in un determinato momento della loro vita, si trovano davanti all'importante decisione di avere o meno un figlio, ammesso che la gravidanza non si palesi inaspettatamente. D'altro canto una coppia potrebbe anche decidere...
Bambino

Come dare entrambi i cognomi al bimbo

Da qualche tempo a questa parte è diventata sempre più urgente la necessità di dare al proprio figlio il cognome della madre, oltre a quello del padre. Questo sia per l'esigenza legittima delle madri, che desiderano che anche il loro cognome accompagni...
Bambino

Come ricevere in affidamento un figlio neonato

Chi vuole chiedere in affidamento un minore ed in particolare un neonato, solitamente lo fa per puro spirito altruistico sapendo che si tratta di una situazione solo temporanea. Chiedere in affidamento un neonato non è infatti la strada da seguire se...
Bambino

Come scegliere il nome giusto per il tuo bambino

Scegliere il nome del proprio bambino non sempre può risultare una cosa semplice: c'è chi ha le idee chiare sin dall'inizio, scegliendo il nome sia se si tratta di un maschietto sia che si tratti di una femminuccia, oppure chi possiede l'usanza, o meglio...
Bambino

Svezzamento: i segnali che ti fanno capire di dover iniziare

L'arrivo di un bambino è un momento di gioia per tutta la famiglia. Ma, come in molti sanno, presto si presentano ai neogenitori numerose difficoltà. Crescere un figlio infatti non è affatto facile. Numerose sono le tappe che il bambino deve attraversare....
Bambino

Come preparare il corredo per il bebé

La nascita di un bambino, è un evento atteso da parenti, e sopratutto, dai genitori. I mesi prima della nascita, sono ricchi di ansie, tensioni e paura, sopratutto da parte della donna, ma allo stesso tempo, ricchi di felicità e gioia. Prima della nascita...
Famiglia

Mamme al lavoro: come conciliare famiglia e carriera

Essere oggi una donna è veramente molto impegnativo, soprattutto se si sceglie di crearsi una famiglia. Per sostenere una famiglia, non basta più un solo stipendio, e spesso è necessario che entrambi i coniugi lavorino. Fino a pochi anni fa, la donna...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.