5 trucchi per calmare il neonato che piange spesso

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Ogni neonato è diverso dall'altro. C'è il bimbo che non piange quasi mai, e quello che, invece, lo fa spesso! Ciò che accomuna tutti, però, è lo scopo del pianto, ovvero: comunicare. Il neonato, infatti, non ha altro modo per far capire che qualcosa non va, se non piangere, per attirare l'attenzione dell'adulto. Talvolta è davvero difficile comprendere i motivi della sua disperazione; una volta accertati che le sue necessità fisiologiche sono state appagate (fame, sonno, bisogno di cambiare il pannolino) è possibile tuttavia ricorrere ad alcuni "trucchi" per calmare il neonato molto "comunicativo". Vediamo assieme i 5 più efficaci, ritrovando la serenità!

26

Attaccarlo al seno

Anche se ha già mangiato, attaccare al seno un neonato che piange spesso può rivelarsi un ottimo metodo per calmarlo. Infatti, il contatto madre-figlio, durante le poppate, va ben oltre al mero soddisfacimento della fame. Se il nostro bimbo piange molto perché ha bisogno di essere rassicurato (ad esempio se la mamma è dovuta rientrare presto al lavoro e lui subisce il distacco precoce), questo contatto materno è il modo migliore per comunicargli presenza e vicinanza affettiva. Probabilmente dopo poco si addormenterà, sereno e tranquillo!

36

Fargli un massaggio

Il massaggio al neonato ha il grande potere di calmarlo quando piange, stimolare tutte le sue funzioni vitali e approfondire il nostro legame con lui. Esistono molti corsi di massaggio al neonato, per imparare le tecniche più appropriate a seconda delle esigenze ad esempio in caso di coliche o difficoltà ad addormentarsi. In ogni caso, accarezzarlo dolcemente, dopo averlo disteso su un asciugamano, aiutandoci con un buon olio per massaggi (a PH neutro) sarà egualmente soddisfacente, per noi e per lui!

Continua la lettura
46

Portarlo fuori casa

Un altro dei 5 trucchi per calmare un neonato che piange spesso è quello di portarlo a fare una passeggiata fuori casa. Nel marsupio o nel passeggino, fare un giro lo aiuterà a distrarsi; se abbiamo la possibilità di andare in mezzo alla natura, e il tempo lo consente, il neonato godrà anche degli innumerevoli benefici dell'aria salutare del mare o della campagna. Gli effetti sono immediati: il cambio d'aria, unito agli stimoli di essere in un posto nuovo, lo tranquillizzeranno subito!

56

Tenerlo spesso a contatto

Le donne africane lo sanno bene: il contatto, per il neonato, è estremamente importante. Se il nostro piccolo piange spesso, potrebbe essere perché ha proprio bisogno di una vicinanza assidua. Nei primi due o tre mesi, è soprattutto il contatto con la madre che può calmare il neonato. Una bona idea potrebbe essere quella di procurarsi una fascia porta bebè, per poterlo tenere con sé in ogni momento della giornata. Non si tratta di viziarlo! Anzi, sentire che noi siamo presenti gli permetterà di acquisire la giusta fiducia nel mondo, prima di iniziare ad esplorarlo!

66

Stabilire dei rituali

Il neonato è un grande abitudinario: ripetere le stesse cose lo rassicura, aiutandolo a sentirsi protetto. Stabilire delle routines quotidiane è uno dei migliori trucchi per prevenire il pianto frequente. Dalla poppata mattutina al bagnetto serale, mantenere fissi alcuni punti fondamentali nella sua quotidianità gli darà la sicurezza necessaria per accettare, poco per volta, le novità. Cerchiamo quindi di non stravolgere troppo le sue giornate, spesso un neonato che piange molto è proprio perché ha timore di qualcosa.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

5 modi per provare a calmare un neonato che piange

Il pianto di un neonato può essere provocato da diversi fattori quali ad esempio stanchezza, fame, coliche, pannolino sporco, sete, temperatura troppo bassa oppure eccessivamente elevata e molti altri ancora. Il compito, non sempre facile, di chi si...
Bambino

Come comportarsi quando un neonato piange

Piccoli, indifesi e teneramente meravigliosi! Eppure i piccoli appena nati non sono solamente dei teneri "cuccioli" d'uomo da vezzeggiare, ma hanno specifiche necessità che vanno rispettate. Il pianto nei neonati è il primissimo contatto utilizzato...
Bambino

Le 5 S per calmare il pianto del neonato

Avete mai sentito parlare delle "5 S" per calmare il pianto del neonato? Si tratta dei 5 trucchi per acquietarlo: "swadding, side/stomach, shushing, swinging, sucking 5 mosse proposte dal pediatra di tutte le mamme vip di Hollywood! Volete sapere in cosa...
Bambino

10 suggerimenti per calmare il pianto di un neonato

Ogni genitore alle prese con un neonato può raccontare di avere sperimentato innumerevoli metodi, classici, consigliati o inventati, per calmare il bambino in lacrime, a volte con successo e altre inutilmente. Il pianto di un bambino non può passare...
Bambino

Come gestire il pianto del neonato

Ogni neonato affinché possa comunicare con l'ambiente esterno e con tutte le persone che lo circondano ricorre al pianto. Quando un bambino piange infatti può avere tanti significati, bisogna perciò imparare ad interpretare e di conseguenza a gestire...
Bambino

Come tranquillizzare un bambino che piange

Quando si ha a che fare con un bambino piccolo, molti genitori vanno in crisi quando lo sentono piangere, perché non sanno come comportarsi o calmare il loro piccolino. Di solito quando si tratta di un neonato, è difficile capire cosa provochi tale...
Bambino

Come calmare il pianto di un neonato

Capita spesso, quando ci si prende cura di un neonato, che il piccolo pianga, ma senza che noi sappiamo il perché. Essendo il pianto l'unico modo che hanno i neonati per esprimersi, diventa importante, soprattutto per i neogenitori, riuscire a interpretare...
Bambino

Motivi per cui un neonato piange

Poiché tutti i bambini non hanno ancora l'uso della parola, l'unico metodo di comunicazione che ha un neonato per farsi capire dai genitori o da chi gli sta intorno è il pianto. Ogni qual volta che sente il bisogno di comunicare qualcosa infatti l'unico...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.