5 motivi per portare i bambini nella natura

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Già da anni viviamo in un era sempre più cibernetica, computer, cellulare e televisione sono diventati ormai pane quotidiano. Sempre più lavori ci costringono davanti ad uno schermo e anche la nostra vita privata a volte è scandita da un applicazione e dai social. Purtroppo anche i nostri bambini subiscono il fascino delle nuove tecnologie, spesso possiamo vedere bambini con smartphone o tablet in mano mentre si trovano al parco. La tecnologia è utile ma non deve essere l'unico mondo che i nostri bambini conoscono, a volte farli vivere un po' a contatto con la natura potrebbe essere la decisione migliore. Ecco una breve lista con 5 motivi per portare i bambini nella natura.

26

Gestire ansia ed emozioni

La natura, si sa, ha delle magiche proprietà, stando a contatto con la natura si può riscoprire una calma interiore che si credeva perduta. La stessa cosa può accadere ai nostri bambini quando si trovano immersi nel verde, magari sotto la fresca chioma degli alberi, con il dolce rumore delle foglie mosse dal vento. Da sempre i rumori della natura sono utilizzati anche come rimedi naturali per ridurre ansia e stress, hanno delle proprietà rilassanti.

36

Aiutare a mantenere la forma fisica

Con la messa in onda di molti canali tematici, i nostri bambini hanno a disposizione ore ed ore di cartoni animati, ovviamente sono molto attratti da queste fantastiche storie e di conseguenza passano molte ore seduti a guardare la televisione. Questa brutta abitudine, magari legata anche ad un alimentazione non troppo corretta, potrebbe avere degli effetti disastrosi sulla salute e forma fisica dei nostri bambini. Sempre più spesso vengono proclamati dei dati allarmanti riguardo l'obesità infantile. Portare semplicemente i nostri bambini a giocare ad un parco giochi è l'azione giusta per aiutarli a mantenere una buona forma fisica, bastano poche ore a contatto con la natura e giocare tra fiori, erba ed alberi per migliorare la loro forma fisica. Ovviamente tutte le tecnologie devono rimanere a casa, al parco si gioca con i giochi, se ce ne sono, con la natura e si socializza con gli altri bambini.

Continua la lettura
46

Conoscere le piante e gli animali

Qualche tempo fa, dei giornalisti hanno fatto un allarmante servizio televisivo, in cui chiedevano ai bambini come fossero fatti gli animali e le varie piante che poi avrebbero trovato nei loro piatti. Le risposte sono state inquietanti, ci sono stati bambini che alla domanda di dove vivessero i polli hanno risposto nel banco frigo del supermercato, stessa risposta per le verdure. Portare i propri bambini nella natura per far conoscere loro come sono fatti animali e piante è fondamentale per il loro sviluppo e soprattutto per una conoscenza a 360 gradi di ciò che li circonda, non bastano documentari e libri, si apprende veramente solo quando si tocca con mano.

56

Stimolare il loro apprendimento

Giocare nella natura è uno stimolo continuo per i nostri bambini, prendere una pietra e toccarla, vedere com'è fatta, sentire il rumore che produce quando cade, sono tutti stimoli che aiutano a raggiungere un livello di creatività, prima nel gioco e poi nelle altre sfide quotidiane, che il bambino assimila e rielabora, aiutandolo così nella risoluzione e sperimentazione. Far vivere la natura poi aiuta anche i nostri bambini ad avere anche una maggiore consapevolezza del mondo verde che li circonda, portando così il bambino ad averne poi di conseguenza il rispetto, un bambino informato sulla natura sarà poi un adulto rispettoso e attento alle crescenti esigenze per salvaguardarne l'integrità.

66

Migliorare le capacità motorie

Giocare nella natura aiuta i nostri bambini a migliorare le capacità motorie. Se avete dei bambini che stanno imparando a camminare fate un piccolo esperimento, provate a farli camminare su un prato, meglio se a piedi nudi, e vi accorgerete che se all'inizio sono un pochino tentennanti, subito dopo i primi passi saranno sempre più sicuri di loro e la loro stabilità migliorerà moltissimo e soprattutto se cadranno non si faranno male, perché il manto verde attutirà il colpo. La natura è una vera e propria palestra che aiuta i nostri piccoli ad arrampicarsi, correre e sperimentare, cosa che invece in casa non può avvenire, vuoi per lo spazio o per i pericoli derivanti da spigoli o suppellettili che potrebbero ferirli.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Il decalogo per un buon uso della tv

Cominciamo col dire che non è sempre necessario avere la televisione in casa, un tempo si viveva senza e non penso che questo abbia portato degli squilibri nella vita delle persone, anzi, probabilmente i maggiori squilibri li abbiamo noi, di questa generazione,...
Bambino

Cosa fare se il bambino non fa la pipì

Tutti i giorni è normale eliminare l'urina nella vescica attraverso la minzione, e la quantità può variare in base al peso, l'età e la quantità di liquidi assunti. Alcune volte può capitare, però, che il bambino smetta di urinare per diverse ore...
Bambino

7 buone abitudini che ogni bimbo deve imparare

L'educazione di un bambino, specie ai giorni nostri, è divenuta un'attività complessa da numerosi punti di vista. Le condizioni lavorative dei genitori impongono un approccio totalmente differente ai fatti della vita, e quindi anche all'educazione dei...
Bambino

3 attività per bambini per stimolare fantasia e creatività

Crescere i bambini non è così semplice, bisogna stimolarli continuamente per far in modo che crescano attivi e sani e con la voglia di creare. Ma il compito e arduo e certe volte richiede pazienza e ingegno.Fantasia e creatività: due termini che dovrebbero...
Bambino

Come fare un sonaglino per bebè

I bambini da piccoli hanno bisogno di tanti stimoli e di giocattoli colorati ma anche sonori. Siccome i più piccoli si annoiano presto di giocare sempre con lo stesso gioco, per risparmiare vale la pena, quando possibile fare in casa qualche giochino...
Bambino

Come sensibilizzare i bambini all'udito tramite un gioco

Attraverso le attività ludiche è possibile puntare alla sensibilizzazione e allo sviluppo dei cinque sensi del bambino. Esistono infatti giochi che richiedono principalmente l'uso del tatto, altri che invece fanno lavorare la vista, ed altri ancora...
Bambino

3 attività per aiutare lo sviluppo psicofisico del neonato

Durante i primi mesi di vita il neonato risponde quasi esclusivamente ai suoi bisogni fisiologici: mangia, dorme e espelle quanto digerito. Mano a mano che cresce questo stato di chiusura verso il mondo di trasforma in un vero e proprio gioco atto a scoprire...
Bambino

Cosa fare se il bambino non parla

Gentili lettori, la guida che seguirà tratterà il tema dei bambini. Nello specifico, ci occuperemo del loro sviluppo, della loro crescita, concentrandoci su cosa fare se il bambino non parla.Cosa dobbiamo fare se il bambino non parla? Lo scopriremo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.