5 modi per provare a calmare un neonato che piange

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il pianto di un neonato può essere provocato da diversi fattori quali ad esempio stanchezza, fame, coliche, pannolino sporco, sete, temperatura troppo bassa oppure eccessivamente elevata e molti altri ancora. Il compito, non sempre facile, di chi si trova ad accudire un bambino in fasce è quello di riuscire a gestire nel modo migliore anche queste situazioni di forte disagio del piccolo, manifestate attraverso un pianto, molto spesso forte e ininterrotto.
Nella guida che segue cercheremo di arginare il problema elencando 5 modi per provare a calmare un neonato che piange.

26

Tenerlo vicino a sé

I neonati hanno particolarmente bisogno del contatto materno pertanto una buona soluzione può essere quella di avvolgere il piccolo in una coperta morbida e cullarlo piano piano tenendolo vicino al proprio corpo. In questo caso è essenziale trovare una buona posizione, confortevole ed il più possibile naturale affinché il neonato provi una sensazione di benessere e di tranquillità; il rimedio si rivela molto efficace anche in caso di fastidiose coliche "dopo-pappa".

36

Cantagli una canzoncina rassicurante

Il "rito" della canzoncina rassicurante, tradizionalmente cantata dalla mamma, andrà applicato con costanza ad ogni pianto del neonato senza perdere la fiducia anche nel caso in cui il piccolo non dovesse smettere. Il canto di una medesima melodia avrà, con il tempo, un effetto positivo a patto che la mamma, o chi per lei, cerchi di mostrare tranquillità e calma. I bambini ed i neonati in particolare riescono a percepire molto bene le emozioni di chi li sta accudendo pertanto è essenziale mantenere una forte sintonia tra sentimenti ed azioni.

Continua la lettura
46

Fargli fare un giro all'interno del marsupio

Un giretto all'interno del marsupio può essere, in particolar modo durante le stagioni più miti, un bel modo di calmare il pianto del neonato soprattutto se questo è causato da noia o stanchezza.
Così facendo la mamma oppure chi ne fa le veci (ben venga anche il papà) potrà sbrigare eventuali commissioni e, al contempo, tranquillizzare il neonato. Quest'ultimo, all'interno del marsupio oppure avvolto in una fascia, si sentirà cullato dolcemente e finirà molto presto per addormentarsi.

56

Farlo succhiare

L'atto di "succhiare" rappresenta per i neonati qualcosa di unico tanto è vero che durante l'allattamento sono molto più tranquilli non solo perché mangiano ma anche perché succhiano il seno materno. Nel tentativo di colmare il pianto, quindi, può rivelarsi molto utile allattarli un po' oppure, specialmente se chi li accudisce non è la mamma, usare il loro ciuccio preferito.

66

Rievocare il rumore presente nell'utero materno

Una "strategia" molto efficace per calmare il pianto del neonato può essere quella di rievocare il rumore presente nell'utero materno rimandando in tal modo nel piccolo sensazioni di pace e quiete.
Nel primo anno di vita è pertanto consigliato l'impiego di un "rumore bianco" che possa tranquillizzare il neonato in modo del tutto naturale. I più moderni cellulari smartphone così come le "librerie di suoni" presenti in rete sono in grado di riprodurre in modo efficace questo sottofondo sonoro, scaricabile anche come file mp3 per essere sempre a portata di mano, a casa come in vacanza.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come calmare un neonato che piange

Avere a che fare con un neonato è una delle gioie più grandi che una mamma possa desiderare di provare, anche perché si tratta di un periodo relativamente breve. Molto spesso, però, questa felicità si può trasformare in un incubo anche per i genitori...
Bambino

10 suggerimenti per calmare il pianto di un neonato

Ogni genitore alle prese con un neonato può raccontare di avere sperimentato innumerevoli metodi, classici, consigliati o inventati, per calmare il bambino in lacrime, a volte con successo e altre inutilmente. Il pianto di un bambino non può passare...
Bambino

Come calmare il pianto di un neonato

Capita spesso, quando ci si prende cura di un neonato, che il piccolo pianga, ma senza che noi sappiamo il perché. Essendo il pianto l'unico modo che hanno i neonati per esprimersi, diventa importante, soprattutto per i neogenitori, riuscire a interpretare...
Bambino

Come comportarsi quando un neonato piange

Piccoli, indifesi e teneramente meravigliosi! Eppure i piccoli appena nati non sono solamente dei teneri "cuccioli" d'uomo da vezzeggiare, ma hanno specifiche necessità che vanno rispettate. Il pianto nei neonati è il primissimo contatto utilizzato...
Bambino

Come gestire il pianto del neonato

Ogni neonato affinché possa comunicare con l'ambiente esterno e con tutte le persone che lo circondano ricorre al pianto. Quando un bambino piange infatti può avere tanti significati, bisogna perciò imparare ad interpretare e di conseguenza a gestire...
Bambino

Le 5 S per calmare il pianto del neonato

Avete mai sentito parlare delle "5 S" per calmare il pianto del neonato? Si tratta dei 5 trucchi per acquietarlo: "swadding, side/stomach, shushing, swinging, sucking 5 mosse proposte dal pediatra di tutte le mamme vip di Hollywood! Volete sapere in cosa...
Bambino

Come tranquillizzare un bambino che piange

Quando si ha a che fare con un bambino piccolo, molti genitori vanno in crisi quando lo sentono piangere, perché non sanno come comportarsi o calmare il loro piccolino. Di solito quando si tratta di un neonato, è difficile capire cosa provochi tale...
Bambino

Motivi per cui un neonato piange

Poiché tutti i bambini non hanno ancora l'uso della parola, l'unico metodo di comunicazione che ha un neonato per farsi capire dai genitori o da chi gli sta intorno è il pianto. Ogni qual volta che sente il bisogno di comunicare qualcosa infatti l'unico...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.