5 errori da non fare al momento della pappa

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Lo svezzamento rappresenta sempre una novità sia per il bambino che per la mamma, poiché il piccolo deve passare dall'alimentazione totalmente lattea all'assunzione, se pur graduale, di cibi che sono molto differenti come sapore e consistenza. Niente paura però: come tutte le novità, anche questa può essere superata senza difficoltà, anzi in modo gioioso. Basta seguire alcune semplici regolette che vi spiegherò in questa esauriente guida: 5 errori da non fare al momento della pappa. Vedrete che dopo avere letto questi consigli, il momento della pappa sarà un momento sereno e felice.  

26

Somministrare troppa pappa

Il bambino, specialmente all'inizio dello svezzamento, difficilmente mangerà molta pappa: in fondo il cibo solido è una novità per lui, e come tale deve essere assimilata un po' alla volta. Date il tempo al bambino per abituarsi a questo nuovo modo di alimentarsi, e non preoccupatevi se inizialmente vi sembrerà che non si alimenti abbastanza; non fate mai l'errore di forzarlo a mangiare più di quanto il bambino desideri, altrimenti otterrete l'effetto opposto, ed il bambino rifiuterà la pappa vedendola come una prova di forza e non come un modo per alimentarsi. Ricordatevi inoltre che lo stomaco di un bambino di pochi mesi è grande al massimo come un pugno, se non anche un po' meno, e quindi non necessita di grandi quantità di cibo.

36

Non variare i sapori

Se è vero che all'inizio dell'alimentazione solida il bambino potrebbe storcere un po' il naso di fronte a questa novità, è anche vero che non bisogna mai far divenire monotona la pappa, somministrando sempre lo stesso alimento. Talvolta si può essere tentate di dare al bimbo la stessa pappa ogni giorno, sia a pranzo che a cena, credendo di abituarlo così al nuovo alimento, ma in questo modo il bambino si può stancare dello stesso sapore, e rifiutare la pappa. Cercate quindi di variare il menù, introducendo delle varianti in modo molto graduale, così che il bambino si abitui un po' alla volta.

Continua la lettura
46

Variare la pappa troppo spesso

Se è vero che è un errore somministrare ogni giorno la stessa pappa, è sbagliato anche fare l'esatto opposto, e cioè cambiare alimento troppo velocemente. Se il bambino non fa in tempo a capire se gli piace una pietanza, perché subito dopo gliene viene servita una molto diversa, potrebbe confondersi e diventare nervoso, rifiutando qualunque tipo di pappa. Il mio consiglio è: variate il menù del vostro piccolo, ma ogni due o tre giorni circa. Questo è un buon compromesso che fornirà al vostro bambino sapori diversi etutti gli elementi nutritivi che servono a farlo crescere sano e forte.

56

Salare la pappa

La pappa del bambino non andrebbe mai salata, specialmente all'inizio, quando il bambino è abituato al sapore dolce del latte materno. È sufficiente il sapore delle verdure e della carne, oltre agli altri alimenti, per offrire al bambino una pappa dal gusto morbido e gradevole. Il sale è dannoso poiché fa lavorare i reni in modo eccessivo, ed inoltre abitua il bimbo ai sapori troppo decisi, e questa abitudine, una volta radicata andrà avanti anche nell'età adulta, favorendo in seguito problemi di ipertensione e ritenzione di liquidi. Per questo motivo la pappa non deve mai essere salata.

66

Servire la pappa troppo calda

La pappa del bambino deve essere servita tiepida. Fredda sarebbe sgradevole ed il bambino potrebbe rifiutarla, ma troppo calda potrebbe causargli dolore alla bocca e alla lingua, ed il bambino giustamente se ne ricorderebbe a lungo e potrebbe fare i capricci al momento della prossima pappa.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Svezzamento: gli errori da evitare

Lo svezzamento è un periodo molto delicato, in quanto il bambino passa da un'alimentazione prevalentemente lattea ad una alimentazione mista, nella quale sono aggiunti gradualmente diversi tipi di cibo per abituare il bambino un po' alla volta a mangiare...
Bambino

10 consigli per uno svezzamento sereno

Lo svezzamento del neonato può iniziare già verso il quinto mese di vita. In genere, il periodo ideale per introdurre la nuova alimentazione è compreso tra i quattro e i sei mesi di vita. Ma ogni bambino è diverso da un altro, quindi è sempre meglio...
Bambino

Come portare la pappa in viaggio

Con la crescita il bambino acquisisce nuove capacità digestive, aumentando i suoi fabbisogni nutritivi: la sua dieta diventa necessariamente sempre più ampia e completa. Quando capita di fare un viaggio con un bimbo, non è certamente facile, poiché...
Bambino

Come fare mangiare la prima pappa ai bimbi

Essere madri comporta l'acquisizione di conoscenze sempre nuove e di compiti sempre più delicati. Una tappa fondamentale, su cui ogni madre deve essere preparata, è lo svezzamento. Molto spesso capita che i bambini rifiutino la prima pappa, vivendo...
Bambino

Come preparare una pappa di verdure gustosa

Con lo svezzamento iniziano le prime difficoltà relative al fatto che il bambino può non gradire i nuovi sapori. È importante sapere che spesso è soltanto questione di tempo e pazienza.Questo problema è tra quelli che affliggono maggiormente le neo...
Bambino

Come preparare la pappa per lo svezzamento

Il bambino deve iniziare lo svezzamento dal sesto mese in poi, quasi tutti i pediatri sono di questo parere. È preferibile, nel periodo estivo aspettare un mese in più, ma non iniziare quando fa troppo caldo. Il processo dello svezzamento è una...
Bambino

Come svezzare il neonato

Uno degli eventi cardine dell'infanzia dei bambini è sicuramente il momento dello svezzamento. Si tratta di uno dei piccoli grandi passaggi nella vita dei bambini e che, irrimediabilmente, andranno a modificare abitudini fino a trasformare l'intero stile...
Bambino

Cosa fare se il bambino rifiuta il cucchiaio

Lo svezzamento comporta il drastico passaggio dal seno materno al contatto con un oggetto come il cucchiaio estraneo alla quotidianità del bambino. La reazione del piccolo è del tutto normale e non deve destare preoccupazione. Se il bambino rifiuta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.