5 consigli per abituare i bimbi al vasino

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il momento in cui, finalmente, genitori e bambini si liberano del pannolino segna l'inizio di una nuova vita. Niente più borsoni pieni di pannolini, salviettine, cremine emollienti. Niente più ricerche disperate di una superficie dove stendere il proprio bambino per il cambio. Niente più spese e carichi di pacchi al supermercato. Il bambino è in grado di gestire gli stimoli e prevenire autonomamente le proprie necessità con grande soddisfazione. Il passaggio dal pannolino al vasino dovrebbe avvenire in maniera del tutto naturale, come il raggiungimento di ogni altro traguardo dei nostri piccoli, ma talvolta è necessario, per motivi logistici, dare al bambino qualche aiutino. In ogni caso, è importante rispettare il bambino senza forzarlo a fare cose per le quali non è ancora pronto e sostenerlo nelle difficoltà. A questo scopo, ecco 5 consigli per abituare i bimbi al vasino.

26

Non anticipare troppo i tempi

Esistono alcuni segnali che permettono di capire quando il bambino è pronto al grande passo. Innanzitutto, il bambino dovrebbe avere raggiunto una certa autonomia fisica, ovvero camminare e anche correre da solo e fare le scale con un certo equilibrio. Il controllo dei muscoli di movimento avviene decisamente prima del controllo degli sfinteri. Ad ulteriore conferma di quest'ultimo controllo, il pannolino della notte dovrebbe essere, al risveglio, asciutto e pulito. Il bambino dovrebbe, inoltre mostrare un certo interesse per l'argomento, essere incuriosito quando le persone a lui vicine usano il water. Se poi è il bimbo stesso ad annunciare l'arrivo di pipì e popò, il momento potrebbe essere davvero propizio. Cercare di togliere il pannolino quando questi indizi sono assenti potrebbe essere rischioso ed innescare nel bambino un rifiuto. Meglio quindi aspettare.

36

Non insistere troppo

Se una volta iniziato vi renderete conto che il bambino non è pronto o che non ha preso la cosa per il verso giusto, non insistete. Fate una pausa di qualche giorno e, con tutta tranquillità, provate a riproporgli il vasino. Ricordate, è molto importante affrontare questo passaggio con serenità per trasmettere questa emozione anche al bambino. E non temete, prima o poi tutti i bambini abbandonano il pannolino, non c'è nessuna fretta.

Continua la lettura
46

Assumere un atteggiamento positivo

L'abbandono del pannolino e il passaggio al vasino non rappresentano un dovere del bambino, bensì un percorso del tutto naturale. Occorre quindi approcciare l'evento con un atteggiamento positivo. Ogni passaggio dovrà avvenire con un bel sorriso e tanta allegria, come durante un gioco. Se siete in ansia, cercate di calmarvi prima di proporre un nuovo passo al bambino. Non potete pretendere che affronti con tranquillità una nuova esperienza quando voi siete i primi ad essere nervosi.

56

Non umiliare o colpevolizzare il bambino

Se il bambino non riesce subito nell'intento o se dopo un periodo di successi improvvisamente torna a bagnarsi, state pur certi che non lo ha fatto apposta. Colpevolizzarlo o umiliarlo non solo è inutile, ma anche dannoso, perché il bambino assocerà cattive emozioni al vasino e faticherà a compiere passi avanti. Rassicuratelo invece, fategli sapere che queste cose possono succedere, ma che lui o lei è stato bravissimo e lodevole per i suoi tentativi, e presto riuscirà a fare tutto nel vasino come mamma e papà nel water.

66

Creare un ambiente confortevole

Perché il momento del vasino possa avere una maggiore attrattiva, tenete a portata di mano alcuni giochi e libri ai quali il bambino avrà accesso appositamente proprio in quel momento. In questo modo non si annoierà, anzi, assocerà il vasino a qualcosa di piacevole, magari anche spassoso.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come abituare il proprio bambino al vasino

L'uso del vasino non ha un momento ben preciso: molti pediatri sostengono che, come per le altre funzioni, anche per l'utilizzo del vasino esistono tempi soggettivi che è bene non forzare. Certo, ai genitori potrebbe fare comodo che questa autonomia...
Bambino

Come passare all'uso del vasino

Abituare un figlio a passare all'uso del vasino può essere più o meno semplice, naturale o al contrario abbastanza complesso, traumatico o divertente. Tutto dipende dal momento che si sceglierà per effettuare questo importante passaggio e dalle tattiche...
Bambino

Come insegnare al bambino ad usare il vasino

Una delle cose più importanti da fare, quando il proprio bambino sta crescendo, e si vuole segnare un passo importante nel suo percorso formativo, è proprio quello di insegnargli ad utilizzare il vasino al posto del pannolino per fare i suoi bisogni....
Bambino

Come educare il bambino al vasino

Rimuovere il pannolino ad un bimbo rappresenta una tappa estremamente importante sia per lui stesso ma anche per i genitori. Non sempre è un periodo semplice da affrontare, ma è sufficiente attuare le giuste tecniche ed utilizzare alcuni accorgimenti...
Bambino

10 consigli per capire quando è il momento giusto per togliere il pannolino

Quello del pannolino è il primo vero scoglio da affrontare per mamma, papà e il loro bimbo. Solitamente il periodo del "passaggio" è quello in età compresa tra i 18 e i 30 mesi, periodo in qui inizia a prendere coscienza di sè stesso e inizia a capire...
Bambino

Come iniziare con il vasino

Nella crescita di un bambino ci sono moltissimi passi importanti che segnano l'educazione e le abitudini che porterà con sé anche da grande, tra questi c'è sicuramente il momento in cui impara a camminare e parlare. Tra tutte le abilità che il piccolo...
Bambino

10 regole per l'addio al pannolino

L'addio al pannolino è un momento vissuto con timore sia dai genitori che dai bambini. Le cause di quest'angoscia risiedono spesso nei ripetuti fallimenti di quest'impresa che portano i genitori ad arrendersi ai primi ostacoli. Molte volte, la causa...
Bambino

Come iniziare a togliere il pannolino al tuo bimbo

Prendersi cura dei propri bambini è molto importante per farli crescere sani e forti, ma affinché ciò avvenga nel modo migliore possibile è bene seguire dei passi fondamentali durante il processo di crescita. Togliere il pannolino ai bambini piccoli,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.