10 trucchi per far leggere i bambini

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

La lettura stimola la comunicazione e la fantasia, per questo ed altri mille motivi vale la pena invogliarli a leggere. Spesso però può capitare che i bambini non abbiano molto interesse per i libri, anche se è proprio nell'infanzia che si creano le basi della cultura. In questa lista saranno elencati dieci trucchi semplici ed efficaci per far leggere i bambini, venendo incontro ai loro diversi caratteri. Leggere diventerà così un piacevole ed educativo strumento di crescita!

211

L'importanza delle prime letture

Il primo passo affinché i bambini siano stimolati a leggere è proprio quello di raccontargli delle storie. A partire dai sei mesi, è utile leggere storie semplici prima della buonanotte o del riposino pomeridiano. Il tono della lettura stimola il bambino e le immagini aiutano a creare i collegamenti laddove le parole non siano a lui note. Le storie predilette sono ovviamente le fiabe, che si possono trovare in versioni semplificate a seconda dell'età del bambino.

311

Dare il buon esempio

Quando sarà un po' più cresciuto, arriverà il momento di passare alla lettura attiva. Il genitore e i parenti più stretti rappresentano per lui il modello di riferimento: se si troverà in un ambiente in cui si legge spesso e con passione, per imitazione anche lui sarà portato a condividere questo interesse. Importante è l'onesta: i bambini non sono così ingenui come potremmo pensare, perciò è meglio unire l'utile al dilettevole e far fruttare anche le nostre letture. Inoltre è bello leggere in compagnia, anche ad alta voce, aumentando l'empatia con il bambino.

Continua la lettura
411

Scegliere storie stimolanti

Non bisogna costringere il bambino a leggere i classici della letteratura, nemmeno nelle edizioni riadattate. La storia o il genere possono essere di qualunque tipo, purché per lui rappresentino qualcosa di coinvolgente. L'obiettivo è infatti di creare suspense, stimolando così l'immaginazione. Per esempio, leggendo un capitolo ogni sera, a fine lettura si può chiedere al bambino come pensa che la storia proseguirà: questo attiverà in lui il desiderio di sapere come effettivamente andranno le cose, invogliandolo a continuare la lettura.

511

Non imporre i libri

Se è vero che i classici dell'avventura sono generalmente apprezzati (da Verne a Salgari, da Swift a Twain), non significa che il bambino ne sia per forza attratto. Potrà capitare infatti che si senta legato ad opere più "semplici" e commerciali, oppure che sia interessato ai fumetti: non c'è niente di male in questo, né i fumetti devono essere considerati ad un livello inferiore. Soprattutto nell'ultimo decennio, la letteratura per l'infanzia e il mercato dei fumetti si sono molto differenziati, proponendo spesso un'offerta di alto livello. Perciò è fondamentale che sia il bambino a scegliere il libro, oppure a richiedere al genitore informazioni su un'opera che lo incuriosisce. Ultimo accorgimento in merito all'imposizione: a tutti può capitare di divorare dieci libri in due settimane, salvo poi non leggere per un mese o due. Questo è normale anche nei bambini: perciò non mettetegli fretta o ansia.

611

Fare domande in merito alle storie

Il libro non deve mai essere fine a se stesso; deve anzi diventare un'esperienza collettiva all'interno della casa. Genitori e parenti dovrebbero quindi rivolgere delle domande al bambino, mostrando interesse nei suoi confronti e nell'azione stessa della lettura. Per prima cosa bisogna chiedergli di riassumere la vicenda; poi seguiranno le domande generali, infine quelle specifiche. L'intento è di accrescere la sua capacità di giudizio e di fare in modo che i passaggi della storia siano stati compresi nel loro significato. Se sviluppa infatti questa capacità, sarà portato a cercare conferme e risposte in altri libri simili a quello appena letto.

711

Leggere ad alta voce, anche in gruppo

La lettura può e anzi dovrebbe diventare un momento di pace e serenità. Se essa viene forzata, rischia invece di provocare l'effetto contrario, stressando ulteriormente il bambino, magari già oppresso dagli obblighi scolastici e dai vari impegni. Per questa ragione è importante introdurre gradualmente la lettura: ogni giorno, ad alta voce, il bambino deve sentirsi libero di leggere una storia. Inoltre, mettendosi d'accordo con altri genitori, si possono organizzare letture di gruppo settimanali. Questo favorirà la comunicazione e la sensibilità tra i compagni di classe e all'interno del nucleo di amici più stretti.

811

Frequentare biblioteche e librerie

Fondamentale è frequentare i luoghi prediletti in cui si usufruisce dei libri, senza far passare questo come un obbligo. Ad intervalli regolari (una volta alla settimana, una volta al mese, e così via) è bene andare in biblioteca. Inizialmente il bambino potrà anche solo osservare il genitore prendere in prestito un libro, senza sentirsi obbligato a sua volta. Guardandosi intorno si accorgerà che esiste un mondo vastissimo e aperto a tutte le età. Se la biblioteca è ben pensata, non mancherà un angolo per i più piccoli ed un calendario con le letture di gruppo. Se questo non è presente, è utile farlo notare alla struttura o al comune. A quel punto, dopo un primo approccio, arriva il momento di fare una tessera della biblioteca: questo lo renderà parte di qualcosa di bello e lo farà sentire più responsabile. Per quanto riguarda le librerie, anche qui è importante frequentarle in maniera regolare, con lo stesso approccio iniziale segnalato per le biblioteche. Discorso diverso per i mercatini dell'usato e dell'antiquariato, in cui il fascino del libro può essere provocato dal contesto inusuale e forse persino "misterioso". In definitiva, ogni occasione è buona per invogliare alla lettura!

911

Facilitare il contatto con i libri

I libri non parlano senza la nostra voce e possono spesso passare inosservati. Per questo è nostro compito metterli in luoghi facilmente accessibili ad un bambino, come per esempio vicino ai giochi o in mensole non troppo alte. L'ideale sarebbe creare un angolo lettura, magari contiguo o in terrazzo, aumentando la sensazione di piacevolezza.

1011

Regalare libri e parlarne

Il libro deve diventare parte integrante delle attività giornaliere della famiglia. Non deve sembrare neanche per un momento un obbligo scolastico. I parenti e amici devono sforzarsi di regalare libri al posto dei soliti giochi, avendo cura di assicurarsi che il regalo possa piacere. Inoltre, parlate regolarmente dei libri che avete letto, magari con un pizzico di passione e meraviglia; anche se non vi state rivolgendo al bambino, questi ne sarà condizionato.

1111

Usare un po' di astuzia

Non sempre i figli sono ben disposti verso la lettura, nonostante l'impegno che i genitori ci mettono. Non tutto però è perduto. Leggere è parte essenziale del nostro modo di relazionarci con il mondo. Per esempio, quando il bambino è alla tv, si possono attivare i sottotitoli, oppure si possono guardare programmi (come i quiz) che richiedono la lettura. Un altro strumento da non condannare a priori è l'utilizzo di computer o supporti di lettura elettronici: i tempi cambiano e i bambini di oggi sono figli della digitalizzazione. Con la giusta moderazione, anche questi mezzi possono avvicinarli alla lettura!

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

5 modi per insegnare a leggere al tuo bambino

Avviare i bambini in età prescolare alla lettura implica un processo educativo impegnativo. I genitori che intendono insegnare a leggere al proprio figlio dovranno munirsi di una buona dose di pazienza, nella consapevolezza che ciascun bimbo necessita...
Bambino

Come gestire la noia dei bambini

Con l'avvicinarsi delle giornate fredde e piovose, si riduce le possibilità di fare svagare i propri bambini all'aria aperta, nelle loro ore libere dagli impegni scolastici. Tuttavia, quando i piccoli sono a casa e si sono esaurite tutte le possibilità...
Famiglia

Consigli di letture per neo genitori

È naturale che i neo genitori si sentano ancora un po' impreparati all'arrivo di un bimbo che necessita, ogni giorno, di cure complesse ed adeguate. Tutti i neo genitori, per quanto pronti ad affrontare con gioia ed amore la nuova genitorialità, hanno...
Bambino

L'oggetto transizionale

L'oggetto transizionale fa riferimento alla condizione di attaccamento tra il bambino e l'oggetto specifico, come un giocattolo o un peluche, che acquista una notevole importanza e che non può essere sottratto al suo giovane possessore. In questa...
Bambino

Problemi di comportamento nei bambini: come affrontarli

Gestire i bambini non è cosa facile! Capiamo come distinguere i problemi di comportamento nei bambini: come affrontarli.Alcune ricerche hanno dimostrato come in età evolutiva si sviluppano maggiormente i problemi comportamentali e relazionali nei bimbi....
Bambino

10 idee per fare un regalo ad un bambino

I bambini amano certamente ricevere regali di vario tipo, amano essere coccolati e amano anche essere al centro dell'attenzione. Con l'arrivo del Natale ogni bambino si aspetta un super regalo ed è per questo, che in questa guida cercheremo di elencarvi...
Bambino

Come conservare i ricordi dei piccoli

I bambini sono meravigliosi. La loro innocenza, la loro fantasia, il loro modo di spiegare in modo semplice e sagace le cose dei grandi. Non sarebbe bello poter catturare la genuinità dei loro sorrisi e fissarla nel tempo? Non sarebbe meraviglioso poter...
Bambino

5 modi per tenere impegnati dei bambini di 4 anni

Essere genitori, è un compito piuttosto difficile, ma che può dare anche tante soddisfazioni. Se ci piace e possiamo permettercelo, cerchiamo di trascorrere molto tempo in compagnia del nostro bimbo, avremo così modo di insegnargli, giocando, proprio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.