10 consigli per rendere i bambini autonomi

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

L'autonomia di un bambino è un traguardo molto difficile da realizzare in tempi brevi. I genitori trovano molti ostacoli in questo importante compito educativo. L'ansia per qualsiasi pericolo è dietro l'angolo. Ha un ruolo rilevante l'ambiente in cui cresce il bambino. Bisogna considerare, anche l'indole e le potenzialità del piccolo. Vediamo almeno 10 consigli per rendere i bambini autonomi.

211

Lavori domestici

Per rendere i bambini autonomi, si deve insegnare, sin da piccolissimi, alla collaborazione nei lavori in casa. Si consiglia, da subito, a far riporre i suoi giochini in un'apposito contenitore. Poi conserverà il suo pigiama. Metterà le posate in tavola e così via. Questi gesti, crescendo, diventeranno abituali.

311

Igiene personale

Il bambino deve abituarsi a non trascurare l'igiene. Giocare con lo spazzolino da denti e scegliere dentifrici colorati per bambini. Deve capire che la pulizia è sinonimo di salute e bellezza. Mamma e papà daranno l'esempio. Ognuno si lava da solo!

Continua la lettura
411

Incoraggiamento

Non sgridare mai i bambini per i loro piccoli fallimenti. Non si stimolano con atteggiamenti denigratori. Dolcezza, pazienza e magari gioco sono più proficue di qualsiasi arrabbiatura. Ricordarsi che ogni bambino ha i suoi tempi di crescita e di apprendimento.

511

Alimentazione

Quante volte capita di vedere mamme o papà che imboccano ancora i loro figli, in un ristorante o durante un pranzo con gli amici. Sono situazioni imbarazzanti. I bambini per diventare autonomi, già dalle prime pappe nel seggiolone, devono familiarizzare con le posate e le stoviglie varie. Inizialmente sporcheranno tutta la cucina, ma miglioreranno la loro manualità e faranno meno capricci.

611

Abbigliamento

I genitori vanno sempre di fretta. Per sbrigarsi, vestono i loro figli anche dopo i sei anni. Nella scuola elementare si vedono mamme che tolgono il cappotto al loro figlio. È assurdo. Scegliamo sin da piccoli capi di abbigliamento facili da indossare. Impiegheranno più del tempo necessario, ma saranno autonomi nel vestirsi.

711

Socializzazione

I bambini, per essere autonomi, hanno bisogno di socializzare, sia con i coetanei che con gli adulti. La frequenza al nido porta i bambini a staccarsi prima dalle figure genitoriali. Il gioco con i coetanei favorisce la socializzazione e la padronanza delle proprie abilità.

811

Risoluzione dei problemi.

A volte i genitori e le figure familiari intorno ai bambini, si sostituiscono ai piccoli, dopo un vano tentativo di soluzione di un problema. Questo comportamento serve solo ad aumentare la dipendenza dei piccoli dall'ambiente circostante. Ci sarà sempre la mamma, la nonna, lo zio a risolvere le situazioni difficili.

911

Aspettative della famiglia

Per incoraggiare l'autonomia dei bambini, bisogna avere delle sane aspettative su di essi. Ogni genitore conosce le potenzialità del proprio figlio. Avere delle aspettative, senza molta pressione, favorisce l'autostima del bambino. Naturalmente, rispettando i ritmi dell'evoluzione motoria e cognitiva.

1011

Serenità familiare

La serenità familiare incide positivamente sul desiderio di autonomia dei bambini. Hanno bisogno di un clima tranquillo e stimolante. Devono sentirsi protetti e accolti. Non essere intransigenti. A volte un capriccio può mascherare un giusto desiderio di coccole.

1111

Paragoni

Un altro consiglio è quello di evitare tassativamente i paragoni con i coetanei. Questo atteggiamento mortifica i bambini e li allontana dal normale processo di autonomia. Ricordiamo sempre che sono dei bambini, adorabili, vivaci e teneri. L'autonomia avverrà comunque.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

10 modi pratici per educare i bambini all'autonomia

Uno dei compiti più importanti dei genitori è quello di educare i bambini all'autonomia. Con molto tatto e pazienza è possibile insegnare ai bambini l'indipendenza, sempre nel rispetto delle loro esigenze e del loro sviluppo psicologico. In questa...
Bambino

Come insegnare i bambini a mangiare da soli

Il momento del pasto significa condivisione, scambio di idee, racconti di vita quotidiana. Durante i pasti si prendono decisioni importanti ed è il momento migliore per i genitori per trasmettere la loro conoscenza e il loro modello educativo. Al giorno...
Bambino

Come pulire il naso dei bimbi

Oggi vogliamo proporvi un interessante guida, molto utile per tutte le neo mamme.ub">Nello specifico vogliamo aiutarvi a capire come poter fare per pulire il naso dei bimbi, nel modo corretto ed in modo che sia libero e possa essere in grado di respirare...
Bambino

Come rinforzare i capelli dei bambini

I capelli dei bambini sono spesso causa e fonte di preoccupazione per i genitori ma soprattutto per le mamme più apprensive. La capigliatura dei bambini nella norma non è molto folta come quella degli adulti per cui non c'è bisogno di allarmarsi inutilmente....
Bambino

Come valorizzare vostro figlio

Tutti noi prima o poi vogliamo avere un figlio da crescere ed educare, e che continui la nostra stirpe, ma il mestiere del genitore non è mai semplice, in quanto si è costantemente presi da decisioni che potrebbero influire sulla crescita del bambino....
Bambino

5 faccende domestiche da affidare ai bambini

I bambini molto spesso hanno bisogno di sentirsi un po' grandi facendo appunto le cose che vedono fare di solito ai genitori ed ai nonni. Per poterli accontentare potremmo lasciar loro un po' di campo libero e farli diventare più autonomi mettendoli...
Bambino

Lo sviluppo psicomotorio nel bambino

Un bambino è il regalo più bello che la vita possa fare a chi si ama. Lo sviluppo psicomotorio è una fase attraverso cui tutti i bambini passano. Addirittura è una fase che ha inizio all'interno dell'utero materno e termina, approssimativamente, attorno...
Famiglia

Come diventare bravi genitori

Essere genitori significa fare del proprio meglio ogni giorno con empatia e sensibilità cercando di dimostrare al contempo fermezza sui punti cardine dell'educazione. Ricordate, comunque, che sbagliare è umano e "sbagliando si impara", dunque non "crucciatevi"...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.