10 cibi che fanno bene al tuo bambino

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

L'alimentazione è un argomento che va trattato con molta delicatezza ed attenzione, sia per i bambini, che per gli adulti. Mangiare sano significa spesso vivere meglio e più a lungo. I bambini poi, traggono dagli alimenti non solo il sostentamento quotidiano, ma anche tutti i nutrienti, vitamine proteine, carboidrati e minerali per poter crescere e diventare degli adulti forti ed intelligenti. L'alimentazione infatti, contribuisce insieme alla genetica, allo sviluppo fisico e psichico di ogni individuo. Alimentare correttamente i propri figli diventa indispensabile e d'obbligo. Vediamo insieme 10 cibi che fanno bene al tuo bambino.

211

Il latte

Sebbene negli ultimi anni il latte sia stato soggetto a critiche, va sottolineato che, i problemi derivanti dal latte, sono spesso associabili agli adulti e non ai bambini. I bambini sono provvisti dell'enzima lattasi che gli consente di digerire il latte traendone beneficio, grazie alla ricchezza di nutrienti in esso contenuti.

311

La pasta

I bambini in crescita necessitano di introdurre nella loro dieta una quantità giornaliera di carboidrati che potrà pervenirgli dalla pasta, ed inizialmente dalle farine e dalle pappe senza glutine. Rientrano in questi cibi anche le pastine per minestre.

Continua la lettura
411

La crema di riso

Prima di iniziare a somministrare le pastine, generalmente si utilizzano alimenti altamente tollerati come le creme di riso, mais e tapioca, molto digeribili e dal gusto gradevole. In seguito, la crema potrà essete sostituita dal riso vero e proprio.

511

Il brodo vegetale

Le creme di riso e le minestrine potranno essere arricchite di nutrienti, ed in particolare modo di vitamine e sali minerali, utilizzando del semplice brodo vegetale ottenuto cuocendo in acqua varie verdure come patate, sedano, carota, bieta.

611

La carne

Per crescere, l'organismo necessita dei "mattoncini" elementi utili per la riproduzione cellulare ecco che le proteine animali si rivelano estremamente utili. All'inizio dello svezzamento si prediligono omogeneizzati a base di carni bianche o manzo e vitello, per poi passare alla carne cotta al vapore.

711

Il pesce

Il pesce è un altro alimento di origine animale, molto salutare e proteico, ricco di omega 3 in grado di bilanciare l'apporto proteico. Consigliabile alternarlo alla carne e fornendo così le sostanze (proteine, aminoacidi, minerali, ferro, zinco etc.) di cui il bambino necessita.

811

La frutta

Oltre alle verdure anche la frutta è ricca di vitamine e sali minerali, per questo motivo non dovrebbe mai mancare nella dieta di un bambino. Si inizia con gli omogeneizzati per poi passare a mele, pere, banane. In seguito potranno essere inseriti altri tipi di frutta.

911

L'uovo

L'uovo è un alimento ricco di sostanze nutritive, una vera e propria miniera d'oro dell'alimentazione. Ciò nonostante non è sempre ben tollerato ed andrà introdotto nella dieta del bambino con attenzione, ed osservando eventuali reazioni indesiderate.

1011

L'acqua

L'acqua può essere sostituita da altri liquidi come il latte, le tisane ed i succhi di frutta, ciò non toglie che, specie nel periodo estivo i bambini tendono a sudare molto e a disidratarsi con facilità. L'acqua dunque dovrà rientrare nell'alimentazione ma sarà bene sceglierne una tipologia a basso contenuto di sodio.

1111

I legumi

I legumi vanno introdotti quando il bimbo è più grandicello. Inizialmente in piccolo quantità aggiunte al brodo vegetale ma sempre intorno all'anno di vita. Si tratta di un alimento ricco di vitamine, sali minerali e proteine di origine vegetale.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Tutto sullo svezzamento

Secondo il parere del pediatra, generalmente all'età di cinque mesi, il bambino affronta le prime fasi che riguardano lo svezzamento. Ciò non significa che il latte materno viene sostituito definitivamente con altro cibo, ma gradatamente si varia l'alimentazione...
Bambino

Come accudire i bambini

Accudire un bambino è una grande responsabilità. I bambini vanno curati amati e capiti. E ogni gesto va fatto con la massima attenzione. Quando si diventa mamma l'istinto di proteggere il proprio bambino avviene naturale. Ma i primi insegnamenti, di...
Bambino

Svezzamento: come introdurre la pappa serale

L'arrivo di un neonato è fonte di gioia e felicità in ogni famiglia. Insieme a questi sentimenti si accompagna anche un po' di ansia e paura. Sono molti i dubbi su come gestire un bambino, soprattutto se è il primo. Uno dei compiti più difficili per...
Bambino

Come introdurre i cereali nell'alimentazione del bebè

Quando si ha un bebè, è molto importante curarne l'alimentazione, e uno degli elementi che devono essere introdotti per forza sono i cereali. Ovviamente, può capitare che questi non siano graditi dal bimbo, ma dovrete insistette affinché li mangino,...
Bambino

5 cose da sapere sugli omogeneizzati fatti in casa

Lo svezzamento aiuta i bambini e le mamme a superare la fase di allattamento. La frutta è generalmente il primo alimento che i bambini iniziano ad assaggiare. I supermercati e i negozi specializzati sono pieni di omogeneizzati di ogni tipo, ma nessuno...
Bambino

Come preparare gli omogeneizzati

Svezzare un bambino, è un momento importantissimo per la sua crescita. Nella nuova alimentazione del bambino, si passerà dalla dieta lattea a quella degli omogeneizzati e dunque dovranno essere presenti tante proprietà importanti, contenute negli alimenti....
Bambino

Omogeneizzati e liofilizzati: cosa sono, come usarli

Come tutti sanno, durante il primo anno di vita del bambino, l'allattamento al seno materno è una risorsa preziosa ed insostituibile. Prolungarla fino ai 6 mesi, e se è possibile, anche più, arreca dei benefici importantissimi alla salute di un bimbo....
Bambino

Come preparare omogeneizzati in casa

Per la corretta alimentazione del vostro bambino e per avere sempre la certezza della qualità degli ingredienti utilizzati, è utile dare un'occhiata alla guida di oggi: vedrete come preparare in poche mosse gli omogeneizzati in casa, seguendo semplici...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.